Velga

Electronics Time


Mottola: statale 100, incidente mortale Coinvolti un tir e due auto. Tre vittime, tre feriti

IMG 20200224 143746

Un tir e due automobili si sono scontrati alle 6 circa. Strada statale 100, territorio di Mottola. Tre uomini morti, occupanti delle due auto: una vittima (50enne) di Laterza, due (di 49 e 50 anni) di Gravina in Puglia. Tre feriti: in gravissime condizioni il conducente dell’autotreno. Cause e dinamica da dettagliare. Strada bloccata in quel tratto.

Di seguito il comunicato diffuso dai carabinieri:

Nella mattinata odierna, intorno alle ore 6.30, sulla SS.100, nel tratto di strada tra lo svincolo di Mottola ed il bivio in località San Basilio, si è verificato un grave incidente stradale che ha coinvolto due autovetture, una Fiat Panda ed una Fiat Multipla, ed un autoarticolato Scania.

Nell’evento sono morte sul colpo 3 persone:

  • FESTA Salvatore, 49enne di Gravina di Puglia, conducente della Fiat Multipla;
  • LOIUDICE Santino, 55enne di Gravina di Puglia, passeggero della Fiat Multipla;
  • TERRANOVA Giuseppe, 49enne di Rose (CS), conducente della Fiat Panda.

Sono rimasti feriti anche gli altri 2 passeggeri della Fiat Multipla, di cui uno in prognosi riservata, e l’autista dell’autoarticolato, che sono stati trasportati per le successive cure negli ospedali di Castellaneta e “SS Annunziata” di Taranto.

Poiché l’incidente ha interessato tutti e due i sensi di marcia, la SS 100 è rimasta bloccata dalle ore 6.30 di stamattina fino alle successive ore 13.30 circa.

Sul posto, per i rilievi ed il blocco della circolazione, sono intervenuti i Carabinieri della Stazione di Mottola e dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Massafra; la dinamica dell’incidente è tuttora al vaglio degli inquirenti.

Su disposizione della Procura di Taranto, nella persona del Pubblico Ministero di turno, i mezzi coinvolti nell’incidente sono stati sottoposti a sequestro.

(foto: fonte vigili del fuoco)

IMG 20200224 144054IMG 20200224 143514

IMG 20200224 143436





allegro italia

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *