Festival Valle d'Itria

Electronics Time


Taranto, inquinamento: scuole chiuse, da lunedì alunni altrove e con possibili doppi turni

Il Comune ha diramato una nota

La nota del Comune di Taranto, come di consueto, non è firmata. Né è arrivata a tutti. Del resto è lo stile consolidato emerso anche ieri, lasciando i giornalisti fuori da un confronto fra sindaco e delegazione di cittadini ma con l’assessora impegnata a fare la diretta facebook.

Nella nota si parla di intesa con i consigli di istituto. Ad ascoltare qualche componente di tali consigli di istituto, altro che accordo. E le (temute pure da Melucci) proteste sono in arrivo, basterà prevedibilmente attendere lunedì mattina. Come si sa? Semplicemente perché le mamme, con i giornalisti, parlano. Mica come il sindaco della loro città. Di seguito la nota del Comune di Taranto:

La Direzione comunale alla Pubblica Istruzione, di intesa con il Provveditore agli Studi e sentiti i Consigli d’istituto interessati, ha predisposto il piano sul quale tutti i soggetti preposti sono a lavoro per la ordinata e rapida attuazione. Detto piano ha la finalità di garantire la ripresa delle attività didattiche sin dalla giornata di lunedì prossimo per tutti gli studenti delle scuole Deledda e De Carolis.

Le Società partecipate del Comune e la Polizia locale sono già all’opera per supportare detto trasferimento e vigilare su tutti i plessi coinvolti.

È previsto che gli alunni delle 44 sezioni siano temporaneamente accolti, in tutta sicurezza, presso le scuole Vico, Gabelli e Giusti, con una opzione anche sulla scuola Alighieri. In alcuni casi potrebbe rendersi necessario pianificare lezioni sul doppio turno ed in ogni caso non si escludono soluzioni che possano limitare il disagio alla popolazione scolastica e alle loro famiglie.

L’Amministrazione comunale si dice confidente che questa situazione possa coprire lo spazio di poche di settimane, il tempo strettamente necessario alle nuove indagini disposte dall’Ordinanza sindacale n. 9/2019, per ridare serenità ai cittadini.

“Chiediamo a tutti la massima solidarietà e collaborazione per limitare i disagi della popolazione scolastica e di chi opera nel settore dell’istruzione – ha dichiarato il Sindaco Melucci. Ci sgomenta che proteste politiche o di altra natura non vengano lasciate fuori dalle scuole, nel primario interesse dei nostri piccoli. Andiamo avanti risoluti per loro, ma oggi abbiamo veduto fatti indecenti, che non corrispondono all’anima di Taranto. Non escludiamo revisioni dell’ultima ora dei nostri provvedimenti al fine di superare gli ostacoli creati da comportamenti irresponsabili.”

(immagine home page: tratta da video diffuso su facebook)

Aggiornamento qui:

Taranto, rione Tamburi: protesta davanti a scuola, bloccati tre camion carichi di suppellettili La paventata redistribuzione dei 708 bambini in altri plessi dopo la chiusura di due istituti

 

 




allegro italia

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *