Velga

Electronics Time

Tag: Rignano Garganico

Terremoto: magnitudo 2,6 con epicentro a tredici chilometri da Foggia La lieve scossa alle 14,30

IMG 20190824 152147
Lieve scossa di terremoto in Puglia. Alle 14,30 il terremoto di magnitudo 2,6 con epicentro a undici chiloda Rignano Garganico e a tredici da Foggia (Immagine: fonte ingv.it)… Leggi tutto »

gwf1

Maltempo: cancellati tutti gli intercity da e per Roma Termini Decisione che riguarda anche i treni di collegamento con la Puglia. Emergenza neve: nella capitale scuole chiuse anche domani. Valle d'Itria: chiusura delle scuole a Martina Franca e Locorotondo

IMG 20180226 185046
La decisione riguarda, ovviamente, i treni intercity di collegamento fra la Puglia e Roma Termini. Tutti cancellati, come gli altri da altre zone di Italia in collegamento con la capitale. Conseguenza dell’emergenza neve che, per Roma, significa anche chiusura delle scuole domani. La capitale è proprio in tilt e la giornata dei trasporti, ferroviari soprattutto, è difficilissima. In Puglia un numero crescente di Comuni emette ordinanze di chiusura delle scuole per la neve: a Locorotondo e Martina Franca per esempio,… Leggi tutto »




Regione Puglia: morto Stefano Fumarulo, il dirigente che aveva messo fine al Gran ghetto Aveva 38 anni. Il decesso per aneurisma all'aorta

stefano fumarulo 2
Aneurisma all’aorta. Ha ucciso Stefano Fumarulo, 38 anni. Il giovane dirigente della Regione Puglia è morto a Bari. Guidava il dipartimento antimafia sociale e migrazioni ed era consigliere personale del governatore Michele Emiliano. Era stato, fra l’altro, protagonista principale delle iniziative per mettere fine all’esistenza del Gran ghetto di Rignano Garganico. (foto: fonte foggiatoday.it)… Leggi tutto »

gwf2




Rignano Garganico: investito e ucciso dal treno Frecciarossa Milano-Bari

binario
Un uomo, la cui identità è tuttora ignota, è stato travolto e ucciso dal treno Frecciarossa. Il convoglio, in viaggio da Milano a Bari, ha investito l’uomo in territorio di Rignano Garganico. Notevoli difficoltà al traffico ferroviario, su quella linea, nel pomeriggio.… Leggi tutto »

Taras

Rignano Garganico, ghetto: migrante morto nell’incendio, partecipò a una marcia contro il caporalato Venerdì notte il decesso di due maliani

IMG 20170304 073833
Uno dei due maliani morti nell’incendio del ghetto protestò contro il caporalato. Prese parte, un mese fa a Caserta, ad una manifestazione. Così, per il rogo di venerdì notte a Rignano Garganico, c’è un ulteriore elemento di ipotesi, riguardo al dolo. Potrebbe cioè, il migrante, essere stato punito dagli sfruttatori della manodopera, per la sua contestazione.… Leggi tutto »

Rignano Garganico: dal video dell’Aeronautica militare il sospetto, incendi dolosi Venerdì notte la morte di due migranti maliani. I caporali hanno voluto i roghi per impedire lo smantellamento, è l'ipotesi accusatoria

IMG 20170304 073833
Rase al suolo le baracche,il ghetto non c’è più. Ma sono state ore di assoluta tensione e anche di tragedia, le ultime del ghetto di Rignano Garganico. Venerdì notte la morte, per un incendio, di due migranti maliani. Venerdì in giornata, altri incendi per i quali, inizialmente, si tendeva ad escludere l’origine dolosa. Ora no. Il questore di Foggia parla dell’ipotesi, concreta, di roghi dolosi. C’è un video girato dall’alto, dai militari dell’Aeronautica, nelle fasi dello sgombero, che documenta la… Leggi tutto »

Rignano Garganico: il ghetto non c’è più Definitivamente sgomberato, le ruspe hanno abbattuto le baracche. Ieri notte in un incendio morti due migranti

IMG 20170304 073833
Fine del ghetto di Rignano Garganico. Nelle ultime ore è stato completato lo sgombero e le ruspe hanno finalmente abbattuto le baracche, al termine di una giornata anche tragica. Iniziata, infatti, in piena notte con un incendio in cui erano morti due maliani. Carbonizzati. L’inizio dello sgombero era avvenuto a metà settimana, fra le proteste dei migranti, proteste che sono andate avanti anche nell’intera giornata ieri, con le baracche incendiate dagli stessi che ci vivevano in condizioni estreme, pur di… Leggi tutto »

Rignano Garganico: al ghetto arrivano le ruspe. I migranti si oppongono allo sgombero, baracche incendiate Tensione altissima. Nella notte, due morti per l'incendio non doloso secondo il pm

pompieri rignano 1
Una giornata di estrema tensione, quella di Rignano Garganico. Si completa lo sgombero del ghetto, con le ruspe che buttano giù la baraccopoli. Ma i migranti si oppongono e, nelle ultime ore, le baracche vengono incendiate. La scorsa notte, in un rogo, morti due migranti: incendio, per il quale il pubblico ministero esclude il dolo. (foto home page: repertorio)… Leggi tutto »

Rignano Garganico: ancora un incendio nel ghetto. Due morti nella notte Da alcuni giorni in corso le fasi di sgombero

pompieri rignano 1
Sono due maliani, Mamadou Konate e Nouhou Doumbouya. Di 33 e 36 anni. Carbonizzati, la scorsa notte, nell’incendio scoppiato nel ghetto di Rignano Garganico. Da un paio di giorni è in corso lo sgombero della baraccopoli in cui vivono in condizioni-limite anche fino a cinquemila migranti. Pur con lo sgombero, proprio perché non completato, ci sono ancora varie persone all’interno del ghetto e ci sono tuttora le baracche, di cartone essenzialmente. Il rogo ha interessato, nella notte, una superficie di… Leggi tutto »

Rignano Garganico: sgombero del ghetto Smantellamento della baraccopoli della vergogna, che nelle stagioni-chiave dell'agricoltura arriva fino a cinquemila migranti in condizioni estreme

dia1
La direzione antimafia ha revocato la facoltà d’uso. È un luogo d’illegalità diffusa, dal caporalato in poi. Oggi si sgombera il ghetto di Rignano Garganico, dove arrivano ad agglomerarsi nella baraccopoli fino a cinquemila persone. Sfruttate e costrette a condizioni di vita ai limiti della sussistenza.… Leggi tutto »

Borgo Mezzanone: incendio nel ghetto dei migranti, morto ventenne bulgaro Il rogo la scorsa notte, nella baraccopoli a una ventina di chilometri da Foggia. Alcune sere fa, le fiamme distrussero il Gran Ghetto di Rignano Garganico

pompieri rignano 1
La foto si riferisce all’incendio di alcune sere fa. Pompieri al lavoro, anche la mattina dopo, al Gran Ghetto di Rignano Garganico, distrutto. Non ci furono morti. La scorsa notte, purtroppo, invece c’è stata una vittima, nell’incendio che ha devastato la baraccopoli di Borgo Mezzanone, ancora nel foggiano. Il ghetto dei migranti è stato avvolto dal rogo, originato dalla necessità di accendere un fuoco per fronteggiare il gran freddo. La vittima è un ragazzo di venti anni, bulgaro.… Leggi tutto »

Foggia-San Severo: Gran Ghetto, grande incendio Rignano Garganico, a fuoco un centinaio di baracche in cui sopravvivono immigrati. Rogo più grave di quello di febbraio. Alcuni feriti, intervento di otto squadre dei pompieri oltre a carabinieri e soccorritori

pompieri rignano 1
Incendio al Gran Ghetto, tra Foggia e San Severo. Una delle vergogne di Puglia. Il rogo di Rignano Garganico, anche più grave rispetto a quello del 7 febbraio scorso per le proporzioni, ha provocato alcuni feriti. Necessario l’intervento di otto squadre di vigili del fuoco, al lavoro da ieri sera per spegnere le fiamme divampate nel villaggio di cartone, in cui sopravvivono, ai limiti della sopravvivenza, migranti. Migliaia. Con i pompieri, anche carabinieri e soccorritori al lavoro per aiutare le… Leggi tutto »

Incidente sulla Foggia-Ascoli Satriano: tre morti, tutti di Deliceto Scontro fra auto e camion. Vittime, la 24enne Chiara Cesare e i fratelli Patrizio e Ciro Lamparella, di 32 e 45 anni. In gravi condizioni il conducente dell'autocarro

incidente stradale
Chiara Cesare, Patrizio Lamparella e suo fratello Ciro erano a bordo della Fiat Multipla che percorreva la Foggia-Ascoli Satriano. La 24enne e i fratelli di 32 e 45 anni, tutti di Deliceto, per lo scontro con l’autocarro condotto dal 61enne Vincenzo Carpino, sono morti. Il conducente del camion, residente a Rignano Garganico e originario di San Giovanni Rotondo, è in gravi condizioni.… Leggi tutto »

Rignano Garganico, sopralluogo del ministro della Giustizia al gran ghetto: “una città fantasma” Visita a sorpresa di Andrea Orlando dopo il vertice in prefettura a Foggia per il contrasto al caporalato

orlando ghetto rignano garganico
Il ministro della Giustizia, Andrea Orlando, parla di città fantasma, “una non città”. Sopralluogo a sorpresa del ministro, al gran ghetto di Rignano Garganico, dopo il vertice in prefettura a Foggia per il contrasto al caporalato. Il titolare del dicastero della Giustizia ha così valutato direttamente le condizioni infernali in cui si trovano, nell’agglomerato, duemila persone. Dal profilo facebook di Andrea Orlando, testo e foto di seguito: Una città fantasma. Una non città. Eppure migliaia di uomini e donne danno… Leggi tutto »

Foggia: vertice in prefettura con il ministro, contrasto al caporalato Emiliano, intervento sul caso del gran ghetto

disoccupati 1
Il ministro della Giustizia, Andrea Orlando, oggi presiede il vertice in prefettura a Foggia. Vertice finalizzato, nel pieno della stagione della raccolta di pomodoro, a contrastare il caporalato. Il presidente della Regione Puglia, dal canto suo, ha parlato del gran ghetto di Rignano Garganico. Chiede un intervento al governo perché aiuti la Regione a far sì che quell’agglomerato di schiavitù e che finisce per alimentare le mafie, sia cancellato quanto prima.… Leggi tutto »

Libera San Severo: con i soldi spesi per il gran ghetto si è finito per alimentare la malavita Pronto l'esposto alla procura della Repubblica, i volontari ritengono fosse possibile una spesa minore per far vivere meglio i circa duemila migranti

ghetto rignano
Libera San Severo ha pronto un esposto alla procura della Repubblica. Quanti soldi spesi per il gran ghetto di Rignano Garganico, dove sono agglomerate in maniera bestiale circa duemila persone? E quale spesa pubblica, da milioni di euro (quattro ogni anno, secondo le stime) per far vivere quei migranti nelle condizioni peggio che miserevoli in cui vivono. Tutto ciò, fra l’altro, ha finito solo per alimentare le lucrose attività della malavita. I volontari dell’associazione di contrasto alle mafie e di… Leggi tutto »

Morto in ospedale a San Severo il 34enne accoltellato ieri nella rissa al gran ghetto Nella baraccopoli di fra Rignano Garganico, San Severo e Foggia sopravvivono circa duemila persone

ambulanza
Morto a causa della gravità delle ferite. Il 34enne del Mali, accoltellato ieri all’addome al culmine di una lite con un ivoriano, non ce l’ha fatta. La rissa era scoppiata nel tardo pomeriggio, nel gran ghetto, la baraccopoli che si trova fra i territori di Foggia, San Severo e Rignano Garganico: vi sopravvivono, in condizioni davvero estreme, circa duemila migranti, essenzialmente africani. Il 34enne è deceduto in ospedale a San Severo.… Leggi tutto »

Gran ghetto fra le campagne di Foggia, San Severo e Rignano Garganico: rissa, un ferito grave Accoltellato, è in prognosi riservata

ospedali riuniti foggia
Aggiornamento a questo link: https://www.noinotizie.it/28-07-2016/morto-in-ospedale-a-san-severo-il-34enne-accoltellato-ieri-nella-rissa-al-gran-ghetto/ Ricoverato agli Ospedali riuniti di Foggia, è in pericolo di vita. Prognosi riservata, dopo la coltellata subita al culmine di una rissa scoppiata, nel tardo pomeriggio ieri, nel Gran ghetto che si trova nelle campagne tra Foggia, San Severo e Rignano Garganico. Quell’enorme dormitorio in cui sopravvivono centinaia di migranti, è stato il teatro della lite fra un senegalese e un ivoriano, sfociata appunto nel ferimento: coltellata all’addome.… Leggi tutto »

Rignano Garganico, incendio al campo degli immigrati: appello della Caritas, servono coperte Distribuiti generi di conforto "perché chi ha perso tutto potesse ripararsi dal freddo"

incendio rignano garganico
Appello della Caritas di Foggia: Dopo l’ incendio della gran parte delle baracche del Ghetto (tra le campagne di Foggia e San Severo), come sempre vicina a chi è in difficoltà, nella giornata di ieri la Caritas Diocesana di Foggia ha distribuito al ghetto 350 coperte perché chi ha perso tutto potesse ripararsi dal freddo. Ma ancora tante coperte serviranno sicuramente, per cui ci affidiamo alla generosità di tutti coloro che volessero donarci delle coperte che potranno essere lasciate presso… Leggi tutto »

Rignano Garganico: incendio al campo degli immigrati “forse un atto doloso” Lo dice Michele Emiliano, presidente della Regione Puglia

pompieri notte
Nella notte, l’incendio al campi degli immigrati a Rignano Garganico, nel foggiano. Quattro intossicati, struttura completamente distrutta. È perfino una fortuna che le centinaia di persone si siano salvate. Natura accidentale dell’incendio, ipotesi che ha preso corpo subito. Fino alle parole di Michele Emiliano: “forse un atto doloso”, la clamorosa dichiarazione del presidente della Regione Puglia, che apre uno scenario completamente diverso e inquietante.… Leggi tutto »