CONFASI
Flashnews: 17 febbraio 2019
San Severo: la scelta del candidato sindaco finisce a pugni fra leghisti, un ricoverato

Caso scatenante, il sostegno ad una esponente di Forza Italia

Flashnews: 16 febbraio 2019
Gallipoli: elemosinante nigeriano sventa rapina al supermercato. E viene assunto

Bottino interamente recuperato


Lecce-Ascoli, grave infortunio al giocatore Scavone che perde conoscenza: partita rinviata

Calcio serie B: il calciatore ricoverato al "Vito Fazzi", deve la vita al dottor Palaia

Cinque secondi dopo l’inizio della partita. Confronto di testa a centrocampo, Manuel Scavone cade male. Batte la testa sul terreno di gioco. Perde conoscenza. Ambulanza in campo.

Il rianimatore dottor Palaia, medico sociale del Lecce, ha praticamente salvato la vita al giocatore giallorosso, poi portato al “Vito Fazzi”. Reparto di cardiologia. Si è temuto l’arresto cardiaco. Lecce-Ascoli sospesa, quindi rinviata a data da destinarsi.

Manuel Scavone è cosciente.

Di seguito un comunicato diffuso dall’Asl Lecce:

 

Il calciatore del Lecce, Manuel Scavone, in Pronto Soccorso al “Fazzi”:
ha subito un forte trauma cranico commotivo, ma è fuori pericolo
Il calciatore del Lecce Manuel Scavone, vittima di un violento scontro di gioco, è fuori pericolo. E’ giunto pochi minuti fa nel Pronto Soccorso dell’Ospedale “Vito Fazzi” di Lecce, dove i medici gli hanno prestato le prime cure, riscontrando un forte trauma commotivo con momentanea perdita di coscienza.
Le condizioni del paziente sono comunque buone. I medici hanno già eseguito diverse Tac: cranio, cervicale e torace, tutte con esito negativo, quindi senza lezioni interne. Poichè il paziente ha perso conoscenza, i medici del Pronto Soccorso, d’intesa con il neurochirurgo di turno, hanno deciso il ricovero precauzionale in Neurochirugia, dove sarà tenuto in osservazione per almeno 24 ore.


Carla Palone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Calcio serie B: il calciatore ricoverato al "Vito Fazzi", deve la vita al dottor Palaia

">