Velga

Electronics Time


Arcelor Mittal pagherebbe un miliardo di euro per lasciare Taranto Uilm: Conte e Patuanelli chiariscano

IMG 20181109 063651

Arcelor Mittal, l’offerta al governo secondo indiscrezioni riportate dal tgnorba e da alcuni quotidiani: mezzo miliardo per svuotamento magazzini, 90 milioni per fidejussioni e 400 milioni per la mancata ambientalizzazione. Cioè il colosso franco-indiano pagherebbe un miliardo di euro per andare via da Taranto. Ma,sempre secondo tali indiscrezioni il governo vuole ottocento milioni in più e ha delegato a trattare Francesco Caio, ad di Saipem che negli intenti governativi, con Cassa depositi e prestiti e altri, dovrebbe dare luogo ad una nuova cordata.

Domani al ministero dello Sviluppo economico il confronto con i franco-indiani. Ministero che ga smentito l’esistenza di una trattativa per l’uscita dei franco-indiani.

Di seguito un comunicato diffuso dal sindacato Uilm:

“Chiediamo urgentemente che il Presidente del consiglio Conte e il Ministro Patuanelli chiariscano e spieghino se sia realmente arrivata la lettera da parte di ArcelorMittal di cui parlano da alcuni giorni diversi organi di stampa. Secondo diverse fonti ArcelorMittal avrebbe comunicato la rescissione dal contratto e la disponibilità a pagare la penale prevista dall’accordo per un importo totale di un miliardo di euro”. Lo dichiara Rocco Palombella, Segretario Generale Uilm.

“Questa ulteriore notizia da parte di alcune autorevoli fonti di stampa – continua il leader Uilm – si inserisce in un clima già fortemente teso e pesante che si respira all’interno degli stabilimenti italiani del gruppo”.

“Vogliamo sapere da Conte e Patuanelli -conclude- se realmente abbiano ricevuto questa lettera e vogliamo sia fatta urgentemente chiarezza su quanto sta accadendo. Non si può giocare sulla pelle di 20mila lavoratori”.




allegro italia

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *