Velga

Electronics Time


Idrocarburi, la giunta regionale pugliese nega permesso a ricerca nel foggiano Istanza di Delta Energy Ltd

regione puglia

Di Nino Sangerardi:

“Non si rilascia l’assenso all’Intesa per il conferimento del permesso Forapane(provincia di Foggia) in quanto non coerente agli obiettivi e alle linee strategiche della più recente politica energetica regionale”.
E’ quanto deciso, pochi giorni fa, da presidente e assessori regionali pugliesi a fronte della domanda per la ricerca di idrocarburi inoltrata da Delta Energy Limited spa: sede in Central Court 25 Southhampton Buildings London,amministratore delegato Steve Edgley,direttore operazioni Don Fergusson,titolare di 6 istanze pro idrocarburi in Campania,Puglia e Basilicata.
Correva l’anno 2012, il Ministero dello sviluppo economico chiede agli Assessorati ambiente e sviluppo economico della Regione Puglia e all’Assessorato ambiente della Provincia di Foggia una Intesa sulla concessione Forapane il cui referente è Delta Energy Ltd.
Titolo che consente lo svolgimento di rilievi geologici,geofisici e geochimici e ogni altra operazione volta al rinvenimento di idrocarburi,escluse le perforazioni dei pozzi esplorativi.
Il 5 ottobre 2012 l’Ufficio Ambiente della Provincia foggiana comunica che il Comitato per la Valutazione impatto ambientale ritiene che Delta Energy Ltd dovrà “sottoporsi a valutazione VIA solamente dopo aver progettato una ricerca direttamente sul territorio che possa coinvolgere eventuali impatti ambientali”.
Sopraggiunge il 2013 e la Giunta regionale predispone una delibera in merito all’autorizzazione Forapane, limitatamente ai primi due punti dell’iniziativa, con la precisazione che l’eventuale rilievo di nuove linee sismiche e la perforazione del pozzo esplorativo dovranno essere sottoposte a nuova Intesa e relativa Valutazione impatto ambientale. Quest’atto dei vertici politici della Regione nasce il giorno 9 aprile 2013,rinviato nel corso delle successive sedute fino alla riunione dell’11 giugno 2013 in cui è stato ritirato e quindi archiviato la mattina del 3 febbraio 2014.
A metà febbraio 2019 Delta Energy Ltd diffida la Giunta pugliese a pronunciarsi circa l’Intesa per l’assegnazione del permesso di ricerca idrocarburi liquidi e gassosi in terra ferma denominato Forapane “… con riserva di agire in giudizio al fine di conseguire equa riparazione del danno per mancato rispetto del termine ragionevole di durata del procedimento”.
La superficie oggetto dell’esame per trovare petrolio o gas è grande 25 chilometri quadrati. Situata a sud della città di Troia, provincia di Foggia, interessa anche il territorio di Orsara di Puglia. Il programma delle ricerche ha lo scopo di confermare le potenzialità minerarie della zona avvalendosi delle nuove conoscenze geologiche e dei moderni mezzi di analisi, considerato il ritrovamento,nelle aree circostanti, di numerosi giacimenti di idrocarburi e la “presenza di manifestazioni di idrocarburi in diversi pozzi perforati”.
Due le fasi operative principali : a) raccolta e rielaborazione dati esistenti,b)analisi sismica e perforazione. L’investimento complessivo indicato dalla società inglese è pari a 4,620 milioni di euro.
Stante il recente diniego all’attività di studio ed esplorazione ratificato dalla Giunta regionale che farà Delta EnergyLtd?
Non è dato sapere.

 




allegro italia

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *