Nuova costruzione
Flashnews: 23 marzo 2019
San Pietro Vernotico-Cellino San Marco: incidente, tre morti

Scontro nella notte, vittime in età fra i 17 e i 19 anni. Due feriti

Flashnews: 23 marzo 2019
Giornate Fai di primavera, oggi e domani. Gli appuntamenti in Puglia

Ventisettesima edizione


Archeologia, oggi convegno a Lecce

Università del Salento, stamani convegno sui diritti umani

Di seguito alcuni comunicati diffusi dall’Università del Salento:

Martedì 5 marzo 2019 presso il MUSA – Museo Storico-Archeologico dell’Università del Salento, alle ore 17, in programma il secondo incontro del ciclo “Il passato per il futuro. Dialoghi sulle nuove frontiere dell’archeologia”, con i ricercatori del Dipartimento di Beni Culturali Milena Primavera e Francesco Ceraolo.

Milena Primavera, ricercatrice in Archeobotanica e Paleoecologia, tratterà di “La cultura del cibo e le culture nel cibo: la cucina siciliana tra Arabi, Normanni e Svevi alla luce delle indagini archeobotaniche”. Il cibo, oggi più che mai, è un prodotto culturale: i piatti e gli ingredienti, le modalità di preparazione e i modi di consumare e condividere le pietanze rappresentano l’espressione più immediata della cultura di una comunità. Ma il cibo spesso è il frutto dell’incontro di culture diverse che, nei secoli, con le loro diverse identità, hanno contribuito a plasmare la nostra. Il seminario presenterà le scoperte effettuate dal Laboratorio di Archeobotanica e Paleoecologia dell’Università del Salento in alcuni scavi medievali siciliani, all’interno di un progetto europeo in collaborazione con l’Università di York e di Roma Tor Vergata. I resti di semi e di frutti antichi provenienti da contesti archeologici arabi, normanni e svevi consentono infatti di ricostruire la storia della cucina siciliana fino a scoprire le radici dell’identità culinaria siciliana odierna.

Francesco Ceraolo, ricercatore in Discipline delle Spettacolo, parlerà poi di “Lo spettacolo dell’archeologia. Teorie e pratiche del riuso teatrale”, approfondendo il tema del riuso dei teatri antichi per ospitare messinscene contemporanee che, a partire dall’inizio del Novecento, è stata una delle pratiche più utilizzate per ridefinire lo spazio teatrale nella modernità. Il sito archeologico non è infatti solo il contenitore scenografico dello spettacolo, ma è il luogo in cui si consuma un “ritorno alle origini” della pratica teatrale, in cui cioè la rappresentazione teatrale ritrova il suo valore comunitario e politico.

L’ingresso è libero fino a esaurimento dei posti; consigliata la prenotazione al numero 0832 294253 o inviando un’e-mail all’indirizzo infomusa@unisalento.it

—–

“In difesa dei diritti umani: garanzie internazionali ed europee” è il convegno di studi in programma martedì 5 marzo 2019, dalle ore 9, nell’aula magna del Dipartimento di Scienze Giuridiche dell’Università del Salento (complesso Ecotekne, via per Monteroni, Lecce – corpo R). Promosso dallo stesso Dipartimento di Scienze giuridiche e dal Dipartimento di Storia, Società e Studi sull’Uomo, il convegno vuole rendere omaggio alla memoria di Saverio de Bellis, docente di Diritto internazionale, Diritto internazionale privato, Organizzazione internazionale e Diritto dell’Unione europea nei corsi di laurea in Giurisprudenza e in Scienze politiche e delle Relazioni Internazionali, Direttore del Dipartimento di Scienze Giuridiche e componente del collegio docenti del Dottorato di ricerca in Scienze Bioetico-giuridiche.

«Lo ricordiamo per il suo impegno istituzionale», sottolineano gli organizzatori, «caratterizzato da rigore e autorevolezza, per la sua attività didattica, per le sue ricerche nel campo del diritto internazionale, del diritto dell’Unione Europea e della tutela dei diritti umani». Il convegno si propone di ripercorrerne quindi l’itinerario scientifico e intellettuale, trattando temi che vanno dai diritti umani al diritto umanitario, dall’analisi di tali diritti nel sistema della CEDU all’aspetto specifico della tutela della libertà religiosa, dalle nuove schiavitù al tema della protezione internazionale, fino ai confini dell’hate speech nella digital era


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Università del Salento, stamani convegno sui diritti umani

">