Velga

Electronics Time


Fasano: coinvolto in incidente, 51enne con tasso alcolemico quasi cinque volte oltre il consentito Accertamenti condotti dai carabinieri che hanno sequestrato il mezzo e ritirato la patente al guidatore ubriaco. San Michele Salentino: maltrattamenti in famiglia, denunciato quarantenne

carabinieri notte

Di seguito un comunicato diffuso dai carabinieri:

I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Fasano al termine degli accertamenti hanno deferito in stato di libertà un 51enne del luogo per guida in stato di alterazione psicofisica da assunzione di alcol. L’uomo coinvolto con la sua vettura in un sinistro stradale di lieve entità con soli danni ai mezzi, non è riuscito a trovare un accordo con la controparte in relazione alle responsabilità. E’ stata pertanto attivata pattuglia dell’Arma che ha proceduto ad effettuare tutti gli accertamenti che la circostanza ha richiesto, sottoponendo l’uomo alla prova dell’etilometro e riscontrandone la positività riguardo allo stato di ebbrezza alcolica con un tasso di 2,39G/L che è particolarmente elevato e che contempla rigorose sanzioni sia di natura penale che amministrativa.

Infatti la norma di riferimento per quanto riguarda la guida in stato di ebbrezza è l’art.186 del codice della strada: che punisce le condotte di chi guida in stato di ebbrezza alcolica. Le sanzioni, previste variano a seconda del tasso alcolemico riscontrato, vi sono infatti tre soglie: la prima per valori superiori a 0,5g/l e non superiori a 0,8g/l (grammi/litro) contempla una sanzione di natura amministrativa pecuniaria con la depenalizzazione dell’illecito; la seconda con un tasso alcolemico superiore a 0,8g/l e non superiore a 1,5g/l integra una contravvenzione punita con le pene congiunte dell’ammenda e dell’arresto; la terza con un tasso alcolemico superiore a 1,5 g/l è punita con sanzioni congiunte dell’arresto e dell’ammenda comminate in misura maggiore rispetto alla seconda soglia. Alle sanzioni più afflittive previste dalla terza soglia si aggiunge la confisca obbligatoria del veicolo –salvo che non appartenga a terzi- e la revoca della patente di guida.

—–

I Carabinieri della Stazione di San Michele Salentino al termine degli accertamenti hanno denunciato in stato di libertà un 40enne del luogo per maltrattamenti in famiglia continuati, commessi nei riguardi della moglie. Gli episodi abbracciano un arco temporale abbastanza ampio e si sono sostanziati sia in danneggiamenti di mobili, suppellettili e infissi dell’appartamento ove vivono unitamente ai figli minori che diversi episodi di violenza fisica a seguito di aggressioni. Nel corso di tali episodi anche alla presenza dei figli minori, ha schiaffeggiato e picchiato la moglie oltre a rivolgersi nei suoi confronti con epiteti altamente ingiuriosi dell’onore della donna che allo stato è esasperata per via delle umiliazioni che è costretta a subire. Recentemente a seguito dei ripetuti maltrattamenti, delle percosse e dello stato d’animo in cui versa, gli sono state riscontrate dai sanitari del pronto soccorso ove si è recata “lesioni post traumatiche, cervicalgia, stato d’ansia reattivo da aggressioni fisiche”.




allegro italia

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *