L'arca

vendesib


Rignano Garganico: il ghetto non c’è più Definitivamente sgomberato, le ruspe hanno abbattuto le baracche. Ieri notte in un incendio morti due migranti

IMG 20170304 073833

Fine del ghetto di Rignano Garganico. Nelle ultime ore è stato completato lo sgombero e le ruspe hanno finalmente abbattuto le baracche, al termine di una giornata anche tragica. Iniziata, infatti, in piena notte con un incendio in cui erano morti due maliani. Carbonizzati. L’inizio dello sgombero era avvenuto a metà settimana, fra le proteste dei migranti, proteste che sono andate avanti anche nell’intera giornata ieri, con le baracche incendiate dagli stessi che ci vivevano in condizioni estreme, pur di non abbandonare quel luogo. Roghi dolosi che, secondo accuse anche giunte dalla Regione Puglia, erano voluti dai caporali, perché quel luogo ai limiti dell’umanità, era una miniera per il caporalato e per altre attività illegali. Ora, con il passaggio delle ruspe, il ghetto non c’è più. Vanno date sistemazioni alternative alle persone. Anche in fretta.

(foto home page: fonte tgnorba)




sforno

allegro italia

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *