Velga

Electronics Time


Tuturano: nel camion 209 cavi di rame rubati. Arrestato 56enne dopo un inseguimento terminato in un canale Due ricercati. Nella notte la movimentata vicenda. Il furto da 1,2 tonnellate era avvenuto nella centrale Enel di Brindisi

Foto arresto ANDRIULO 1

Di seguito un comunicato diffuso dai carabinieri:

I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Brindisi congiuntamente ai militari della Stazione di Tuturano nel corso della notte hanno tratto in arresto, nella flagranza del reato di furto aggravato, ANDRIULO Angelo 56enne di Brindisi. A seguito dei servizi preventivi nel territorio, finalizzati alla prevenzione e repressione dei reati, l’uomo è stato sorpreso alla guida di un autocarro OM 50 con oltre 600 metri di cavi in rame, del peso complessivo di 12 quintali per un valore di 30.000 €, asportati dalla centrale termoelettrica “Federico II” nella zona industriale di Brindisi. Concitate le fasi della cattura, l’arrestato alla guida dell’autocarro unitamente a due complici, inseguito dai Carabinieri non ha accennato a diminuire l’andatura e ha terminato la corsa in un canale di scolo. I due complici grazie all’oscurità sono riusciti a dileguarsi per le aree circostanti e sono attivamente ricercati. Nel corso della perquisizione all’interno dell’abitacolo dell’autocarro è stata rinvenuta una ricetrasmittente ancora in funzione e un binocolo, utilizzati per la commissione dell’azione delittuosa. I 209 tranci di cavi di rame, della lunghezza di 3 metri ognuno, sono stati restituiti alla centrale Enel. ANDRIULO Angelo, dopo le formalità di rito, è stato associato nella casa circondariale di Brindisi.




allegro italia

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *