Flashnews: 19 agosto 2017
Gallipoli: 19enne di Bergamo denuncia di essere stata violentata da sette ragazzi

Ricoverata in ospedale. Stupro di gruppo, indagano i carabinieri

Flashnews: 19 agosto 2017
Barcellona: morta anche Carmen Lopardo, 80enne originaria della provincia di Potenza e residente in Argentina

Tre vittime italiane nell'attentato, deceduti anche Bruno Gulotta, 35enne di Legnano, e Luca Russo, 25enne di Bassano del Grappa

Emiliano, se intenzionato alla segreteria nazionale Pd, lasci la presidenza della Regione Puglia: lo dice Elena Gentile

L'europarlamentare attacca il governatore, in un'assemblea indetta dai renziani di Puglia. Csm: rinviato ad aprile il procedimento nei confronti di Emiliano, perché ha cambiato difensore e ha nominato il tarantino Armando Spataro

Emiliano - Gentile-3Michele Emiliano ed Elena Gentile, nella foto risalente a tre anni fa. Ora non è proprio così. L’europarlamentare attacca frontalmente il governatore della Puglia che vuole diventare segretario nazionale del partito democratico. I renziani di Puglia, fra cui sei parlamentari assenti (per i lavori parlamentari, appunto) ma che hanno aderito all’iniziativa, hanno indetto un’assemblea e in quella sede, proprio la Gentile ha detto che l’aspirazione di Michele Emiliano è pure legittima. Ma non deve confliggere con la grande responsabilità che il popolo pugliese ha conferito ad Emiliano. Quindi, l’affondo: vuole diventare segretario nazionale, lasci la Regione. Michele Emiliano, dal canto suo, tramite social network non risponde direttamente ad Elena Gentile ma osserva che la Puglia è il suo principale pensiero.

Intanto, per la vicenda del procedimento in sede di Consiglio superiore della magistratura, si dovrà attendere qualche mese ancora. Si terrà ad aprile, il rinvio si è avuto perché Michele Emiliano ha cambiato difensore nominando il tarantino Armando Spataro. Il Csm deve valutare se la politica attiva da iscritto Pd, per Michele Emiliano, sia in conflitto con l’essere tuttora magistrato.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *