Velga

Electronics Time

Tag: Ilva

Ilva, “non ci aspettavamo la macchina perfetta”

Fim Cisl dopo il primo giorno della nuova proprietà: "ora riprendere l'accordo e gestirlo"

Di seguito un comunicato Fim-Cisl, dichiarazione di Valerio D’Alò segretario interprovinciale per Taranto e Brindisi: Al “day one” dell’era Mittal, dopo l’invio delle lettere ai 10700 dipendenti da assumere alla partenza, sono emerse criticità che il sindacato ha già provveduto ad evidenziare alla direzione aziendale. Questo non ci stupisce e, in fin dei conti, era prevedibile in uno stabilimento complesso come Ilva. Ad aver acuito le difficoltà sono state le visioni “di comodo” che qualche responsabile può aver fornito ai… Leggi tutto »

Ilva, assunzioni e lettere ai lavoratori: se ne parlerà nel vertice dell’8 novembre convocato dal ministro?

Per la verifica dello stato di attuazione dei prigrammi

Nell’incontro dell’8 novembre, presumibilmente, sarà fatta chiarezza. Sui criteri di assunzione in AmIvestco anziché di messa in cassa integrazione, sui criteri anche di comunicazione (per chi è assunto “egregio signora”, per gli altri no) e anche per fugare i dubbi sulla scelta operata in base alla “controllabilità” dei lavoratori più che sulla bravura.… Leggi tutto »

Audi

Ilva di Taranto: sequestro di aree. Accusa, trasformate in discarica. Nove indagati

Guardia di finanza. Oltre cinque milioni di tonnellate di rifiuti pericolosi in aree per 530mila metri quadrati complessivi, secondo la contestazione di disastro ambientale

L’ipotesi è di disastro ambientale. Sequestro preventivo, operato dai militari della Guardia di finanza-nucleo di polizia economico-finanziaria della Guardia di finanza di Taranto. Provvedimente del giudice per le indagini preliminari Vilma Gilli. Alcuni siti gestiti dall’Ilva, al margine nord dello stabilimento siderurgico tarantino (zona della gravina Leucaspide) secondo l’accusa erano stati utilizzati alla stregua di una discarica di oltre cinque milioni di tonnellate di rifiuti pericolosi da circa 530mila metri quadrati complessivi. Nove indagati.… Leggi tutto »




Ilva: le lettere ai lavoratori, “un momento surreale”

Borraccino-Baccaro chiedono al governo che "controlli il rispetto dei criteri di massima trasparenza nella gestione di questa fase"

Di seguito un comunicato congiunto Borraccino-Baccaro; In queste ore gli operai Ilva stanno vivendo, purtroppo, un momento surreale, poiché stanno ricevendo le comunicazioni attraverso le quali apprendono quale sarà il percorso lavorativo e la condizione di reddito che la nuova proprietà ha deciso per loro. Ricordiamo che ci saranno circa 3000 lavoratori che, dal 1° novembre 2018, rimarranno in Amministrazione Straordinaria e quindi in Cassa Integrazione, a zero ore. La nostra posizione, molto critica, sulla cessione di Ilva ad ArcelorMittal… Leggi tutto »

Taras

Ilva: le lettere ai lavoratori

Comunicazioni a chi passa ad AmInvestco e a chi va in cassa integrazione

Ottomiladuecento circa, del sideturgico di Taranto, continuano con la nuova proprietà. A liro la lettera di distacco. Per gli altri la comunicazione dell’entrata in cassa integrazione con l’amministrazione straordinaria. Sono arrivate le lettere dell’Ilva ai lavoratori.… Leggi tutto »

Ilva: il giorno della verità per i lavoratori, 8200 saranno nel siderurgico di Taranto

Oggi è possibile consultare online la situazione. Chi non sarà assunto da AmInvestco rimarrà in cassa integrazione fino al 2023

Consultando online il portale aziendale myIlva, nel primo pomeriggio presumibilmente, ciascun lavoratore Ilva conosce oggi il proprio futuro lavorativo. A parte i circa 500 che hanno scelto l’esodo volontario, saranno assunti circa 10700 lavoratori sui 13422 della gestione condotta finora. Nel siderurgico tarantino saranno 8200 i dipendenti ai quali verrà proposta l’assunzione. Chi non verrà assunto sarà in cassa integrazione fino al 2023, nel novero dell’Ilva in amministrazione straordinaria. Oggi, chissà, presidio di polizia agli k ingressi del siderurgico. Chissà.… Leggi tutto »

Taranto: indotto Ilva, sciopero per i tornelli che non funzionano

Protesta proclamata dai sindacati a causa dei disagi e le lunghe file per i lavoratori. Ilva ad Arcelor Mittal: lunedì i lavoratori conosceranno il loro futuro, con un'app o un numero verde

Sciopero dei lavoratori indotto Ilva, stamani a Taranto. Braccia incrociate fino alle 9. La protesta è legata al cattivo funzionamento dei tornelli agli ingressi, ciò che causa lunghissime file anche sotto la pioggia e disagi per chi deve andare a lavorare. Intanto per i lavoratori Ilva lunedì sarà un giorno decisivo: 8200 rimarranno con la nuova proprietà, gli altri in cassa integrazione. Accedendo a myilva.it i lavoratori conosceranno, lunedì appunto, il loro futuro. O anche attraverso un numero verde telefonico.… Leggi tutto »

Taranto: accusa, prometteva (a pagamento) posti di lavoro. Arrestato ex dipendente Ilva

Secondo la contestazione si faceva versare le somme. Il lavoro non c'era

Un ex dipendente dell’Ilva di Taranto, il 42enne Alessandro Vipari, è stato arrestato dalla polizia. Secondo l’accusa l’uomo, spacciandosi per dipendente del siderurgico e millantando conoscenze importanti, aveva promesso l’assunzione a tempo indeterminato ad alcune donne conosciute in chat. Avrebbero dovuto sostenere fantomatici corsi di formazione, a pagamento. Il lavoro, peraltro, era inesistente.… Leggi tutto »

Taranto, indotto Ilva: i tornelli non funzionano, venerdì due ore di sciopero

Difficoltà e file lunghissime di lavoratori agli ingressi, anche sotto la pioggia. La denuncia sindacale

L’immagine di repertorio risale a qualche settimana fa. Il sindacato Feneal-Uil denunciava la disattenzione nei confronti dei lavoratori all’entrata dell’indotto Ilva, lunghe file sotto la pioggia. Neanche una pensilina. Ora i sindacati rilevano il problema del malfunzionamento dei tornelli all’ingresso, ciò che aggrava la formazione di quelle file. Anche sotto la pioggia. Per questo è stato proclamato uno sciopero di due ore, dalle 7 alle 9, per venerdì.… Leggi tutto »

Ilva, circa cinquecento lavoratori hanno finora scelto la buonuscita

Dati sindacali

Circa cinquecento lavoratori Ilva hanno finora scelto l’esodo volontario. Ciò stando a dati sindacali. Via dal siderurgico con una buonuscita da centomila euro lordi. Tale corrispettivo economico vale per i primi tre mesi dall’ingresso di Arcelor Mittal nella proprietà del colosso siderurgico. Da gennaio ad aprile vi sarà una decurtazione e via via ulteriori cali.… Leggi tutto »

Ilva: al via gli esodi volontari. Incentivo di centomila euro lordi

Si ipotizzano circa 1500 intenzionati ad andare via

I primi hanno firmato oggi. Sono circa trecento quelli che hanno già dato la disponibilità a lasciare, su base volontaria, l’Ilva. Centomila euro lordi (circa 77mila netti) per andare via. Tale incentivo varrà fino a fine anno. Per i tre mesi successivi, incentivo a scalare e così via. La stima è quella di circa 1500 lavoratori che lasceranno l’Ilva volontariamente.… Leggi tutto »

Ilva di Taranto: fuga di gas

Altiforni, evacuati lavoratori

Una fuga di gas si è verificata stamani all’Ilva di Taranto. Zona altiforni. Evacuati lavoratori. Allarme poi rientrato.… Leggi tutto »

Ilva: più del previsto gli operai che vogliono la buonuscita

Iniziata la trattativa fra Arcelor Mittal e sindacati che comunque chiedono chiarezza sulle scelte dei futuri ingaggi

Iniziata la trattativa fra Arcelor Mittal e sindacati sul personale della nuova Ilva. Emerge una novità: il numero dei lavoratori interessati alla buonuscita da centomila euro lordi pare superiore al previsto. L’hanno scelta in circa trecento, in una settimana. Dall’inizio della prossima settimana l’esame delle prime duecento istanze. Arcelor Mittal ribadisce che saranno circa 8400 i dipendenti nel siderurgico di Taranto. Il bonus per l’esodo volontario sarà minore con il passare del tempo. A voler lasciare l’Ilva, secondo le prime… Leggi tutto »

Lavoratori dell’indotto Ilva di Taranto in coda all’entrata sotto la pioggia, ora la lettera sindacale

Dopo la protesta di ieri mattina da parte di un sindacalisra

Dopo la protesta di Salvatore De Comito (Feneal Uil) la vicenda dei lavoratori in coda sotto la pioggia è oggetto di una lettera sindacale all’Ilva.… Leggi tutto »

Ilva di Taranto: in coda sotto la pioggia, “condizioni critiche anche per timbrare”

Portineria imprese dell'appalto, "nessuno fa niente nonostante fosse stata comunicata la difficoltà"

Questa non è la coda per entrare al concerto di Baglioni. Né per la finale di coppa dei campioni. No. È la coda per andare a lavorare all’Ilva di Taranto, all’alba (facciamo notte va). Sotto la pioggia, forte. Salvatore de Comito, sindacalista Feneal-Uil: “portineria imprese dell’appalto, questa è la situazione oggi. Condizioni critiche anche per timbrare. Nessuno fa niente per risolvere questa difficoltà dei lavoratori nonostante avessimo anche dato comunicazione di questo”. Su Taranto, da mezzanotte alle sei e mezza,… Leggi tutto »

Appalto Ilva, chiesto l’intervento del prefetto di Taranto

Dai sindacati dei lavoratori edili

Di seguito il comunicato congiunto: Le incognite riguardano ancora e purtroppo – spiegano le organizzazioni sindacali FILLEA CGIL, FILCA CISL e FENEAL UIL – l’applicazione dei Contratti Nazionali di Lavoro, per i lavoratori impegnati in attività edili e affini che continuano invece ad essere assoggettati a forme di contrattazione peggiorative e lontane dalle loro mansioni. Abbiamo attualmente un quadro generale che vanifica anche gli intendimenti del Protocollo di Legalità sugli interventi di bonifica, ambientalizzazione e riqualificazione dello stabilimento ILVA di… Leggi tutto »

Al via l’Ilva di Arcelor Mittal

Formalmente da sabato, di fatto da oggi

Subito 10700 assunzioni. Le altre via via, fino a completare l’intera forza lavoro, salvo esodi volontari che si prospettano nell’ordine dei duemila. Per chi lascia,  centomila euro. L’Ilva di Arcelor Mittal è formalmente tale dall’altro ieri e di fatto, sul piano operativo, parte oggi. Per il colosso siderurgico che ha nello stabilimento di Taranto il più grande d’Europa è, dopo gli anni Sessanta dell’insediamento Italsider e dopo il ventennio abbondante di Ilva, il terzo momento di storia aziendale. Che deve… Leggi tutto »

Ilva, referendum: sì al 94 per cento

La quasi totalità dei lavoratori a favore dell'accordo e all'ingresso di Arcelor Mittal

Il referendum fra i lavoratori vede prevalere il sì all’accordo e all’ingresso di Arcelor Mittal. È del 94 per cento circa la misura del consenso al passaggio di proprietà. Fonti: sindacati, sindaco di Taranto e ministro dello Sviluppo economico.… Leggi tutto »

Taranto: il consigliere comunale Massimo Battista lascia il movimento 5 stelle, “ha tradito la città”

Conseguenza dell'accordo Ilva

Lascia il gruppo M5S e il consiglio comunale aderisce al gruppo misto. Massimo Battista, riferimento dei Cittadini e lavoratori liberi e pensanti e dei grillini di Taranto, abbandona il movimento. “Ha tradito la città”. Non lascia il consiglio comunale, per rispetto degli elettori. In quanto a Di Maio e a un’eventuale visita alla città ionica, “non credo che sarebbe accolto bene”. L’accordo Ilva è un contrasto inaccettabile con i seicentomila volantini distribuiti l’anno scorso per dire, e prospettare, chiusura e… Leggi tutto »

Ilva: assemblee da oggi per il referendum sull’accordo

Si dà per scontato il via libera da parte dei lavoratori. Il 15 settembre l'ingresso di Arcelor Mittal

Dalle 7 le assemblee dei lavoratori indette da Fiom-Cgil, Fim-Cisl, Uilm-Uil e Usb. I sindacati firmatari dell’accordo con Arcelor Mittal che da sabato sarà proprietario dell’Ilva in caso di prevalenza di “sì” nel referendum dei lavoratori. Proprio al referendum sono finalizzate le assemblee e la procedura della consultazione terminerà giovedì 13.… Leggi tutto »