L'arca

Electronics Time


Ilva: Vendola ride al telefono, col braccio destro di Riva, di un giornalista che chiedeva chiarezza sui tumori Luigi Abbate di Blustar, "provocatore" secondo il presidente della Regione. Video del Fatto quotidiano

ilva

Il Fatto quotidiano pubblica oggi nella sua edizione online un video: è più che altro l’audio, ciò che attira l’attenzione. Un audio risalente a una telefonata di tre anni e mezzo fa circa, luglio 2010. Il presidente della Regione Puglia chiama al telefono il dirigente Ilva, Girolamo Archinà, e ride con lui riferendosi a una vicenda del 19 novembre dell’anno prima, ma di cui lui era venuto a conoscenza da poco tempo: una domanda fatta da Luigi Abbate, un giornalista della tv tarantina Blustar, al patron dell’Ilva, Emilio Riva. Ride, il presidente della Regione, perché Archinà era riuscito a togliere il microfono a quel giornalista, etichettato da Vendola come provocatore.

Girolamo Archinà, come vari Riva, è poi finito arrestato, per la vicenda Ilva e per l'”ambiente svenduto” che dà il titolo all’inchiesta della magistratura. Nell’inchiesta, avviso di conclusione delle indagini per Nichi Vendola, fra 53 indagati.

Il lavoro di un giornalista deriso:dal presidente della Regione, su un tema così grave come quello che sta devastando Taranto e il territorio, cioè i tumori che secondo la magistratura, l’Ilva ha contributo in maniera determinante a provocare.

La telefonata, se non è un imitatore che fa alla perfezione non uno ma due ruoli, è una cosa grave. Per quello che viene considerato il lavoro di un giornalista che voleva saperne di più di tumori, di gente che muore.

Aggiungono, quelli del Fatto quotidiano, che per l’intera giornata di ieri il presidente della Regione Puglia non ha risposto a loro che lo avrebbero contattato per chiedere spiegazioni su questa vicenda.

Spiegazioni che sono urgenti, però. E non guasterebbe una richiesta di spiegazioni anche da parte dell’Ordine dei giornalisti della Puglia.




endsac noinotizie2

allegro italia

Articoli correlati

2 Comments

  1. Non ci sono parole. Anzi, una. VERGOGNA!!! Bella figura, chissà cosa pensano dall’aldilà i numerosi morti di tumori di Taranto e provincia ed i parenti in terra. Sarebbe opportuno far sedere Vendola sui camini dell’ILVA e farlo stare lì per un po’ di tempo. DIMISSIONI! DIMISSIONI! DIMISSIONI! Oltre alla INTERDIZIONE PERPETUA DA TUTTI GLI UFFICI! Altro che provocazioni. Mi piacerebbe sapere cosa direbbe Papa Francesco a proposito di PANE SPORCO. Non solo quello derivante dalle corruzioni ma anche quello di chi non svolge il suo ruolo quando riveste cariche ISTITUZIONALI. Ricordiamoci: SEL sinistra ECOLOGIA libertà! Eh sì, ECOLOGIA!!! Bella figura di m……

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *