L'arca

Electronics Time


Sava: Raffaele Pesare ha ucciso padre, sorella e cognato per la gestione di un terreno agricolo? Strage familiare, questa l'ipotesi dell'accaduto: motivi economici. Il carabiniere 53enne, che ha provato a spararsi, è stato colto da infarto: è in gravi condizioni. Un bambino di dieci anni è rimasto senza genitori

Screenshot 2017 11 18 16 23 08

Motivi economici alla base della strage. Un litigio che Raffaele Pesare, 53enne appuntato dei carabinieri in servizio a Manduria, ha fatto terminare uccidendo suo padre Damiano (un anziano sulla sedia a rotelle), sua sorella Nella e suo cognato Salvatore Bisci. Proprio in casa del cognato imprenditore agricolo. I quali erano i genitori di un bambino di dieci anni, a scuola al momento della strage, intorno a mezzogiorno. Sava, via Giulio Cesare, non lontano dal municipio: i carabinieri hanno trovato il loro collega semincosciente e che dopo avere sparato ai congiunti, con la pistola di servizio ha provato ad ammazzarsi. La gestione di un terreno agricolo, il motivo degli attriti, stando a ricostruzioni. Sarà peraltro l’inchiesta a dettagliare il movente del triplice omicidio. Dopo avere compiuto la strage, secondo informazioni sull’accaduto, il militare è stato anche colto da infarto. È ricoverato, in gravi condizioni, al “Giannuzzi” di Manduria. È sposato, ha due figli. Suo nipote invece non ha più i genitori né il nonno.




endsac noinotizie2

allegro italia

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *