Velga

Electronics Time

Tag: lavoro

Università: scatti salariali, protesta collettiva. Domani incontro fra ottomila insegnanti e 65 rettori Teleperformance: domani il vertice al ministero. Da Taranto i rappresentanti dei lavoratori, comunicato del deputato Pelillo

disoccupati 1
Vertenze di lavoro difficili, difficilissime, quasi insormontabili in alcuni casi. Particolarmente grave è il caso di Teleperformance, il call center che ha una sede anche a Taranto e che la dirigenza del colosso del settore vorrebbedi fatto ridimensionare o dismettere. Domani vertice al ministero, a rischio 2700 posti. Alla volta di Tarantopartono i sindacalisti e gruppi di lavoratori. Prende posizione riguardo al caso di Teleperformance, oggi, il deputato tarantino Michele Pelillo. Altra vertenza: domani protesta collettiva. La fanno ottomila insegnanti… Leggi tutto »




Caparezza, solidarietà ai lavoratori Coop Il cantautore di Molfetta al fianco dei dipendenti impegnati in una difficile vertenza, a rischio 147 posti di lavoro in Puglia

caparezza coop 1
Caparezza, cantautore di Molfetta. Stessa città, non l’unica peraltro, in cui i lavoratori Coop rischiano il posto. Fra Bari, Brindisi, Taranto, Molfetta appunto, quella della grande distribuzione Ipercoop è una delle più difficili vertenze del periodo. I lavoratori hanno creato l’hashtag #conilavoratoricoop e Caparezza è stato il primo ad aderire. Con questa foto.… Leggi tutto »




Teleperformance: azienda, non partecipiamo al vertice al ministero senza ritiro della diffida Due sindacati hanno diffidato il colosso dei call center che ha un insediamento a Taranto, circa 2400 lavoratori a rischio. Incontro a Roma indetto per giovedì prossimo

teleperformance assemblea
Le segreterie territoriali di Cgil e Ugl hanno diffidato Teleperformance, accusata sostanzialmente di comportamento antisindacale. L’azienda risponde così: senza ritiro della diffida non ci sediamo al tavolo indetto dal ministero per giovedì prossimo. Ancora: martedì è in programma una riunione straordinaria dei vertici del colosso dei call center: sarà valutato se proseguire con la trattativa o se romperla del tutto. Teleperformance, nelle scorse settimane, aveva annunciato il sostanziale abbandono dei call center di Taranto e di Roma, che comportano perdite… Leggi tutto »




Teleperformance: la vertenza del call center tarantino si sposta al ministero, tutti convocati il 25 giugno Giiovedì prossimo a Roma il vertice fra azienda e sindacati

convocazione teleperformance
In extremis, il ministero ha convocato le parti. Teleperformance, che vuole sostanzialmente dismettere il call center di Taranto e quello di Roma considerati in perdita; i sindacati dall’altra parte, ritengono che Teleperformance abbia incassato cospicui contributi e che ora non può abbandonare semplicisticamente tutto. La sorte di circa 2400 lavoratori tarantini dipende, moltissimo, dal vertice della prossima settimana.… Leggi tutto »

Taras

Teleperformance: l’azienda dei call center pagherà gli stipendi Comunicazo della società dopo le voci circolate a Taranto sull'ipotesi di mancato pagamento

teleperformance assemblea
Di seguito un comunicato diffuso da Teleperformance: In merito alle notizie riportate oggi da alcuni organi di stampa, secondo cui Teleperformance potrebbe non pagare gli stipendi maturati dai propri dipendenti a giugno, la Società tiene a precisare che, come è sempre accaduto, corrisponderà tutti i salari come previsto da normativa entro il 10 di Luglio. La notizia ha probabilmente origine da un equivoco sorto nell’ambito dell’incontro tenutosi ieri a Roma presso l’Unione degli Industriali del Lazio, vista la complessità e… Leggi tutto »

Martina Franca: i funerali di Alessandro Morricella Nel palasport "Karol Wojtyla". Salma giunta da Bari. Il 35enne operaio dell'Ilva è morto venerdì scorso, il corpo devastato da un getto di ghisa incandescente quattro sere prima

funerale morricella 2
La salma è giunta al palasport di Martina Franca direttamente dal policlinico di Bari. Alessandro Morricella, 35 anni, nel policlinico è morto venerdì, dopo quasi quattro giorni di ricovero, e lì ieri si è svolta l’autopsia sul corpo martoriato da un getto di ghisa incandescente. Scelto il vangelo secondo Luca, per parlare della tragedia al siderurgico di Taranto: Gesù muore in croce, dopo tre giorni risorge. La nuova vita, quella eterna, per spiegare l’inspiegabile, l’inammissibile, una morte talmente atroce come… Leggi tutto »

Teleperformance: “Emiliano batta un colpo sul dramma dei lavoratori” dice l’eurodeputata tarantina M5S La vertenza è pericolosamente vicina a un punto di non ritorno, a rischio 2400 persone

teleperformance assemblea
Di seguito un comunicato diffuso da Rosa D’Amato, deputata al parlamento europeo: “Quella di Teleperformance è la solita storia: quella di un’azienda che sfrutta fino all’ultimo centesimo incentivi, fondi europei e ammortizzatori sociali. E poi, quando i soldi pubblici dei contribuenti sono finiti, chiude i battenti e se ne va. E’ quello che sta succedendo a Taranto, dove 2.700 persone, tra cui tantissimi giovani, rischiano di restare senza lavoro a partire da luglio. Per il territorio si tratterebbe di una… Leggi tutto »

Teleperformance: per il call center di Taranto “i dirigenti hanno continuato a opporre il muro del ricatto” Donatella Duranti, parlamentare, commenta la rottura delle trattative azienda-sindacati

teleperformance assemblea
Di seguito la dichiarazione di Donatella Duranti, parlamentare, diffusa dalla segreteria provinciale di Taranto di Sinistra ecologia e libertà: “Questo pomeriggio ho discusso in Aula una interrogazione urgente sulla vertenza Teleperformance, che mette a serio rischio oltre 2000 fra lavoratrici e lavoratori della città di Taranto. Di oggi, infatti, la notizia della rottura della trattativa fra i sindacati ed i vertici della azienda, avvenuta durante il tavolo convocato a Roma da Confindustria con tutte le parti coinvolte. I dirigenti hanno… Leggi tutto »

Teleperformance: da Taranto a Roma per il vertice in Confindustria Ipercoop: ieri vertice, le parti rimangono su posizioni distanti

disoccupati 1
Vertice in Confindustria, oggi, per la vicenda Teleperformance. Partecipano all’incontro anche i responsabili sindacali dei lavoratori che operano nell’insediamento di Taranto. Il colosso del call center vuole dare luogo a una newco,in cui annoverare gli insediamenti di Taranto e Roma, e conservare l’insediamento di Fiumicino, l’unico dei tre che, secondo l’azienda, produce eirulsati economici positivi. A Taranto rischiano il posto circa 2400 persone fra dipendenti a tempo indeterminato e ingaggiati con contratto a tempo determinato. I sindacati non ci stanno… Leggi tutto »

Taranto: Isolaverde, spiraglio per i 260 lavoratori La Regione Puglia pronta a mettere a disposizione 950mila euro, venerdì nuovo vertice con la Provincia

disoccupati 1
C’è uno spiraglio per i 260 lavoratori di Isolaverde, società facente capo alla Provincia di Taranto. In un vertice fra i vertici dell’amministrazione provinciale e l’assessore regionale Angela Barbanente, da quest’ultima è arrivata un’apertura: si dia luogo a una progettazione rimodulata rispetto a quella presentata prima (mai arrivata alla Regione, secondo l’assessore) e se ne faccia un contenuto di difesa del suolo. Così, la Regione Puglia sbloccherà 950mila euro che sarebbero già disponibili da quattro anni. Nuovo vertice venerdì.… Leggi tutto »

Treni: sciopero nazionale di otto ore ELENCO TRENI CANCELLATI Agitazione anche a Trenord: solidarietà al capotreno di origine foggiana ferito a colpi di machete e che ha rischiato di perdere un braccio

binario
Trenord, sciopero oggi. In segno di solidarietà con il capotreno originario di Foggia ferito a colpi di machete e che ha rischiato di perdere un braccio. Oggi è sciopero nazionale Trenitalia, anche. Le Frecce circoleranno regolarmente. Di seguito la comunicazione di Trenitalia con l’elenco (in aggiornamento) dei treni gravati dall’agitazione, molti dei quali cancellati: E’ stato indetto uno sciopero nazionale del personale di macchina e di bordo Trenitalia dalle ore 9:00 alle ore 17:00 di martedì 16 giugno. 139/140 EC… Leggi tutto »

Taranto: incubo-lavoro, la tragedia e le vertenze irrisolte La morte di Alessandro Morricella, operaio Ilva; la vicenda del porto, con i soci di Tct che decidono la messa in liquidazione; la vicenda Teleperformance, fra le altre

disoccupati 1
L’arcivescovo, in una nota, parla di un fatto non giusto né tollerabile. Commenta così, Filippo Santoro, la vicenda tragica di Alessandro Morricella, 35enne di Martina Franca morto ieri dopo essere stato travolto da un getto di ghisa incandescente, all’Ilva di Taranto. Sarà forse, o probabilmente, l’arcivescovo Santoro, responsabile per le tematiche del lavoro in seno alla conferenza episcopale italiana, a celebrare i funerali di Alessandro Morricella. Una morte, nel giorno in cui si commemoravano le vittime del lavoro e del… Leggi tutto »

Incidente sul lavoro: morto Oronzo Calasso, 51enne di Torre Santa Susanna. Caduto da un’impalcatura a Erchie Due operai di Bitonto gravemente feriti, per la caduta da un montacarichi a Casamassima

ambulanza
Oronzo Calasso, 51 anni, è morto dopo essere precipitato da un’impalcatura, ad Erchie. L’uomo, di Torre Santa Susanna, è deceduto durante il trasporto in ospedale. Due operai di Bitonto, di 73 e 43 anni, sono invece ricoverati al policlinico di Bari e sono in gravi condizioni, dopo essere precipitati da un montacarichi. in un cantiere a Casamassima.… Leggi tutto »

Giornata delle vittime sul lavoro: Martina Franca, commemorato l’operaio morto dieci anni fa nella fogna. Intorno, l’indifferenza I familiari, qualche cittadino, nessuno dell'amministrazione pubblica. Dei passanti si sono fermati in quattro

commemorazione marotta 1
Giornata della memoria per le vittime del lavoro e del dovere. Si commemorano due operai dell’Ilva di Taranto, Paolo Franco, 24 anni, di San Marzano, e Pasquale D’Ettorre, 27enne di Fragagnano, deceduti il 12 giugno 2003 perché travolti da una gru. Si commemorano loro e tutti gli altri. A Martina Franca, la morte sul lavoro più grave, una delle più gravi in assoluto in Italia, è quella di Angelo Marotta, deceduto il 31 ottobre 2005 nella fogna. Doveva andare a… Leggi tutto »

Taranto: giornata della memoria per le vittime del lavoro. Si ricordano due operai Ilva morti 12 anni fa A Martina Franca una cerimonia per Angelo Marotta, morto il 31 ottobre 2005. Incidente sul lavoro ieri a Squinzano, il 28enne Salvatore Angeletta in rianimazione

disoccupati 1
La scopertura di un monumento nel cimitero di Talsan, alle 10, cerimonia-clou nella giornata in cui si commemorano le vittime del lavoro. Ieri, deposizione di una corona nel cimitero tarantino. Si ricorda, per iniziativa del comitato vittime del lavoro e del dovere,  la morte, il 12 giugno 2003, di Paolo Franco, 24 anni, di San Marzano, e Pasquale D’Ettorre, 27enne di Fragagnano, operai dell’Ilva i quali rimasero schiacciati da una gru usata per movimentare le materie prime del parco minerali.… Leggi tutto »

Lecce: protesta degli orchestrali, occupano la presidenza della Provincia Cinquantotto professori della "Tito Schipa" contro i licenziamenti annunciati. A Taranto prosegue l'agitazione dei lavoratori di Isolaverde

disoccupati 1
A Taranto anche oggi centinaia di lavoratori, quelli di Isolaverde, hanno protestato. Non solo loro, per la verità, perché c’è la vertenza Teleperformance con la prima delle quattro giornate di sciopero, c’è la questione della grande distribuzione con centinaia di posti a rischio, e una situazione complessiva occupazionale da rabbrividire, nella città ionica e nella provincia. Comunque, quelli di Isolaverde fanno capo all’amministrazione provinciale e per loro sembra spalancarsi la porta della mobilità, ovvero del licenziamento. La prospettiva è quella… Leggi tutto »

Taranto: Teleperformance, da oggi quattro giorni di sciopero. Interrogazione di Dario Stefàno: subito tavolo interministeriale Oltre a quella del call center ci sono anche le vertenze Isolaverde e della grande distribuzione, fra le emergenze lavorative più gravi

teleperformance assemblea
Da oggi quattro giorni di sciopero a singhiozzo per i lavoratori di Telperformance. I circa 2400 dipendenti (di cui a tempo indeterminato sono più di duemila) del call center tarantino potranno lasciare due ore prima il lavoro e sarà appunto considerato sciopero, secondo quanto programmato dai sindacati che vogliono richiamare l’attenzione generale rispetto alla situazione gravissima della seconda realtà produttiva tarantina dopo l’Ilva. La multinazionale dei call center ritiene quello tarantino e quello di Roma due insediamenti economicamente non convenienti,… Leggi tutto »

Teleperformance: Taranto, da domani quattro giorni di sciopero Dopo il vertice di ieri in cui l'azienda ha comunicato la societarizzazione della sede pugliese e di quella romana del call-center, agitazione a singhiozzo dall'11 al 14 giugno

sciopero teleperformance
Andrea Lumino, responsabile territoriale Slc-Cgil, spiega: “Teleperformance ci annuncia l’avvio del processo di societarizzazione. Sono 25 giorni di battaglia che avremo davanti: non abbiamo ceduto al ricatto, non abbiamo intenzione di cedere successivamente. Le istituzioni non stiano a guardare: 2000 posti di lavoro a Taranto sono un’ecatombe per tutti. Noi siamo subito pronti”. Da oggi il volantinaggio, da domani lo sciopero, fino al 14 giugno l’agitazione a singhiozzo con questa modalità: “i lavoratori, rispetto alle loro turnazioni, possono scioperare uscendo… Leggi tutto »

Teleperformance vende le sedi di Taranto e Roma, convocati i sindacati dall’azienda per oggi pomeriggio Si apre la fase di societarizzazione dei call center. Stato di agitazione proclamato dalle organizzazioni dei lavoratori, a rischio più di duemila posti

teleperformance assemblea
Trasferimento e societerizzazione. L’azienda comunicherà ai sindacati, i cui responsabili sono convocati per le 15 odierne, l’apertura di questo procedimento. Le sedi di Taranto e Roma di Teleperformance, dunque, vengono vendute. La situazione era già sul filo del rasoio, da mesi, e ora precipita. A rischio, per il call center di Taranto, più di duemila posti di lavoro. Il sindacato Slc-Cgil ha immediatamente proclamato lo stato di agitazione, interrotte le relazioni industriali con l’azienda.… Leggi tutto »

Lavoro: in Italia sette milioni di sfiduciati, la maggior parte al sud Eurostat: un laureato italiano su due non trova lavoro entro i primi tre anni, nel resto dell'Unione è uno su cinque

disoccupati 1
Nel Mezzogiorno d’Italia, due milioni 280mila persone sono nella categoria “sfiduciati” fra i lavoratori. Ovvero, potenzialmente sarebbero in età e in grado di un’occupazione ma non la trovano e ormai non la cercano neanche più. Si tratta di un incremento di cerca duecentomila unità rispetto allo stesso periodo, i primi tre mesi, dell’anno precedente. A questi bisogna aggiungere un milione e mezzo circa di disoccupati (meno centomila rispetto all’anno passato). Più di tre milioni di persone, su circa sette milioni… Leggi tutto »