Velga

Electronics Time


Torremaggiore: rinvenuto cadavere carbonizzato in un’auto Cerignola: a bordo di moto rubate, quattro fermati

Carabinieri Auto 4 Imc3

Cadavere in un’auto, in agro di Torremaggiore. Intervento dei carabinieri dopo il rinvenimento del corpo carbonizzato di un uomo. Da capire se si sia trattato di un suicidio o di omicidio. Sul posto i familiari di Leonardo Selvaggio, il 56enne scomparso l’altro ieri da San Severo.

Di seguito un comunicato diffuso dai carabinieri:

Alcuni giorni fa una pattuglia della Stazione di Cerignola, nel corso di un servizio di perlustrazione delle vaste aree rurali e periferiche della città ofantina, in un casolare abbandonato sito in un uliveto di contrada Pavoni, aveva ritrovato tre motocicli di varie marche risultati rubati il giorno prima in provincia di Pescara ed un ciclomotore privo di targa e con telaio abraso.
Avendo intuito che i responsabili ve li avessero lasciati solo momentaneamente in attesa di poterli poi spostare altrove, i carabinieri avevano organizzato con il supporto dei colleghi dello Squadrone Eliportato Cacciatori Puglia un’attività di osservazione che, protrattasi per diverse ore fino al tardo pomeriggio, aveva alla fine consentito di sorprendere quattro individui che, ignari della trappola nella quale stavano per cadere, si erano presentati per iniziare lo spostamento.
I quattro, giunti sul posto con una utilitaria ed un furgone, avevano infatti parcheggiato quest’ultimo vicino al casolare ed avevano posizionato tra il vano di carico ed il terreno un’asse in legno per agevolare il caricamento delle moto nel furgone.
Alla vista dei militari i quattro si erano dati alla fuga a piedi nelle campagne ma, dopo un brevissimo inseguimento, erano stati bloccati ed identificati in un 23enne, due 21enni ed un 20enne, tutti di Cerignola e già noti ai carabinieri. I tre motocicli erano stati recuperati per la restituzione ai legittimi proprietari mentre sul ciclomotore, privo di targa e con telaio abraso, sono in corso gli accertamenti per stabilirne la provenienza. I quattro giovani, sottoposti a fermo di indiziato di delitto per ricettazione, dopo le formalità di rito, erano stati associati alla casa circondariale di Foggia, a disposizione della Procura della Repubblica. Il furgone e l’utilitaria da loro utilizzati per raggiungere il casolare erano stati sottoposti a sequestro.
Sabato mattina, dopo la convalida del fermo, il Gip del Tribunale di Foggia ha disposto nei confronti dei giovani fermati la misura cautelare degli arresti domiciliari.
Nell’ambito delle attività di contrasto alla ricettazione e al riciclaggio di veicoli e parti di essi, solo nel 2019 i carabinieri della Compagnia di Cerignola hanno arrestato 51 persone.




allegro italia

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *