L'arca

vendesib


Mafia del Gargano, emergenza nazionale. Oggi arriva il ministro dell’Interno Marco Minniti presiede a Foggia il comitato per l'ordine e la sicurezza, dopo la strage di ieri a San Marco in Lamis: uccisi il boss, il cognato e due testimoni dell'agguato

marco minniti 1

Alle quattro del pomeriggio, il ministero dell’Interno in prefettura a Foggia.

Marco Minniti presiede oggi, nel capoluogo dauno, il comitato nazionale per l’ordine e la sicurezza. Perché con 17 morti ammazzati dall’inizio dell’anno e, in particolare, otto da giugno in poi, con la mafia del Gargano siamo a livello di emergenza nazionale. Il territorio chiede al governo che sia istituita a Foggia la direzione distrettuale antimafia perché così non si va avanti. Ieri, a San Marco in Lamis, nell’agguato sono stati ammazzati in quattro: Mario Luciano Romito, il boss cinquantenne di Manfredonia; suo cognato Matteo De Palma, che guidava l’auto a bordo della quale si trovava Romito, uscito dal carcere cinque giorni prima. E sono stati ammazzati due fratelli, Luigi ed Aurelio Luciani, di 43 e 47 anni: due contadini, innocenti, ammazzati perché si sono trovati, nel momento sbagliato, nel posto sbagliato: quello dell’agguato mafioso.




sforno

allegro italia

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *