Velga

Electronics Time


Bari: Notre-Dame de Paris, dieci salentini sulle sedie a rotelle lasciati in ultima fila al palaFlorio

Denuncia di quella che è ritenuta una discriminazione

Avevano comprato i biglietti mesi fa. Domenica, con i loro accompagnatori, responsabili dell’associazione salentina, sono andati al teatro, a Bari. In scena, il musical Notre-Dame de Paris. al palaFlorio. Sui biglietti, scritto “settore disabili” che è già un bel benvenuto, a volere sottolizzare. La cosa ritenuta però inaccettabile, per quelle persone sulle sedie a rotelle, è l’essere stati messi in fondo. Ora denunciano quella che ritengono una discriminazione e lo fanno “non per noi” dice una ragazza ma perché in futuro non succeda.

bari




allegro italia

Articoli correlati

1 Comment

  1. A me, ipovedente, succede puntualmente, potrei scriverci un’enciclopedia, sui casi umani in cui mi sono imbattuta in dieci anni, paradossalmente nei luoghi deputati alla divulgazione culturale, dove però regna un’ignoranza a dir poco imbarazzante..

    Per quanto riguarda NDP, quando espressi le mie rimostranze, mi sentii rispondere che era la politica di Zard, quello che però, gli ebrei, guai chi glieli toccava.

    Per ovviare al problema, io ormai la prima fila la pago intera e buonanotte: mi spiace solo che chi sta in carrozzina non possa togliersi la soddisfazione, perché è un piacere immenso dare questo tipo di schiaffi morali a questi imbecilli, foss’anche solo perché comprendano che a noi disabili non serve la loro elemosina sottoforma di biglietto gratuito, bensì un po’ di comprensione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *