Velga

Electronics Time


Fasano: ritrovati i quadri del pittore palestinese, erano stati rubati in municipio

Brindisi: apprezzamento del comandante provinciale dei carabinieri a un militare per sventata rapina ad anziana mentre era libero dal servizio

Di seguito alcuni comunicati diffusi dai carabinieri:

I Carabinieri della Sezione Radiomobile della Compagnia di Brindisi, hanno tratto in arresto in esecuzione all’ordinanza di sostituzione della misura cautelare degli arresti domiciliari con la custodia in carcere, Tarantini Dylan Francesco 23enne del luogo. Il provvedimento è stato adottato dalla Corte di Appello di Lecce, a seguito delle recenti violazioni commesse dall’indagato nel periodo in cui era stato sottoposto agli arresti domiciliari. Infatti in due circostanze nel mese di novembre 2018 e nei primi giorni del mese di gennaio 2019, a seguito di perquisizione domiciliare, i Carabinieri hanno rinvenuto occultati sotto il materasso della sua camera da letto rispettivamente di 24,3 e 5,5 grammi di marijuana. A seguito del rinvenimento dello stupefacente è stato pertanto deferito all’Autorità Giudiziaria. Anche a seguito della notifica del provvedimento odierno, nell’abitazione è stato rinvenuto un contenitore metallico con all’interno 0,6 grammi di marijuana sottoposti a sequestro. L’arrestato che ha al suo attivo una condanna in grado di appello per detenzione al fine di spaccio di stupefacente, dopo le formalità di rito è stato condotto nel carcere di Brindisi a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

—–

Carovigno: servizio straordinario di controllo del territorio ad alto impatto. Denunciati in stato di libertà 4 giovani, di cui 2 per il possesso di chiavi alterate o grimaldelli, trovati in possesso dell’armamentario del perfetto scassinatore. gli altri 2 sono stati deferiti rispettivamente per rifiuto di sottoporsi agli accertamenti sanitari per la verifica dello stato di ebbrezza alcolica e per porto di oggetti atti ad offendere. 4 giovani sono stati segnalati quali assuntori di stupefacente, effettuate 14 perquisizioni, 57 le auto controllate con 72 persone identificate di cui 16 di particolare interesse operativo, 9 i soggetti monitorati sottoposti a misure cautelari e di prevenzione.

I Carabinieri della Compagnia di San Vito dei Normanni e dei reparti da questa dipendenti, hanno effettuato un servizio straordinario di controllo del territorio ad alto impatto nella città di Carovigno. L’attività è stata finalizzata alla prevenzione e repressione dei reati contro la persona e il patrimonio, nonché al controllo della circolazione stradale sulle arterie interessate da maggior traffico per prevenire e reprimere condotte di guida che mettono in pericolo l’incolumità delle persone. Il servizio attuato nell’ambito della città di Carovigno, non ha comunque trascurato le aree periferiche e balneari nonché le contrade rurali. Nell’ambito delle attività i militari hanno deferito in stato di libertà per “possesso di chiavi alterate o grimaldelli” due uomini del luogo un 40enne e un 42enne, con a carico numerose vicende penali per reati predatori. Gli stessi sono stati sorpresi in contrada “Polinisso” con due borselli contenenti l’armamentario del perfetto scassinatore, sottoposto a sequestro. Si tratta di chiavi universali di avviamento di veicoli, un kit di chiavi esagonali da officina, due paia di forbici, un kit di cacciaviti, 2 coltelli multiuso, due torce, due paia di guanti. Chiesta contezza riguardo al possesso del materiale sequestrato i due non hanno fornito plausibili giustificazioni. Sono in corso accertamenti finalizzati alla verifica se in quella contrada sono stati commessi reati predatori su autovetture o in abitazioni. Nell’ambito del servizio sono stati segnalati all’Autorità Amministrativa 4 giovani trovati in possesso a seguito di perquisizione personale, di modiche quantità di sostanze stupefacenti per uso personale. In totale sono stati rinvenuti 5 grammi tra marijuana e hashish nonché 0.25 grammi di cocaina, il tutto sottoposto a sequestro.

Nel corso dell’attività è stato deferito, per il porto di oggetti atti ad offendere, un giovane originario della provincia di Taranto residente a Latiano, fermato mentre percorreva a piedi via Bengasi e sottoposto a perquisizione domiciliare è stato trovato in possesso di un coltello a serramanico, sottoposto a sequestro.

Nel complesso, i Carabinieri hanno eseguito 14 perquisizioni personali, identificato 72 persone di cui 16 di particolare interesse operativo, controllato 57 autoveicoli oltre a 2 esercizi pubblici. Sono state controllate 9 persone sottoposte a misure cautelari e di prevenzione, ed elevate 15 contravvenzioni al codice della strada, privilegiando quelle violazioni che concretizzano pericolo per gli stessi conduttori mettendo a repentaglio l’incolumità pubblica. Una delle contravvenzioni ha riguardato i rumori molesti particolarmente fastidiosi. Altre 4 contravvenzioni hanno riguardato la guida senza cintura, 1 la guida con lenti, 1 senza il casco e 1 per circolazione con veicolo sottoposto a sequestro. Nell’ambito dei controlli alla circolazione stradale, è stata ritirata la patente e denunciato all’Autorità Giudiziaria un 28enne, fermato alla guida di un autoveicolo fiat punto di proprietà di un congiunto. L’uomo dapprima sottoposto ad accertamenti preliminari con “Alcolblow” è risultato positivo con un tasso alcolemico pari a 0.93 G/L., poco dopo accompagnato al pronto soccorso si è rifiutato di sottoporsi alle analisi per la verifica del tasso alcolemico. La patente di guida è stata ritirata e il veicolo consegnato a persona idonea. La condanna per questo reato comporta la sanzione amministrativa accessoria della sospensione della patente di guida per un periodo da 6 mesi a 2 anni e la confisca del veicolo solo se appartiene al denunciato. Con l’ordinanza con la quale è disposta la sospensione della patente il Prefetto ordina che il conducente si sottoponga a nuova visita medica.

—–

A Fasano i Carabinieri della Stazione al termine degli accertamenti, hanno deferito in stato di libertà un45enne del luogo per il reato di ricettazione. Nel corso della perquisizione effettuata nell’appartamento dell’uomo, sono state rinvenute 6 tele appartenenti a un artista palestinese. I quadri erano stati sottratti nel periodo dall’8 all’11 gennaio scorso, dall’androne d’ingresso del palazzo comunale di Fasano, dove era stata allestita una mostra. Le opere del valore di circa 2000€, sono state restituite all’artista.

 

—–

A Latiano i Carabinieri della locale Stazione a conclusione degli accertamenti hanno deferito in stato di libertà per guida continuata senza la patente, per non averla mai conseguita, un 22enne del luogo, fermato a seguito di un controllo alla circolazione stradale alla guida di una Mercedes di sua proprietà. L’uomo era già stato contravvenzionato 3 volte nell’arco del biennio per la stessa violazione. L’autovettura è stata sequestrata ai fini della confisca.

Nell’ipotesi appena descritta la guida senza patente, la cui violazione costituisce un illecito depenalizzato, assume invece carattere penale, configurandosi quale autonoma fattispecie di reato alla quale si applica la pena dell’arresto sino ad un anno. è una delle due ipotesi dell’art.116 del codice della strada che riveste carattere penale restando esclusa dalla depenalizzazione, poiché è stato accertato un comportamento recidivo nel biennio. In tutte le ipotesi che assumono carattere penale per la reiterazione dell’illecito depenalizzato, in luogo del fermo amministrativo del veicolo trova applicazione la sanzione accessoria della confisca. La seconda ipotesi dell’art.116 che riveste carattere penale concerne la guida senza patente o con patente negata, sospesa o revocata a persona sottoposta con provvedimento definitivo a misura di prevenzione.

—–

SONY DSC

Il Comandante Provinciale dei Carabinieri di Brindisi, Colonnello Giuseppe De Magistris, ha ricevuto l’Appuntato Daniele Santo, addetto alla Sezione Radiomobile della Compagnia di Brindisi, al quale ha voluto tributare un vivissimo apprezzamento perché, libero dal servizio nel comune di residenza ha tratto in arresto in flagranza di reato di rapina due donne che approfittando della porta aperta si erano introdotte nell’abitazione di una persona anziana per poi riuscirvi dopo qualche minuto e allontanarsi velocemente inseguite dal proprietario. Il militare notata la scena si è messoi all’inseguimento ed è riuscito a bloccarle ed arrestarle per rapina in concorso con l’ausilio del personale della Polizia locale di Campi Salentina, recuperando la somma di denaro contante asportata. Di seguito, viene riportata la motivazione dell’elogio tributato al militare dal Colonnello Giuseppe De Magistris:

“addetto al NOR -aliquota radiomobile- di compagnia urbana, libero dal servizio in abiti civili, dando prova di grande sagacia, spiccata iniziativa, intuito operativo ed elevata capacità professionale, mentre percorreva a bordo della propria autovettura una pubblica via nel comune di residenza, notava due ragazze che, approfittando di una porta aperta, si introducevano furtivamente in una abitazione. Tale atteggiamento allarmava il militare che, sceso dal mezzo, si collocava nelle immediate vicinanze e, dopo alcuni minuti, notava le due giovani donne uscire dall’appartamento rincorse fino a sotto l’uscio della porta da un anziano, allontanandosi velocemente a piedi per le vie circostanti. Il graduato, messosi all’inseguimento delle fuggitive, le riusciva a raggiungere e ad arrestarle per rapina in concorso, grazie anche all’intervento di personale del comando di polizia locale del luogo nella circostanza intervenuto in ausilio, restituendo il maltolto (somma di denaro contante) all’avente diritto .

Campi Salentina (LE) 3 novembre 2018

—–

I Carabinieri della Compagnia di Brindisi, nell’ambito del progetto per la “diffusione della cultura della legalità”, hanno incontrato gli studenti dell’Istituto Tecnico Nautico Aeronautico di Brindisi. L’incontro ha visto la partecipazione di circa 200 studenti delle quinte classi e si è incentrato sulle tematiche della cultura della legalità, bullismo, cyberbullismo, stupefacenti e abuso di alcol tra le fasce giovanili, suscitando vivo interesse tra i partecipanti. Nella circostanza i ragazzi hanno rivolto domande, richieste e curiosità al Maggiore Stefano Giovino comandante della Compagnia Carabinieri di Brindisi.




allegro italia

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *