L'arca

vendesib


Taranto: un caso di contagio all’arrivo del bus e cinque vigili urbani in quarantena, ipotizza un consigliere comunale Battista: "si apprende da fonti sindacali"

taranto porticciolo molo santeligio

Di seguito un comunicato diffuso da Massimo Battista, consigliere comunale di Taranto:

Si apprende, da fonti sindacali, che nei giorni scorsi presso il terminal bus, dove quotidianamente giungono persone provenienti da fuori regione, uno dei passeggeri in arrivo risulterebbe positivo al covid-19.
Ad eseguire e verificare la provenienza dei viaggiatori sono gli uomini e le donne della polizia locale di Taranto e sembrerebbe che a seguito dei controlli effettuati cinque agenti siano stati posti in quarantena fiduciaria.
Questa notiza, se confermata, è davvero grave per diversi aspetti, i vigili urbani non sono dotati di termoscanner per verificare quanto meno la temperatura corporea, inoltre non sarebbero dotati di DPI idonei a tali controlli. Come se non bastasse, in questi giorni, i presunti contagiati, sono venuti a contatto con tutto il corpo di polizia locale, con le istituzioni di riferimento e naturalmente con i loro familiari.
Cosa aspetta l’amministrazione Melucci, a diramare tale notizia e a porre rimedio alle condizioni di lavoro dei propri dipendenti?
L’assessore Francesca Viggiano, responsabile all’emergenza covid-19, come mai non ha informato dei fatti i cittadini di Taranto.
Dopo l’intervento di una sigla sindacale, che ha posto la questione al comandante dei vigili urbani, da venerdì il terminal bus risulta scoperto da controlli, in quanto il personale della polizia locale si rifiuterebbe di operare in tali condizioni.
Ciò significa che la città è esposta all’arrivo di ipotetici contagiati che potrebbero diffondere il virus se non segnalati.
L’emergenza covid-19 va avanti oramai da mesi, non è possibile che il civico ente metta a repentaglio la salute dei propri dipendenti, tanto più trovo inaudita la mancanza di dispositivi di sicurezza per chi rischia il contatto con ipotetici contagiati ogni giorno.
Se questi sono i presupposti per l’avvio della tanto aspettata “fase 2” corriamo il rischio di vanificare gli sforzi della popolazione tarantina che in questi mesi ci ha portato ad essere una delle città meno colpite.
Attendo che chi di dovere informi la cittadinanza su quanto accaduto nei giorni scorsi.
Aggiornamenti qui:




allegro italia

Articoli correlati

4 Comments

  1. Al Sindaco
    All’assessore al Personale
    Al Direttore Generale
    Al Dirigente PM

    Oggetto: DPI Coronavirus Comando PM

    Venuto a conoscenza di quanto avvenuto a due operatori della PM (con l’augurio che si possa risolvere il tutto in bene) si
    CHIEDE
    Che vengano effettuati i tamponi A tutte le lavoratrici ed i lavoratori in forza al comando di PM.
    Inoltre che venga installato il termoscanner all’ingresso degli uffici oltre a votare di tuuti i DPI per svolgere in assoluta tranquillita’ i dipendenti.
    In attesa di riscontro si porgono d’istinti saluti.

    Claudio CAPOBIANCO

  2. Scusate ,ma gli spostamenti non dovevano essere solo all’interno della regione? Se non ho mal capito
    Inoltre non sarebbe il caso di lasciare tutto com’è almeno fino all’azzeramento dei positivi? È un momento difficile, ma si cercava di uscire dalla criticità, il governatore è informato?Che prenda le giuste precauzioni perché bisogna rilanciare l’economia, ma non a queste condizioni, ci sentiamo tutti poco tutelati e non è giusto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *