Velga

Electronics Time


Manduria: dei 14 indagati dopo la morte di Antonio Stano solo due sono maggiorenni Indagano due procure di Taranto, fra cui quella dei minori, per il caso originato da presunto bullismo. Il 67enne disabile deceduto in ospedale dopo diciotto giorni di agonia

4453770 21 15939281

Per i due (appena) maggiorenni indaga la procura di Taranto. Per i dodici minorenni indaga la procura dei minori tarantina.

La morte del 67enne Antonio Stano, di cui si è parlato qui l’altro ieri, ha scosso l’Italia. Il tarantino pensionato dell’arsenale, disabile, viveva da solo a Manduria. Era arrivato ad avere paura di aprire la porta perché la banda dei ragazzini, che metteva a soqquadro un intero quartiere, a lui aveva dato parecchio fastidio. Violenze, dalle rapine alle percosse, stando all’accusa. Il 6 aprile gli agenti di polizia hanno trovato Antonio Stano in casa, in condizioni disperate. Il trasferimento all’ospedale si è evoluto in diciotto giorni di agonia, prima della morte. Le indagini sono caratterizzate da varie contestazioni a vario titolo, da omicidio preterintenzionale a stalking tanto per citarne alcune. Si ipotizza, fra le altre cose, che alcune vessazioni nei confronti dell’uomo fossero state immortalate in video.




allegro italia

Articoli correlati

2 Comments

  1. Che riposi finalmente in pace… Visto che la gente di questa terra è stata tanto cattiva con lui! Educhiamo i nostri figli al rispetto di TUTTI!

  2. Non ci sono parole consone a descrivere quanto successo. Una generazione persa tra gli smartphones ed i selfie. Fare i genitori oggi è diverso dal passato dove non c’era niente e ci si divertiva con cose sane. C’è anche da dire che sicuramente la gente sapeva di quanto stesse accadendo ma da buon italiano meridionale si è fatta i fatti propri, anche perché non tutelati adeguatamente se una persona denuncia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *