Taras
17 ottobre 2018
Tap: Alessandro Di Battista, “con il governo del movimento 5 stelle in due settimane quest’opera non si fa più”. Come no

Lo disse il 3 aprile 2017. Invece il gasdotto Tap sarà, come l'Ilva, una promessa elettorale non mantenuta dai grillini. Fitto: "M5S ha perso la faccia"

Statte


Statte: “Una musica può fare”

Stasera

Di seguito un comunicato diffuso dagli organizzatori: Un intero spettacolo musicale, dalla grande valenza sociale, con e per gli utenti del Centro Diurno, ideato e realizzato sotto la regia del M° Leo Caragnano e l’impegno della coordinatrice dello stesso Centro, Luana Pagliarulo, con la collaborazione di tutti gli operatori. Si terrà oggi, mercoledì, 3 ottobre, alle 18,30 nella scuola media “Leonardo Da Vinci”, con la partecipazione della ballerina Noemi Salvatore, del violinista e soprano Mimma Castiello e del gruppo popolare…

Palagiano: riapre oggi il centro diurno

Come gli altri facenti capo all'ambito Ta/2

Di seguito il comunicato: Anche il Centro Diurno diversabili di Palagiano, come gli altri tre facenti parte dell’Ambito TA/2 e cioè quelli di Massafra, Statte e Mottola, riapre oggi. Questione risolta o quasi, dal momento che si tratta di una soluzione temporanea valida per tre mesi. E’ quanto comunicato dal sindaco Domiziano Lasigna ai familiari degli utenti del Centro Diurno, che, assieme ad Angela Liverano, assessore alle Politiche Sociali, ha voluto incontrare in Comune, per spiegare loro come si sta…

Massafra, picchia e rapina la madre: 20 euro. Con questa accusa arrestato trentenne di Statte

La donna è stata trasportata all'ospedale di Castellaneta

I carabinieri sono andati nell’abitazione di Massafra. Hanno trovato il trentenne pregiudicato, originario di Statte, e sua madre. La donna in uno stato di prostrazione. Ricostruito l’accaduto, i carabinieri hanno arrestato l’uomo. Stando al resoconto dei militari, il trentenne aveva picchiato la mamma e rapinata, sottraendole 20 euro. La donna è stata trasportata all’ospedale di Castellaneta, ne avrà per alcuni giorni.…


Sanità, a Statte lunedì la protesta del tarantino per la chiusura dei punti di primo intervento

Riguarda anche i Comuni di Castellaneta, Ginosa, Grottaglie, Massafra, Mottola, Palagiano e Taranto

Di seguito un comunicato diffuso dal Comune di Statte: La chiusura dei punti di punti intervento, il declassamento di altri, senza nessun tipo di coinvolgimento delle comunità e degli istituzionali di riferimento, ci impone una riflessione immediata sulla conduzione del servizio sanitario nella nostra provincia. E’ arrivato il momento di essere uniti e coesi e rivendicare rispetto verso i bisogni di una popolazione che è già tanto provata nella malattia e ora anche nella dignità. Così il sindaco di Statte,…

Statte, “cimitero in balìa del degrado”

Protesta M5S

Di seguito un comunicato diffuso dal meetup “Amici di Beppe Grillo” di Statte: Gli attivisti del MeetUp Amici di Beppe Grillo di Statte, dopo aver fatto un sopralluogo nei giorni scorsi, nel cimitero di Statte situato in Via Triglie, in seguito alle lamentele di tante persone, lanciano l’allarme sullo stato di trascuratezza della struttura, raccontando una situazione ormai divenuta “intollerabile”. Come ampliamente evidenziata (in allegato presente anche documentazione fotografica) all’interno del cimitero comunale esiste uno stato di abbandono e quindi…


Degli 11mila dipendenti Ilva di Taranto, solo uno su tre vive a Taranto. Residenti in più di 130 Comuni ELENCO

Vivono a Massafra, Grottaglie, Manduria, Martina Franca, Crispiano e praticamente tutta la provincia ionica, buona parte della Puglia e anche altre regioni: c'è chi risiede perfino in Friuli

Taranto e non solo. Anzi. Nel capoluogo ionico risiedono “solo” circa tremilacinquecento dipendenti Ilva, rispetto ai circa undicimila del totale (dati risalenti allo scorso 24 aprile: eventuali scostamenti, insomma, minimi). Ovvero, un terzo della forza lavoro. Il che, per la vertenza aperta da Taranto con il governo, giustifica ampiamente le motivazioni del sindaco Rinaldo Melucci: il rapporto lavoro-ambiente, per i tarantini, è completamente squilibrato, proprio da un punto di vista numerico. Al contrario, peraltro, si può dire che non solo…

17 commenti


Ilva di Taranto, decreto del presidente del Consiglio dei ministri: piano ambientale, interventi per oltre due miliardi di euro

A carico del nuovo gestore e dell'amministrazione straordinaria. sostegno assistenziale e sociale per le famiglie disagiate del capoluogo e di Statte, Crispiano, Massafra e Montemesola

Il Consiglio dei ministri ha approvato un decreto del presidente sul piano ambientale per l’Ilva di Taranto. Due miliardi e oltre di euro, fra interventi a carico del nuovo gestore e a carico dell’amministrazione straordinaria. Specificamente, i ministeri precisano saranno di competenza della gestore straordinaria gli interventi esterni al perimetro della cessione che saranno realizzati mediante utilizzo delle risorse derivanti dalla transazione con la famiglia Riva (oltre 1 miliardo)” è riportato nella notizia Ansa. “Al riguardo, i commissari straordinari presenteranno…

Rifiuti del foggiano a Statte, oggi gli assessori comunali all’Ambiente vanno a dire no alla Regione Puglia

Il vicesindaco di Taranto e l'amministratore del Comune interessato incontrano l'assessore regionale e il commissario per la gestione dei rifiuti

L’incontro è in programma alla Fiera del Levante. Gli assessori comunali all’Ambiente di Statte e Taranto si confrontano con l’assessore regionale all’Ambiente della Puglia e il commissario straordinario per il ciclo dei rifiuti della Puglia e vanno a dire che i rifiuti del foggiano, a Statte, non devono arrivare. De Franchi e Miccolis, di Taranto e Statte, portano al confronto con Caracciolo e Grandaliano le determinazioni delle commissioni consiliari dei due Comuni: il territorio è già appesantito oltre ogni misura,…

Statte: la cintura stretta al collo di lei per sbatterle la testa contro il muro

Arrestato dalla polizia il 33enne accusato delle violenze nei confronti della compagna, in presenza dei figli

Secondo l’accusa, era arrivato anche a stringere la cintura attorno al collo della convivente. Poi, a sbatterle la testa contro il muro. Violenze in famuglia, in presenza dei figli. Arrestato dalla polizia un 33enne albanese, residente a Statte. L’uomo, stando alla denuncia, pretendeva dalla compagna soldi per comprare droga. Sempre secondo l’accusa, il 33enne aveva detto alla donna di avere dei proiettili pronti per lei.…


Terra delle Gravine, nell’oasi la masseria viene ristrutturata

Il parco si estende in un territorio fra 14 Comuni: Ginosa, Laterza, Castellaneta, Mottola, Massafra, Palagiano, Palagianello, Statte, Crispiano, Martina Franca, Montemesola, Grottaglie, San Marzano di San Giuseppe e Villa Castelli

Di seguito un comunicato Wwf: Una masseria dell’Ottocento abbandonata che viene restaurata per farla ritornare al suo antico splendore, non più per ospitare una comunità agricola, ma per accogliere tanti turisti e amanti della natura intenzionati a visitare il Parco Naturale Regionale “Terra delle Gravine”, il più grande di Puglia Fino a due anni addietro, ai tanti volontari del WWF “Trulli e Gravine” questo sarebbe sembrato un sogno impossibile, ma per realizzare un sogno a volte servono tanta determinazione, un’ideale…

Statte: 87 richieste di risarcimento su 149 bocciate, consiglieri comunali di opposizione all’attacco

Le provvidenze per il tornado del 28 novembre 2012

Di seguito il comunicato diffuso da Fabio Spada e Franco Chirico, consiglieri comunali di Statte: Sono trascorsi quasi 5 anni dal quel tragico 28 novembre 2012, quando un tornado si abbatté, tra l’altro, su Statte provocando ingenti danni, sia a strutture pubbliche sia a centinaia di abitazioni private. Tanto tempo per giungere oggi, in pratica, ad un nulla di fatto per i risarcimenti, a causa della inerzia prima, e della superficialità e incompetenza poi, dell’amministrazione di sinistra. Giova ricordare, a…

Il sindaco di Martina Franca apre la vertenza del territorio con le ferrovie sud est

Appena rieletto, Franco Ancona scrive ai colleghi di Taranto, Statte, Crispiano, Locorotondo, Alberobello, Putignano, Noci, Castellana Grotte, Conversano, Rutigliano, Noicattaro, Capurso e Triggiano: li invita a un incontro il 6 luglio per varare una proposta complessiva all'azienda in fase di piano industriale

Giusto il tempo di indossare la fascia tricolore. Franco Ancona, nuovamente eletto sindaco di Martina Franca, apre di fatto la vertenza del territorio nei confronti delle ferrovie sud est. Salvata dal fallimento per il rotto della cuffia, l’azienda del trasporto è passata nel novero delle Ferrovie dello Stato, con prospettiva di cospicui investmenti al fine del rilancio. Senonché il piano industriale che a breve-medio termine andrà messo a punto, non può non tenere conto dei territori, è il ragionamento del…


Statte: i fusti radioattivi non ci sono più

Ieri sera la partenza di parte dei 16784 bidoni nel convoglio che ha lasciato lo stabilimento ex Cemerad ieri sera

I rifiuti radioattivi non sono più a Statte. Almeno una parte. Il primo convoglio è infatti partito ieri sera. Fra un paio di mesi toccherà ad un altro stock di bidoni, circa 3400. Entro il 2018 saranno concluse le operazioni. Il convoglio con alcune migliaia di bidoni ha lasciato lo stabilimento ex Cemerad ieri sera intorno alle undici, per il trasporto fino allo stabilimento Sogin di Roma, dei pericolosissimi rifiuti. In Puglia, ci sono rimasti 17 anni, ad onta della…

Statte: al via le operazioni di bonifica dello stabilimento ex Cemerad

Domani sera la partenza alla volta di Roma dei fusti radioattivi. Momento atteso da quindici anni

I fusti contenenti le scorie radioattive partiranno per Roma domani sera. Arrivo previsto all’impianto della Sogin, venerdì mattina. Saranno trasportati con uno speciale mezzo, in un’operazione particolarmente delicata. Perché i fusti finora stoccati all’ex Cemerad di Statte sono in numero enorme, 16724 e, appunto, 3334 di questi sono radioattivi. Una vera bomba ambientale, insomma. Da ieri le operazioni preliminari per la messa in sicurezza dei bidoni. Costo dell’operazione, nove milioni di euro, da parte dello Stato, per un provvedimento atteso…