Velga

Electronics Time


Matera: il Comune verso l’acquisto del teatro Il 28 novembre la vendita senza incanto

DUNI TEATRO

Di Nino Sangerardi:

Si celebra il giorno 28 novembre 2019, ore 15.30 Tribunale di Matera, la vendita senza incanto del lotto unico Cine Teatro Egidio Romualdo Duni. Struttura di particolare pregio, realizzata negli anni 1947-1949 con progetto dell’architetto e urbanista materano Ettore Stella.
Correva l’anno 2016.L’Amministrazione municipale di Matera chiede all’Agenzia delle Entrate una perizia tecnico estimativa per la valutazione del prezzo di acquisto del Cine Teatro Duni.
I tecnici dell’Agenzia stimano in 3.422.000,00 euro il valore dell’immobile,ritenuto congruo dall’Agenzia del Demanio di Roma.
Di conseguenza si aprono le trattative con la proprietà del Cine Teatro. Operazione “non andata a buon fine”.
Il consiglio comunale in data 26 novembre 2018 manifesta la volontà di comprare l’edificio storico-culturale impegnando la somma di euro 2.500.000,00. Successivamente il palazzo viene messo all’asta—mediante procedura immobiliare n.144/2016—dal Giudice dell’esecuzione delegato alla vendita avvocato Vincenzo Celano. A metà novembre 2018 sindaco e assessori della Città dei Sassi autorizzano il Dirigente comunale a presentare l’offerta di acquisto del Cine Teatro. La compravendita è sospesa con ordinanza del sette gennaio 2019,a seguito dell’opposizione della “società debitrice esecutata,con conferma del prosieguo dell’esecuzione”.
La prima settimana di giugno 2019 a fronte della rinuncia dell’avv. Celano il Giudice nomina l’avv. Massimiliano Miglio con studio in Matera. Questi al fine di attuare le procedure di alienazione dei beni immobiliari facenti parte del compendio pignorato,notifica che “il 28.11.2019 si terrà la vendita del Cine Teatro Duni”.
Il fabbricato è a tutt’oggi occupato poiché oggetto di un contratto di locazione con scadenza naturale il 31 dicembre 2022. Tuttavia la medesima convenzione stabilisce che “ nel caso di cessione dell’immobile da parte del locatore il presente contratto perderà immediatamente efficacia e validità”.
Lo stabile ha una rendita catastale di 17.254,05 euro,volumetria totale pari a metri cubi 13.000,valore di stima base 3.332.600,00 euro. Offerta unica di partecipazione all’asta euro 2.499.510,00,rilancio minimo 5.000,00 euro.
Arriva il 26 giugno 2016 e il sindaco Raffaello De Ruggeri comunica quanto segue :”Come ben noto per il recupero di tale indispensabile presidio culturale il Comune dispone di 2.800.000,00 euro per acquisto e 4.500.000,00 euro per restauro e recupero funzionale di tale luogo della cultura”.
Considerato che Matera dal 2014 designata capitale europea della cultura 2019 e che,a novembre 2019, è priva di un teatro “confacente a tale ruolo,e la cui designazione produrrà negli anni a venire ricadute sulla città,occorre acquistare il Cine Teatro Duni per dotare Matera di un immobile di interesse culturale,senza sottacere che il prezzo a base d’asta è inferiore a quello stimato dall’Agenzia delle Entrate”.
Pertanto la Giunta comunale,pochi giorni fa, ha impegnato all’uopo la cifra di 2.499.510,00 euro.




allegro italia

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *