Velga

Electronics Time

Tag: sud

Gigi D’Alessio: ho fatto la gavetta io, non sono uscito mica dal Grande Fratello

Il cantautore napoletano in un'intervista a Radio Club 91: "per chi viene dal sud è difficile superare la dogana virtuale di Caianello" AUDIO

Di seguito un comunicato diffuso da Radio Club 91: “Ho fatto la gavetta io, non sono uscito mica dal Grande Fratello. Per chi viene dal Sud, è difficile superare la dogana virtuale di Caianello, ma una volta oltrepassata nessun uragano può abbatterci. Ho presenziato a più matrimoni di un prete. E Morandi mi ha cantato ‘Na Sera ‘e Maggio al telefono”. Così Gigi D’Alessio ai microfoni di Radio Club 91 intervistato da Cristian Gambardella nel programma Caffè Sospeso in onda… Leggi tutto »

Megamark di Trani, si consolida la presenza nel Mezzogiorno: affiliati 24 punti vendita in Campania

Gruppo leader nella distribuzione

Di seguito un comunicato diffuso dal gruppo Megamark: il Gruppo Megamark di Trani, leader del Mezzogiorno nella distribuzione moderna con una quota di mercato del 10%, consolida la sua presenza in Campania. Il Gruppo, associato a Selex, ha infatti siglato in questi giorni un accordo con la famiglia Cristiano per l’affiliazione di 24 punti di vendita a insegna Superò presenti prevalentemente su Napoli.   Oltre all’affiliazione della rete commerciale, che comprende supermercati e superette e un cash & carry ubicato… Leggi tutto »

Audi

Confesercenti: al sud 16 famiglie su cento non arrivano a fine mese

Aumenta l'indice di solidità economica nella media nazionale ma nel meridione no

“C’è un miglioramento percepibile ma la lunga crisi economica ha approfondito le distanze tra le macro aree del Paese. Le famiglie delle regioni meridionali, in particolare, fanno fatica ad uscire dalle difficoltà, recependo dopo e più debolmente delle altre i segnali di ripresa. Da questo punto di vista è apprezzabile il piano straordinario di interventi previsto per il Mezzogiorno nella Legge di Stabilità: ma in passato ce ne sono stati altri, rivelatisi alla fine quasi tutti inefficaci. Dobbiamo cambiare passo:… Leggi tutto »




Qualità dell’ambiente urbano: indagine Istat, aumentano esposti al sud per il rumore, diminuiscono i controlli

Lo studio fa riferimento ai vari fattori che determinano la vita nelle città. Esempi: mobilità, con la crisi che ha provocato un calo per il terzo anno consecutivo; rifiuti, con il nord al vertice nella raccolta differenziata; acqua potabile, con il consumo in calo

Di seguito la comunicazione dell’Istat, istituto nazionale di statistica e a seguire, in vari formati, il comunicato e le tabelle del rapporto: Qualità dell’ambiente urbano – Fattori di pressioneNel corso del 2014 si rileva un miglioramento generalizzato della qualità dell’aria nel 2014, soprattutto nelle città del Nord; i livelli per alcuni inquinanti permangono tuttavia elevati e in diversi capoluoghi si rilevano picchi nelle medie orarie o giornaliere. Nelle città del Centro-Nord diminuiscono gli esposti presentati per il rumore nel 2014,… Leggi tutto »

Taras

“Sud, un mix di possibilità: non si vive di solo turismo”

Taranto: Angelo Bruscino, presidente giovani imprenditori Confapi, sul rapporto Svimez

Di Vito Piepoli: “Sono giorni di acceso, ennesimo, dibattito sul Mezzogiorno, scatenato dai dati del rapporto Svimez” ha riferito Angelo Bruscino, imprenditore impegnato nella Green Economy, presidente giovani imprenditori CONFAPI – l’importante è avere un mix di possibilità, non si vive di solo turismo, si vive di industria, di turismo e di cultura e certo che il Sud ha un grandissimo potenziale nell’ambito turistico culturale che è stato poco sfruttato anche a causa di una povertà di infrastrutture di tipo… Leggi tutto »

Sud: direzione nazionale Pd, Renzi “ora avviamo il dibattito. Masterplan entro un mese”

Il segretario nazionale del partito e presidente del Consiglio, Pd regge le regioni del meridione. Sull'Ilva: non potrà esserci sempre intervento pubblico. Le differenze da Michele Emiliano sul gasdotto Tap

Il sud è ripartito grazie al Pd che regge ora le regioni meridionali e fa ripartire l’Italia. Matteo Renzi, segretario nazionale del partito democratico e presidente del Consiglio, si esprime in questi termini, nel corso della direzione nazionale del partito, convocata dopo che un gruppo di deputati facenti capo ai grupppi Pd (primo firmatario il pugliese Dario Ginefra) aveva chiesto che si svolgesse la direzione nazionale per valutare i preoccupanti dati Svimez. Ovvero, il meridione va peggio della Grecia. Renzi… Leggi tutto »

Sud: oggi pomeriggio direzione nazionale Pd. Ci saranno anche i governatori delle regioni meridionali

Dopo il rapporto Svimez un gruppo di parlamentari, primo firmatario il pugliese Dario Ginefra, aveva chiesto la convocazione della riunione

Oggi il partito democratico, il cui segretario nazionale è pure presidente del Consiglio, affronta la questione meridionale. Direzione nazionale alle tre del pomeriggio. Il caso sud è scoppiato di nuovo (ma per chi ci vive non è stato neanche sorprendente) dopo la diffusione del rapporto Svimez, quello che parla di un meridione d’Italia andato peggio della Grecia, negli ultimi quindici anni. Un gruppo di parlamentari dei gruppi Pd, primo firmatario il pugliese Dario Ginefra, ha proposto con una petizione che… Leggi tutto »

Regioni del sud, “il governo le ha definitivamente abbandonate al loro destino”

Secondo l'eurodeputata M5S è dimostrato anche dal "fallimento sui fondi Ue"

Di seguito un comunicato diffuso da Rosa D’Amato, deputata al parlamento europeo: “Il Sud rischia di finire in un vortice di sottosviluppo permanente. E il confronto con la Grecia e altre regioni europee, cosi’ come i 10 miliardi di fondi europei che il Mezzogiorno non ha saputo spendere e che adesso rischia di perdere, dimostrano che la colpa non è solo della crisi: la responsabilità è di una classe dirigente che in questi anni ha depauperato le regioni del Sud… Leggi tutto »

Rapporto Svimez: deputati Pd, il vertice del partito convochi la direzione nazionale monotematica sul Mezzogiorno

Primo firmatario della richiesta, Dario Ginefra. Renzi convoca la seduta straordinaria per il 7 agosto

Primo firmatario, il pugliese Dario Ginefra. I parlamentari dei gruppi Pd chiedono che la direzione nazionale del partito convochi un vertice, tema il Mezzogiorno. I dati Svimez diffusi alcuni giorni fa, dati che danno per il sud Italia un responso peggiore rispetto a quello della Grecia, confermano “le preoccupazioni che molti avevano manifestato sui gravi ritardi accumulati in questi decenni dal Mezzogiorno. C’è bisogno di un’iniziativa forte e decisa nel Pd e a partire dal Pd. C’è bisogno di discussione,… Leggi tutto »

Guasto alla linea elettrica, sei treni bloccati per ore alle porte di Roma

Cinque Frecciarossa e un treno regionale. In piena notte è stato completato il trasbordo di passeggeri da un convoglio alla stazione Tiburtina

Un guasto alla linea elettrica ha provocato disagi notevolissimi, fino a notte, a centinaia di passeggeri. Anche provenienti dal sud Italia verso la capitale. Alle porte di Roma, infatti, sono rimasti bloccati cinque Frecciarossa, oltre a un treno regionale. I passeggeri, bloccati sui convogli, hanno lamentato come mancassero l’aria e la luce, problema andato avanti per ore. A notte inoltrata, ad esempio, per quelli che si trovavano a bordo di uno dei convogli, è stato completato il trasbordo fino alla… Leggi tutto »

Hai la macchina a metano? L’assicurazione ti costa di più

SOStariffe.it nel suo ultimo osservatorio rileva un aumento anche del 21%. Al sud è del 9,6% ma nel meridione l'assicurazione Rc auto costa fino al 68% in più che altrove

Le compagnie assicurative sostengono che, circolando più delle altre, le auto a metano debbano pagare più delle altre. Gli installatori non la pensano così e dicono che lo Stato incentiva l’uso del metano, dunque è un controsenso far pagare di più l’assicurazione. Comunque, secondo SOStariffe.it e il suo ultimo osservatorio, così è andata: incremento Rc auto per le auto a metano (in realtà, pure gpl e diesel hanno subìto aumenti rispetto alle auto a benzina) anche del 21 per cento… Leggi tutto »

San Faustino: vivere soli costa il 74 per cento in più

Analisi Coldiretti. Al sud, tanto per cambiare, i dati peggiori

San Faustino, poco da festeggiare per chi non ha l’altra metà. Un problema anche economico. Secondo Coldiretti, appunto, “c’è poco da festeggiare per i 7,1 milioni di single italiani che per vivere da soli devono affrontare in un momento di crisi un costo della vita superiore in media del 74 per cento”. Nel giorno dei single, all’indomani del San Valentino delle coppie innamorate, l’associazione degli agricoltori ha confrontato i costi della vita da soli con la spesa media di ogni… Leggi tutto »

L’Italia a due velocità: prodotto interno lordo al sud, la metà di quello del nord. Provincia Bat sul podio della povertà

Nel Mezzogiorno: poco più di 17mila euro. Settentrione: poco meno di 34mila

La ricchezza, nell’Italia meridionale, è metà di quella settentrionale. Ricchezza pro-capite di 17mila 200 euro, al sud. Ricchezza pro-capite di poco inferiore ai 34mila euro al nord. Per l’esattezza si tratta di un gap del 45,8 per cento. L’Italia del nordovest, fra l’altro, è anche leggermente più ricca di quella di nordest. In Puglia, dove la situazione è tutt’altro che rosea, si trova una delle province più povere in assoluto: la Bat è terzultima a livello nazionale con meno di… Leggi tutto »

Salvini vuole anche il sud: dal simbolo sparisce la parola Lega

Presentato dal leader del Carroccio

Ormai è indicato come l'”altro” Matteo. Ovvero, l’avversario principale di Renzi. Oggi, per chiarire che non vuole limitarsi al nord Italia, ha presentato il nuovo simbolo, che andrà bene dunque anche per il meridione. Sparisce la parola Lega e Matteo Salvini punta a ingrossare le fila del movimento e dell’elettorato. Dopo i fischi dei mesi scorsi nel suo giro fra Napoli, Taranto e la valle d’Itria, chissà stavolta.… Leggi tutto »

Cinque milioni e mezzo di migranti in Italia: al sud il 14,6 per cento

Dati Idos-Ismu. All'inizio di quest'anno l'incremento è stato di mezzo milione. Le donne più degli uomini. Un quarto dell'immigrazione è fra Milano, Roma, Torino e Brescia

Cinque milioni e mezzo di migranti in Italia, dati riferiti all’1 gennaio 2014. Non c’è, dunque, ancora il parametro aggiornato con l’imponente ondata migratoria degli ultimi mesi. Peraltro, rispetto all’anno prima, si tratta di un incremento di mezzo milione di persone e le donne hanno superato in numero gli uomini, di circa trecentomila unità. Il meridione è senza alcun dubbio la porta della migrazione, si pensi a Lampedusa stremata e anche alle altre regioni che offrono la prima accoglienza (la… Leggi tutto »

Rifiuti: l’Italia è divisa in due anche per la raccolta differenziata

Alcune realtà virtuose, in ambito nazionale le cose migliorano ma il sud, pur essendoci Comuni esemplari, è una zavorra. Ancora una volta. E l'Italia rischia la procedura d'infrazione Ue

Aumenta la raccolta differenziata in Italia pur rimanendo distante dagli obiettivi nazionali imposti dall’Ue che ha fissato una quota del 50% per il 2020. Sei i comuni virtuosi: Capannori in Toscana, Trento, Pordenone raggiungono i livelli più alti di riciclo; Perugia, Belluno e Treviso sono quelli che hanno tagliato più CO2. Questo i dati raccolti dall’Associazione nazionale dei comuni italiani e Conai, il Consorzio nazionale degli imballaggi. (fonte tgcom24.it). In realtà, riciclo e raccolta differenziata sono due cose… Leggi tutto »

The Telegraph: il declino del sud Italia è catastrofico

"I turisti stranieri potrebbero non accorgersene vedendo lo splendido barocco leccese" ma di catastrofe si tratta secondo l'analisi impietosa ed estremamente allarmante di un giornale fra i più prestigiosi al mondo

Praticamente analizza i dati Svimez di qualche giorno fa. E, senza tanti giri di parole, usa un aggettivo: catastrofico. Così il Telegraph, uno dei più importanti giornali del mondo, parla del sud Italia. Nell’articolo di Nick Squires viene evidenziato che ci sono i sei anni consecutivi di recessione e si va dritti dritti verso il settimo, che il declino industriale e quello demografico sono terribili e tutto ciò, per l’appunto, viene rassunto in quel “declino catastrofico” con cui vengono descritte… Leggi tutto »

Il sud sta come un secolo fa

Il tasso di natalità è ai livelli della prima guerra mondiale. Più morti che nati, solo nel 1918 e nel 1867 era successo. Rapporto Svimez: oggi diffusi i dati 2013, Pil del meridione d'Italia a -1,5% su base annua, settimo anno di recessione. Media nazionale: -0,4%

Il sud zavorra d’Italia. O anche: sud, bollettino di guerra (ne parliamo più avanti). Il rapporto Svimez, i cui dati erano stati anticipati nei giorni scorsi e sono stati diffusamente spiegati oggi, non ammette giri di parole. Prodotto interno lordo, ovvero ricchezza del territorio: -1,5 per cento su base annua, il che condiziona la media nazionale facendola arrivare a -0,4 per cento. Se fosse solo per il nord, il segno sarebbe più. Natalità: siamo ai livelli del 1918. Cioè bisogna… Leggi tutto »

Il trionfo arriva dal sud: Vincenzo Nibali ha vinto il Tour de France

Lo squalo di Messina fa sua la più importante corsa ciclistica a tappe, dopo aver vinto Giro d'Italia e Vuelta

Il trionfo di Vincenzo Nibali. Dopo Marco Pantani, un italiano vince il Tour de France di ciclismo. Dal profondo sud Italia, lo squalo di Messina (lo chiamano così) ha vinto così anche l’edizione 101 della corsa più importante delle corse a tappe, dopo che negli anni scorsi si era aggiudicato il Giro d’Italia e la Vuelta spagnola. A Messina, ma in realtà in tutta Italia, è festa perché l’impresa è di quelle che fanno la storia del ciclismo. E capita… Leggi tutto »

Crisi: nel sud Italia chiudono due imprese ogni 5 minuti

Sono 573 al giorno. Confindustria: persi 47,4 miliardi di Pil

Allarme di Confindustria per il sud Italia. Si sono persi 47,7 miliardi di prodotto interno lordo, cioè di ricchezza, a causa soprattutto del disimpegno sostanziale nei confronti del Mezzogiorno. Ci sono molti miliardi di euro in meno in tema di investimenti pubblici, le banche hanno stretto i cordoni della borsa e non concedono prestiti in maniera adeguata. Va a finire che chiudono imprese con una media di 573 al giorno, due giovani su tre sono disoccupati. La crisi, insomma, ha… Leggi tutto »