Velga

Electronics Time


Taranto: carabinieri, vasta operazione nella città vecchia

Dalle prime ore del giorno

Di seguito un comunicato diffuso dai carabinieri:

 

Oltre 40 carabinieri appartenenti alle diverse articolazioni operative del Comando Provinciale di Taranto, nonché a reparti specializzati, quali il Nucleo Antisofisticazioni e Sanità, il Nucleo Ispettorato del Lavoro, lo Squadrone Eliportato “Cacciatori di Puglia” e il Nucleo Cinofili di Bari, hanno presidiato per l’intera mattinata Città Vecchia, nell’ambito di una vasta operazione di controllo straordinario del territorio disposta dallo stesso Comando Provinciale al fine di prevenire e reprimere gli endemici fenomeni criminali e di illegalità diffusa che affliggono il centro storico.

Il servizio odierno si è prefissato anche lo scopo di garantire la tangibile e rassicurante presenza dell’Arma mediante lo spiegamento di un dispositivo di controllo ad alta visibilità in contesti urbani degradati.

Anche questa volta, il modello operativo prescelto, e attuato ‘sul campo’ dal Comandante della Compagnia Capoluogo, ha permesso di conseguire lusinghieri risultati complessivi. Più in particolare:

  • i militari della Sezione Operativa della citata Compagnia hanno rinvenuto e sequestrato circa 16 kg di hashish suddivisi in “panetti”, circa 15.000 euro in contanti all’interno di un edificio abbandonato risultato in uso e quindi riconducibile a D.L.C., 62 enne, con precedenti alle spalle, tratto in arresto per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e tradotto presso la locale Casa Circondariale Jonica; nella circostanza, la sostanza stupefacente, contenuta in un vano metallico abilmente occultato, è stata individuata dalle unità cinofile, che hanno fiutato il caratteristico odore dell’hashish già dall’esterno dello stabile, a seguito del preliminare abbattimento di barriere e ostacoli fissi operato dai colleghi dello Squadrone Cacciatori;
  • sono state denunciate 2 persone per furto di energia elettrica;
  • sono stati perquisiti diversi circoli ricreativi e sottoposte a controlli alcune attività commerciali;
  • vari posti di blocco dislocati in punti nevralgici del reticolato urbano circostante, hanno infine consentito di contravvenzionare numerosi autisti e motociclisti indisciplinati. 19 sono state in tutto le contravvenzioni al codice della strada elevate, per lo più, per violazioni connesse al mancato uso del casco, alla mancanza di copertura assicurativa e all’omessa revisione di veicoli, per complessivi € 24.000,00 di sanzioni pecuniarie comminate e 65 punti patente decurtati. Ben dieci i motocicli sequestrati.

(foto: Francesco Manfuso)




allegro italia

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *