Taras
17 ottobre 2018
Tap: Alessandro Di Battista, “con il governo del movimento 5 stelle in due settimane quest’opera non si fa più”. Come no

Lo disse il 3 aprile 2017. Invece il gasdotto Tap sarà, come l'Ilva, una promessa elettorale non mantenuta dai grillini. Fitto: "M5S ha perso la faccia"

marina

Taranto: senza acqua la nave militare. Da dove viene l’eccesso di cloro?

Interdetto l'uso

C’è una nave della Marina militare, di stanza a Taranto, che (paradossalmente) è senza acqua. A bordo, si intende. L’uso dell’acqua è stato interdetto e il personale deve fare i conti con problemi piuttosto particolare: mangiare altrove, dormire altrove nei turni di notte, impossibilità di lavarsi. Ovviamente, impossibilità di bere. Motivo: eccesso di cloro nell’acqua in quella nave. Riscontrato dalle analisi. Circa l’8 per cento in più del consentito. C’è una questione delle ultime ore che però, potrebbe riguardare non…


Settecento chili di sigarette di contrabbando a bordo della nave militare: indiscrezioni, almeno cinque indagati

Il sequestro a metà luglio in porto a Brindisi al rientro del Caprera da una missione in Libia. Caso rivelato da Le Iene

Secondo indiscrezioni e ricostruzioni di Quotidiano, almeno cinque indagati per la vicenda delle sigarette di contrabbando a bordo di una nave della nostra Marina militare. Il caso venne portato alla luce dal programma tv Le Iene: nave Caprera, di ritorno da una missione di oltre tre mesi in Libia, trasportava anche 3600 stecche di sigarette in 72 scatoloni. Scattò il sequestro da parte della Guardia di finanza, nel porto di Brindisi, il 16 luglio. Il ministero della Difesa, dal canto…

Marò: Girone e Latorre, incontri con il ministro

Elisabetta Trenta porta la vicinanza "del Paese" ai due militari pugliesi. Il 22 ottobre inizio dell'arbitrato internazionale

Il 22 ottobre si aprirà a L’Aja l’arbitrato internazionale per stabilire chi fra Italia e India dovrà giudicare Salvatore Girone e Massimiliano Latorre. I due marò pugliesi hanno incontrato Elisabetta Trenta, ministro della Difesa. Oggi ho incontrato, separatamente come previsto, i due marò, Massimiliano Latorre e Salvatore Girone, per esprimere loro non solo la vicinanza di questo governo, ma di tutto il Paese, perché in questi casi occorre che tutte le forze politiche e civili, indistintamente, si mostrino unite e…

Mense militari: appalto a Ladisa

L'azienda barese fornirà i pasti,appalto da 65 milioni di euroItalia, Marina, Aeronautica, Esercito

Caserme di Esercito, Marina militare e Aeronautica militare, di quasi tutta Italia. Si mangeranno pasti cucinati da Ladisa. L’azienda barese si è aggiudicata l’appalto da 65 milioni di euro del ministero della Difesa. L’azienda barese forniva già buona parte delle strutture militari, ora incrementa la sua presenza.…


Durand de la Penne e Palinuro, partenza da Taranto per le campagne d’istruzione

Navi della Marina militare, lunedì la cerimonia

Di seguito il comunicato diffuso dalla Marina militare: Lunedì 23 luglio dalla Stazione Navale Mar Grande della Marina Militare di Taranto, partiranno il cacciatorpediniere Luigi Durand de la Penne e la nave scuola Palinuro per le rispettive campagne d’istruzione. A salutare gli equipaggi e gli allievi imbarcati, oltre ad amici e parenti, sarà il Comandante in Capo della Squadra navale, ammiraglio di squadra Donato Marzano. I 125 allievi della 2ª classe dell’Accademia Navale del corso “Dunatos” continuano, con l’imbarco su…

Marina militare, il trasferimento del corso in Sardegna “altro duro colpo inferto a Taranto”

Borraccino, duro attacco al governo

Di seguito una dichiarazione diffusa da Cosimo Borraccino, consigliere regionale della Puglia ed esponente di Liberi e uguali: Un altro duro colpo inferto alla città di Taranto: il trasferimento dei corsi VFP1 presso la base militare di La Maddalena. Altra scellerata decisione presa dal Governo centrale che prevede il distaccamento, già dal prossimo incorporamento di settembre 2018, dei corsi di nocchiero di porto e tecnico di macchine. Si stratta di addestramenti effettuati storicamente a Taranto dalla Marina Militare Italiana, che…

Un commento


Festa della Marina militare, il messaggio del presidente della Repubblica

"Siate orgogliosi di far parte di questa antica e gloriosa Forza Armata"

Di seguito il comunicato del Quirinale: Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella ha inviato al Capo di Stato Maggiore della Marina Militare, Ammiraglio di Squadra Valter Girardelli, il seguente messaggio: «In occasione della Festa della Marina e nella ricorrenza centenaria dell’impresa di Premuda, rivolgo con riconoscenza il pensiero del Paese a tutti i marinai che hanno perduto la vita al servizio della Patria e rendo omaggio alla gloriosa Bandiera della Marina Militare. Una lunga scia, costellata di innumerevoli prove di…


Taranto: Vittorio Veneto, niente museo. La nave sarà demolita

Era stata ammiraglia della Marina militare italiana

Salvatore Vitiello, comandante di Marinasud, ha formalizzato la decisione. Nave Vittorio Veneto va demolita. Per l’ex ammiraglia della Marina militare italiana, in “pensione”da dodici anni in Mar Piccolo a Taranto, il provvedimento dell’ammiraglio è senza ritorno. A breve sarà bandito il lavoro di demolizione. Per la nave era stata prospettata, da più parti a Taranto, l’ipotesi, o meglio la volontà, di farne un museo. Ma servono soldi per farlo. Soldi, una ventina di milioni di euro almeno per rimettere in…

Velisti italiani dispersi: nave Alpino, nessuna evidenza del naufragio

L'unità della Marina militare, di stanza a Taranto, abbandona le ricerche in oceano al largo delle Azzorre

Nave Alpino, dopo due giorni abbondanti di ricerche, ha lasciato l’area oceanica in cui le ha svolte. L’unità della Marina militare, che ha base a Taranto, ha operato (anche con l’uso dell’elicottero di bordo) al largo delle isole Azzorre, alla ricerca dei due velisti italiani dispersi dal 2 maggio. Nessuna evidenza del naufragio, è l’esito del rapporto finale, dopo una perlustrazione di circa 5500 miglia marine quadrate. Deve proseguire per gli Stati uniti d’America, nave Alpino. Nella zona della scomparsa…

Un commento

Nave Alpino, di base a Taranto, va nell’oceano alla ricerca dei due velisti italiani dispersi

Al largo delle Azzorre

“Il Portogallo è informato che la nostra iniziativa é su base di non interferenza ma mirata a ottimizzare l’intervento dato il transito della nostra unità”. Comunicato della Marina militare italiana. Nave Alpino, che ha base a Taranto, il 7 e l’8 maggio perlustrerà la zona 300 miglia al largo delle isole Azzorre, dove si sono perse le tracce dei due velisti italiani dati per dispersi da alcuni giorni. Verrà utilizzato anche l’elicottero di bordo. Aldo Revello e Antonio Voinea, spezzini,…


Mottola: inaugurazione del monumento ai Caduti del mare

Cerimonia stamattina

Di seguito il comunicato: L’Anmi (Associazione nazionale marinai d’Italia) di Mottola dedica un monumento ai “Caduti del mare” per ricordare tredici giovani valorosi, le cui vite sono state spezzate durante le due guerre mondiali, mentre adempivano al proprio dovere. I sottocapi Francesco Acquaro, Alberto De Bello, Cataldo De Leo, Domenico Giannini e Cosimo Mirizzi; i marinai Antonio Carriero, Giovanni Lippolis, Giuseppe Mosca, Angelo Rotolo e Michele Toccagino; i secondi capi Luigi Ciardo, Giuseppe De Bello e il sergente Giuseppe Guagnano.…

Elicottero della Marina militare cade in mare, un morto. Salvi gli altri quattro membri dell’equipaggio

Nave Borsini, durante attività notturna di addestramento. Vittima, lo specialista di volo Andrea Fazio

Un elicottero della nostra Marina militare è caduto in mare. È accaduto durante un’attività notturna di addestramento secondo la comunicazione della Marina. Inizialmente era stato comunicato che i cinque membri dell’equipaggio erano stati messi in salvo. Un aggiornamento dell’accaduto invece comunica la morte di uno degli elicotteristi, lo specialista Andrea Fazio. Era stato recuperato in stato di incoscienza, non ce l’ha fatta. Il velivolo fa capo a nave Borsini, pattugliatore di stanza ad Augusta impegnato nell’operazione “Mare sicuro”. Di seguito…

Taranto: accusa, furbetto del cartellino. Arrestato 58enne

Assenteismo. Secondo la contestazione, invece di lavorare andava nelle sale slot. A giocare

Di seguito un comunicato diffuso dai carabinieri: I Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia per la Marina Militare di Taranto, unitamente ai colleghi della Stazione Marina di Taranto-Pizzone, hanno arrestato, in flagranza del reato di truffa aggravata ai danni dello Stato, un 58enne del posto. L’uomo, dipendente civile del Ministero della Difesa, in servizio presso l’Arsenale Militare del capoluogo jonico, dopo essersi presentato a lavoro, si allontanava arbitrariamente venendo sorpreso all’interno di un’attività commerciale del centro cittadino. I Carabinieri, venuti…


Natale Chiarelli, 29enne di Mottola morto sul lavoro: quattro indagati per omicidio colposo

La procura di Taranto: due ufficiali e un sottufficiale della Marina militare e un ingegnere accusati. Il decesso a bordo del sommergibile Gazzana, nell'autunno 2016

Natale Chiarelli, dipendente delle Officine Jolly, stava lavorando a bordo del sommergibile Gazzana. Sommergibile che si trovava in rada di mar Piccolo, a Taranto, per manutenzione. Era il 6 ottobre 2016: l’operaio, colto da malore, morì. Questa la prima versione dei fatti. La procura di Taranto, peraltro, aprì un’inchiesta: ora ci sono quattro indagati per omicidio colposo. Si tratta di due ufficiali e un sottufficiale della Marina militare e un ingegnere. L’ipotesi di accusa: non un malore ma una scarica…

Massimiliano Latorre salva la vita a una ragazza che stava per soffocare

Il marò di Taranto ha praticato il soccorso alla vittima di crisi epilettica

La vicenda è stata raccontata in queste ore da vari giornali. Oggi, anche i complimenti di Giorgia Meloni. A Massimiliano Latorre che, stando alle cronache, ha salvato la vita ad una ragazza. Accaduto nei giorni scorsi, quelli del periodo di Santa Barbara. Il marò tarantino era a Imola da amici e, lungo il tragitto per il ritorno a casa in cui era ospite si è accorto della situazione di emergenza che era in atto. Una ragazza in terra, altre persone…


Taranto: lavoratore del centro di munizionamento della Marina colto da infarto, salvo solo grazie ai colleghi

Indagine del comando sud della Marina militare, sul perché all'atto pratico il servizio di soccorso non abbia funzionato in un contesto di quattrocento lavoratori

Centro di munizionamento della Marina militare, Taranto. Un posto di primo intervento medico, è previsto. Lì, dove lavorano quattrocento persone. Ma, denunciano i sindacati, non c’era nessuno per fare il soccorso, nel momento in cui si è presentata l’emergenza. Il lavoratore, dipendente civile, colto da infarto è stato soccorso da due colleghi, caricato in un’auto privata e trasportato al “Santissima Annunziata” e lì operato alle coronarie. Salvo. Il comando della Marina militare sud ha aperto un’indagine interna. Per valutare l’accaduto,…