Nuova costruzione
24 marzo 2019
Giornate Fai di primavera, c’è tempo anche oggi. Gli appuntamenti in Puglia

Sono 47 i monumenti visitabili nella regione

Ilva

Ilva: il giorno della verità per i lavoratori, 8200 saranno nel siderurgico di Taranto

Oggi è possibile consultare online la situazione. Chi non sarà assunto da AmInvestco rimarrà in cassa integrazione fino al 2023

Consultando online il portale aziendale myIlva, nel primo pomeriggio presumibilmente, ciascun lavoratore Ilva conosce oggi il proprio futuro lavorativo. A parte i circa 500 che hanno scelto l’esodo volontario, saranno assunti circa 10700 lavoratori sui 13422 della gestione condotta finora. Nel siderurgico tarantino saranno 8200 i dipendenti ai quali verrà proposta l’assunzione. Chi non verrà assunto sarà in cassa integrazione fino al 2023, nel novero dell’Ilva in amministrazione straordinaria. Oggi, chissà, presidio di polizia agli k ingressi del siderurgico. Chissà.…


Taranto: indotto Ilva, sciopero per i tornelli che non funzionano

Protesta proclamata dai sindacati a causa dei disagi e le lunghe file per i lavoratori. Ilva ad Arcelor Mittal: lunedì i lavoratori conosceranno il loro futuro, con un'app o un numero verde

Sciopero dei lavoratori indotto Ilva, stamani a Taranto. Braccia incrociate fino alle 9. La protesta è legata al cattivo funzionamento dei tornelli agli ingressi, ciò che causa lunghissime file anche sotto la pioggia e disagi per chi deve andare a lavorare. Intanto per i lavoratori Ilva lunedì sarà un giorno decisivo: 8200 rimarranno con la nuova proprietà, gli altri in cassa integrazione. Accedendo a myilva.it i lavoratori conosceranno, lunedì appunto, il loro futuro. O anche attraverso un numero verde telefonico.…

Taranto: accusa, prometteva (a pagamento) posti di lavoro. Arrestato ex dipendente Ilva

Secondo la contestazione si faceva versare le somme. Il lavoro non c'era

Un ex dipendente dell’Ilva di Taranto, il 42enne Alessandro Vipari, è stato arrestato dalla polizia. Secondo l’accusa l’uomo, spacciandosi per dipendente del siderurgico e millantando conoscenze importanti, aveva promesso l’assunzione a tempo indeterminato ad alcune donne conosciute in chat. Avrebbero dovuto sostenere fantomatici corsi di formazione, a pagamento. Il lavoro, peraltro, era inesistente.…

Taranto, indotto Ilva: i tornelli non funzionano, venerdì due ore di sciopero

Difficoltà e file lunghissime di lavoratori agli ingressi, anche sotto la pioggia. La denuncia sindacale

L’immagine di repertorio risale a qualche settimana fa. Il sindacato Feneal-Uil denunciava la disattenzione nei confronti dei lavoratori all’entrata dell’indotto Ilva, lunghe file sotto la pioggia. Neanche una pensilina. Ora i sindacati rilevano il problema del malfunzionamento dei tornelli all’ingresso, ciò che aggrava la formazione di quelle file. Anche sotto la pioggia. Per questo è stato proclamato uno sciopero di due ore, dalle 7 alle 9, per venerdì.…


Ilva: al via gli esodi volontari. Incentivo di centomila euro lordi

Si ipotizzano circa 1500 intenzionati ad andare via

I primi hanno firmato oggi. Sono circa trecento quelli che hanno già dato la disponibilità a lasciare, su base volontaria, l’Ilva. Centomila euro lordi (circa 77mila netti) per andare via. Tale incentivo varrà fino a fine anno. Per i tre mesi successivi, incentivo a scalare e così via. La stima è quella di circa 1500 lavoratori che lasceranno l’Ilva volontariamente.…


Ilva: più del previsto gli operai che vogliono la buonuscita

Iniziata la trattativa fra Arcelor Mittal e sindacati che comunque chiedono chiarezza sulle scelte dei futuri ingaggi

Iniziata la trattativa fra Arcelor Mittal e sindacati sul personale della nuova Ilva. Emerge una novità: il numero dei lavoratori interessati alla buonuscita da centomila euro lordi pare superiore al previsto. L’hanno scelta in circa trecento, in una settimana. Dall’inizio della prossima settimana l’esame delle prime duecento istanze. Arcelor Mittal ribadisce che saranno circa 8400 i dipendenti nel siderurgico di Taranto. Il bonus per l’esodo volontario sarà minore con il passare del tempo. A voler lasciare l’Ilva, secondo le prime…

Ilva di Taranto: in coda sotto la pioggia, “condizioni critiche anche per timbrare”

Portineria imprese dell'appalto, "nessuno fa niente nonostante fosse stata comunicata la difficoltà"

Questa non è la coda per entrare al concerto di Baglioni. Né per la finale di coppa dei campioni. No. È la coda per andare a lavorare all’Ilva di Taranto, all’alba (facciamo notte va). Sotto la pioggia, forte. Salvatore de Comito, sindacalista Feneal-Uil: “portineria imprese dell’appalto, questa è la situazione oggi. Condizioni critiche anche per timbrare. Nessuno fa niente per risolvere questa difficoltà dei lavoratori nonostante avessimo anche dato comunicazione di questo”. Su Taranto, da mezzanotte alle sei e mezza,…


Appalto Ilva, chiesto l’intervento del prefetto di Taranto

Dai sindacati dei lavoratori edili

Di seguito il comunicato congiunto: Le incognite riguardano ancora e purtroppo – spiegano le organizzazioni sindacali FILLEA CGIL, FILCA CISL e FENEAL UIL – l’applicazione dei Contratti Nazionali di Lavoro, per i lavoratori impegnati in attività edili e affini che continuano invece ad essere assoggettati a forme di contrattazione peggiorative e lontane dalle loro mansioni. Abbiamo attualmente un quadro generale che vanifica anche gli intendimenti del Protocollo di Legalità sugli interventi di bonifica, ambientalizzazione e riqualificazione dello stabilimento ILVA di…

Al via l’Ilva di Arcelor Mittal

Formalmente da sabato, di fatto da oggi

Subito 10700 assunzioni. Le altre via via, fino a completare l’intera forza lavoro, salvo esodi volontari che si prospettano nell’ordine dei duemila. Per chi lascia,  centomila euro. L’Ilva di Arcelor Mittal è formalmente tale dall’altro ieri e di fatto, sul piano operativo, parte oggi. Per il colosso siderurgico che ha nello stabilimento di Taranto il più grande d’Europa è, dopo gli anni Sessanta dell’insediamento Italsider e dopo il ventennio abbondante di Ilva, il terzo momento di storia aziendale. Che deve…


Taranto: il consigliere comunale Massimo Battista lascia il movimento 5 stelle, “ha tradito la città”

Conseguenza dell'accordo Ilva

Lascia il gruppo M5S e il consiglio comunale aderisce al gruppo misto. Massimo Battista, riferimento dei Cittadini e lavoratori liberi e pensanti e dei grillini di Taranto, abbandona il movimento. “Ha tradito la città”. Non lascia il consiglio comunale, per rispetto degli elettori. In quanto a Di Maio e a un’eventuale visita alla città ionica, “non credo che sarebbe accolto bene”. L’accordo Ilva è un contrasto inaccettabile con i seicentomila volantini distribuiti l’anno scorso per dire, e prospettare, chiusura e…

Ilva: assemblee da oggi per il referendum sull’accordo

Si dà per scontato il via libera da parte dei lavoratori. Il 15 settembre l'ingresso di Arcelor Mittal

Dalle 7 le assemblee dei lavoratori indette da Fiom-Cgil, Fim-Cisl, Uilm-Uil e Usb. I sindacati firmatari dell’accordo con Arcelor Mittal che da sabato sarà proprietario dell’Ilva in caso di prevalenza di “sì” nel referendum dei lavoratori. Proprio al referendum sono finalizzate le assemblee e la procedura della consultazione terminerà giovedì 13.…

Ilva: “mi ha aiutato”, dice Di Maio di Emiliano. E su Taranto: è un deserto, porterò investitori

Bisceglie, il ministro è intervenuto a Digithon. Sul gasdotto Tap, "restiamo contrari"

Alla Fiera del Levante, Di Maio ha definito Taranto “un deserto” e promesso che porterà investitori. “In questi tre mesi uno dei presidi istituzionali con cui ho collaborato in maniera efficace e in sintonia è il presidente della Regione Puglia. Mi ha aiutato a ricostruire tante questioni come quella di Ilva. E ricordo che il primo parere dell’Anac fu sollecitato proprio dal governatore Emiliano”.  Questa, riportata da Repubblica, è una parte delle dichiarazioni (pubblicate da quel giornale) attribuite a Luigi…


Ilva: Di Maio chiude la procedura. È ufficiale, niente annullamento dell’assegnazione ad Arcelor Mittal

Evidenziato l'accordo con i sindacati a corredo del parere dell'Avvocatura dello Stato. Aveva ragione Calenda

Il parere dell’Avvocatura dello Stato è tale da non ravvisarsi elementi per l’annullamento. Il ministro dello Sviluppo economico, Luigi Di Maio, ha chiuso la procedura: non si annulla l’assegnazione dell’Ilva ad Arcelor Mittal. Il ministro evidenzia fra l’altro, per il suo provvedimento, l’accordo dell’altro ieri fra Arcelor Mittal e sindacati. Tweet di Carlo Calenda: Chiaro ora perché Di Maio ha tenuto segreto il parere! L’Avvocatura conferma in pieno parere precedente su rilanci. Eccesso di potere ci sarebbe stato se non…

Calenda: mia moglie ha una ricaduta della leucemia, devo starle vicino

Il predecessore di Di Maio e principale protagonista del bando Ilva lo rivela per spiegare la sua distanza dalle manifestazioni pubbliche

Tweet di Carlo Calenda: Devo una spiegazione, ora che ILVA è chiusa, ai tanti che chiedono perché non vado alle feste dell’unità o a incontri sul territorio. Mia moglie ha avuto una recidiva della Leucemia ed è in ospedale per trapianto. Seguo i tre bimbi e lei e non posso allontanarmi da Roma.…

Taranto: dopo il sit-in di 24 ore “non è finita”

Cittadini contro l'accordo Ilva

Di seguito il comunicato diffuso dai membri del gruppo Help us: Sono state 24 ore intense, con ampia partecipazione  dei cittadini tarantini. Una fase iniziale di un percorso che ci auguriamo possa portarci verso una condivisione di azioni atte a realizzare un cambiamento radicale di una città voluta a forte vocazione industriale fin troppo martoriata dall’inquinamento. Rabbia e delusione sono stati i sentimenti mostrati dai presenti alla manifestazione, per le mancate promesse di un governo che aveva come obiettivo, riportato…