Velga

Electronics Time


Fasano: ritrovati 32 computer portatili rubati agli alunni di scuola media Brindisi, sparatorie: altri due arrestati, moglie e marito. Tuturano: furto di un quintale di olive, due arrestati

Foto Fasano rinvenimento computer portatili 1

Di seguito alcuni comunicati diffusi dai carabinieri:

Nell’ambito delle serrate verifiche sul territorio connesse con gli episodi criminosi che hanno portato all’arresto di BORROMEO Antonio e LAGATTA Antonio, i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Brindisi, nella serata di ieri, in seguito a una perquisizione domiciliare svolta in contrada Sbitri, hanno tratto arresto i coniugi Vincenzo VANTAGGIATO, classe 1978 e Annamaria ROMANO, classe 1979, i quali, all’interno della loro abitazione estiva sono stati trovati in possesso illegale di una pistola cal. 7,62 marca Tokarev con quattro proiettili, una pistola cal. 22 con marca illeggibile con cinque proiettili e un revolver giocattolo modificato cal. 38 con un proiettile in canna.

Nel medesimo contesto sono state rinvenute nel giardino dell’abitazione una Lancia Delta oggetto di furto in Brindisi il 29 ottobre 2017 e un’autovettura Alfa Romeo Giulietta asportata in Brindisi il 28 ottobre 2017.

Le armi e i veicoli sono stati sottoposti a sequestro.

Gli arrestati, che dovranno rispondere di detenzione illegale di armi e munizioni e ricettazione, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, dopo le formalità di rito, sono stati sottoposti agli arresti domiciliari.

—–

I Carabinieri della Stazione di Fasano, alle prime ore dell’alba, impegnati in servizio di controllo del territorio, hanno intercettato, sulla SP 379, un Fiat Doblò bianco con targhe palesemente contraffatte.

Intimato l’alt, il conducente del mezzo si è dato a precipitosa fuga, terminata poco dopo nelle campagne della Contrada Carbonelli, dove il fuggitivo ha abbandonato il veicolo, nel frattempo rimasto bloccato nel fango.

All’interno del Doblò sono stati rinvenuti numerosi arnesi atti allo scasso, tra cui un moderno martello pneumatico nonché 32 computer portatili di varie marche asportati poco prima dalla Scuola secondaria Statale di primo grado “G. Pascoli”: infatti, il malfattore, dopo aver forzato una finestra e scardinato due porte blindate, si era impossessato di tutti i computer portatili destinati alla formazione dei giovani alunni.

L’attento controllo e l’intuizione della pattuglia della Stazione di Fasano ha permesso di recuperare i computer portatili e restituirli all’Istituto scolastico.

Le indagini proseguono sul veicolo sequestrato al fine di identificare il ladro fuggitivo.

—–

I Carabinieri della Stazione di Tuturano hanno tratto arresto, per furto aggravato, M.A., classe 1961 e M.G., classe 1979, entrambi del posto.

I due sono stati sorpresi in località Tramazzone, dopo aver raccolto circa 100 Kg. di olive all’interno di un terreno senza alcuna autorizzazione da parte proprietario del fondo.

Su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, dopo le formalità di rito, i predetti sono stati rimessi in libertà.

—–

I Carabinieri della Stazione di Carovigno hanno tratto in arresto D’AMBROSIO Giuseppe, classe 1989 del posto, in atto sottoposto agli arresti domiciliari presso la comunità “Emmanuel” del luogo, in esecuzione di un ordine di custodia cautelare in carcere, emesso dal Tribunale di Taranto – Ufficio G.I.P., poiché resosi responsabile del reato di inosservanza dei provvedimenti dell’Autorità, a seguito delle ripetute violazioni del programma terapeutico.

L’arrestato, al termine delle formalità di rito, è stato condotto nel carcere di Brindisi.

—–

I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Fasano hanno deferito in stato di libertà, per detenzione di modica quantità di sostanza stupefacente, G.M., classe 1998 residente a Montalbano di Fasano, poiché, a seguito di controllo di polizia, è stato trovato in possesso di circa 3 gr. di marijuana, suddivisa in dosi, sottoposta a sequestro.

—–

I Carabinieri della Stazione di San Donaci, al termine di attività di indagine scaturita da una querela presentata il 20 ottobre 2017 da un 28enne del luogo, hanno deferito stato libertà, per truffa, P.R.P., classe 1980 residente a Casalnuovo di Napoli (NA). L’attività investigativa ha permesso di accertare che P.R.P. ha venduto al querelante un “cardiofrequenzimetro Garmin” tramite la piattaforma “Subito.it” e, nonostante il versamento di 120 euro, non ha mai inviato l’oggetto.

—–

I Carabinieri della Stazione di Cisternino hanno deferito in stato di libertà, per porto di armi od oggetti atti a offendere, Z.F., classe 1980 del posto.

L’uomo, durante un controllo di polizia, è stato trovato in nella pubblica via in possesso di un coltello a serramanico, sottoposto a sequestro.




allegro italia

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *