Festival Valle d'Itria

Electronics Time


“Allarme rosso nelle carceri”, dalla Puglia la preoccupazione (anche) per la rivolta di Poggioreale

Uspp interviene su quanto accade a Napoli

Di seguito un comunicato diffuso dal sindacato Uspp Puglia-Basilicata:

Appena giunta la notizia che al carcere di Napoli Poggioreale , i detenuti sono in rivolta in atto nel carcere di poggioreale: detenuti devastano celle e sezione detentiva “padiglione salerno”

Altissima turbamento nel carcere Poggioreale di Napoli, da quanto si apprende sembra che dove è attualmente in atto una violenta rivolta da parte della quasi totalità dei detenuti ristretti nel Padiglione Salerno (circa 300 detenuti). Una situazione incandescente, con una Sezione detentiva distrutta dai rivoltosi.
“La situazione è molto grave”, denunciarlo l’Unione Sindacati di Polizia Penitenziaria “ da tempo che arrivavano anche da Poggioreale segnali allarmanti di una in aumento il pericolo di disordini, ecco quando starebbe accadendo, ove i detenuti che dopo aver distrutto interamente parte del Padiglione, sembra stanno continuando da ore a minacciare gli Agenti di Polizia Penitenziaria in servizio nei reparti detentivi, con arnesi ricavati dal disastro creato.
Sembra che fosse alla base della protesta un banale ricovero di un detenuto febbricitante .
La situazione è molto critica e sul posto si attende l’arrivo di personale di Polizia Penitenziaria di rinforzo, in arrivo da altre carceri del circondario.
Sarebbero opportuni che giungessero segnali concreti dal capo dipartimento, che sembra dormiente anzi poco attento a risanare la situazione, visto il susseguirsi di rivolte che stanno riponendo con frequenza mai accaduta nell’ultimo trentennio, rimane del tutto evidente che vi è la necessità di interventi immediati da parte degli organi governativi anche sulla regione dell’Amministrazione Penitenziaria, che assicurino l’ordine e la sicurezza in carcere a Poggioreale tutelando gli Agenti di Polizia Penitenziaria che vi prestano servizio. Ed è grave che non siano stati raccolti, nel corso del tempo, i segnali lanciati sui costanti e continui focolai di tensione anche nel carcere partenopeo”.
La USPP Puglia e Basilicata, dice e gravissima nelle carceri, dunque, sono ad alta tensione ora giunta anche in Campania, specie a Poggioreale dove i detenuti presenti oltre 2.000: con la grave carenza di Agenti di Polizia Penitenziaria, sempre più al centro di gravi eventi critici come quelli di Poggioreale”. “vi è da dire che forse è solo un pretesto della di innescare protesta, per probabili futili motivi.
O forse le ragioni sono da ricercare sulla gestione dell’amministrazione approssimativa, ove non ci sono segnali chiari da trasmettere alla base.
Conclude Messina, i fatti che si sono scatenati negli ultimi giorni nelle vari carceri italiani, getta nel totale sconforto i personale, per percepisce la grave pericolosità, senza che lo stato dia una segnale concreto, esprimo la vicinanza al personale coinvolto in questa ulteriore situazione che si sta vivendo nelle carcere che si sta allargando a macchia d’olio la situazione e allarmante, facciamo appello al ministro e il dottor Basentini Capo Dap affinchè diano un segnale concreto, chiediamo fatti non chiacchiere.




allegro italia

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *