Velga

Electronics Time


Telecardiologia: in provincia di Taranto “come si farà a svolgerla se molti Comuni non hanno l’Adsl?” Manigrasso (PdCI): bene il risparmio con il nuovo servizio partito l'1 ottobre ma la linea per la trasmissione dati è inadeguata

ambulanza

Di seguito un comunicato diffuso da Ciro Manigrasso, partito comunista d’Italia:

Entra nel vivo il progetto della “TELECARDIOLOGIA” della Regione Puglia.
IL servizio è partito dal 1 Ottbre 2015, passando dal CARDIO ON LINE che viaggiava sulla Rete Telefonica fissa e mobile ad un sistema che viaggia sulla “RETE DI TRASMISSIONE DATI”, quindi INTERNET.
Un sistema che permette alla Regione Puglia un risparmio del 65% di quanto speso sinora.
Bene ha fatto i Direttore del 118 di Taranto, dott. Mario Balzanelli, a pretendere di operare parallelamente con tutti e due i sistemi in attesa dell’affinamento della copertura del SEGNALE sull’intero territorio Provinciale.
La richiesta è stata accolta dal Presidente Emiliano, anche a seguito di verifiche fatte con l’invio di una serie di Elettrocardiogrammi non andati a buon fine.
Tocca ricordare a coloro i quali sono abilitati alle verifiche di che trattasi che, anche a seguito dell’importante progetto della Regione Puglia per circa 100 Milioni di Euro sulla BANDA ULTRA LARGA che andrà a regime non prima del 2016, sono ancora molti i Comuni della Provincia di Taranto (Faggiano, Monteparano, Maruggio, Montemesola, Roccaforzata, Torricella) e della Regione Puglia che ad oggi ed anche nel futuro non saranno coperti dalla linea ADSL.
Domanda: come si intende promuovere compiutamente la TELEMEDICINA, la TELECARDIOLOGIA, la TELEDIABETOLOGIA ecc. se molti Comuni non avranno la copertura del servizio???




allegro italia

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *