Velga

Electronics Time


Archeologia: beni per 50 milioni di euro sequestrati a un trafficante in Svizzera Fra i cinquemila reperti, alcuni torneranno in Puglia, a Taranto e Canosa

beni archeologici

beni archeologiciQuattordici anni, tanto è durata l’operazione dei carabinieri. Una volta conclusa, ha permesso di sgominare un’organizzazione di tombaroli e del loro mandante, un trafficante con base in Svizzera. Aveva con sé circa cinquemila reperti, di enorme importanza culturale: dalle anfore alle monete, ai dipinti, ai vasi e molto altro ancora, risalenti a epoche comprese fra l’ottavo secolo avanti Cristo e il terzo secolo dopo Cristo.

I reperti torneranno nelle sedi naturali, fra queste Taranto e Canosa. Erano stati trafugati soprattutto in Puglia, Sicilia, Campania, Lazio.




allegro italia

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *