L'arca

vendesib


Conte assiste al film seduto in terra all’inaugurazione del cinema in piazza Apprezzata presenza a sorpresa del pugliese premier per l'iniziativa del "Piccolo America" di Roma

IMG 20200704 WA0010

Di seguito il comunicato:

Una notte da incorniciare quella a Piazza San Cosimato, cuore pulsante del rione Trastevere, tornato alla vita con la riapertura de “Il Cinema in Piazza”, iniziativa del Piccolo America sostenuta dai partner istituzionali Mibact, Miur e Regione Lazio, nonché da BNL gruppo BNP Paribas, main sponsor storico dell’iniziativa guidata da Valerio Carocci insieme a “I Ragazzi del Cinema America”. L’evento, reso possibile anche grazie a Poste Italiane, Acea e Camera di Commercio di Roma, vede una squadra di oltre quaranta ventenni mossa da un’incredibile forza motrice, quella di credere e volere a tutti i costi un mondo migliore, in cui la cultura sia alla portata di tutti. Uno spirito che il Presidente Giuseppe Conte ha colto in pieno, giunto in piazza a sorpresa per l’apertura della sesta edizione della manifestazione dedicata al cinema che, per prima, riporterà in Italia ospiti internazionali ed esponenti della settima arte italiana.

Il premier, accompagnato dalla fidanzata Olivia Paladino, ha preso posto per terra, tra la gente, riconoscendo tutto il valore di una piazza che lo ha accolto con un grande applauso e con palpabile riconoscenza per l’impegno profuso in questi mesi d’emergenza. Una presenza importante per la prima dell’associazione no-profit che, proprio in questo periodo, prosegue la sua lotta affinché le proiezioni gratuite possano non essere sospese.

 

«Oggi abbiamo dimostrato che è possibile opporsi al distanziamento sociale mantenendo quello fisico. Il cinema è tornato in piazza, ma soprattutto è tornata la voglia di distendere le tensioni, combattere la paura e ritornare a starsi vicini in un rapporto che non guarda al conflitto, ma guarda alla solidarietà. Il cinema in piazza è questo, è un modo diverso e più positivo di vivere i territori. Il cinema è il nostro più bel mondo, quello a cui teniamo di più e che tentiamo di omaggiare con queste serate che allo stesso tempo, rendono omaggio alla nostra città», dichiara Valerio Carocci.

 

Ad aprire i quarantasei incontri che iniziano a San Cosimato e che proseguiranno fino al 30 agosto 2020 nelle arene del Casale della Cervelletta a Tor Sapienza e del Porto Turistico di Ostia, c’è il regista Paolo Virzì, a cui il Piccolo America ha dedicato una rassegna di dieci incontri con proiezioni digitalizzate dalla Cineteca Nazionale, che avranno luogo lungo tutta la manifestazione. “La Bella Vita”, opera prima del livornese, è il film che apre gli incontri di Trastevere, presentato al pubblico dal regista giunto insieme alla bellissima Micaela Ramazzotti e dai protagonisti della pellicola del ’94, Sabrina Ferilli che con il film si aggiudicò il Nastro D’Argento come Miglior Attrice Non Protagonista, seguita da Massimo Ghini e Claudio Bigagli, accolti sul palco insieme al direttore della fotografia Paolo Carnera ed alla costumista Maria Giovanna Caselli.

 

Tra il pubblico, arrivato numeroso e diligente prendendo posto ognuno nella propria zona prenotata online in tempo record, (le prenotazioni infatti sono state aperte alle 9.00 del 3 Luglio e sono andate sold out appena 25 minuti dopo). Durante la serata Virzì ricorda i 26 anni trascorsi da quel suo primo film da regista, dopo anni di sceneggiature, ricorda quanto fossero giovani i suoi attori e sottolinea la felicità di essere tornato a trovare i ragazzi del Piccolo America. A salutarlo c’è anche Adriano Cardinale, fratello di Claudia e storico operatore di steadicam con Virzì ha lavorato. In prima serata arriva anche la presidente del I Municipio Sabrina Alfonsi e poco prima che il film abbia inizio, si vede Fulvio Abbate, seguito dalla giovane Camilla Ghini che, da sotto il palco, riprende papà Massimo mentre racconta aneddoti del film insieme ai colleghi di set Ferilli e Bigagli. L’atmosfera di festa è coinvolgente, come la voglia di cinema e di cultura che ormai da sei anni, riempie le piazze guidate dal Piccolo America oggi pronto più che mai ad affrontare l’estate del Covid con la voglia di non mollare.




sforno

allegro italia

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *