Velga

Electronics Time


Tranincorsa: vincono Giovanni Auciello e Cecilia Flori Più di 2400 partecipanti

Cecilia Flori

Di seguito un comunicato diffuso dagli organizzatori:

Iscitti in 2.410, con 253 società sportive provenienti da oltre 50 province d’Italia. Grandi numeri per l’11a edizione della Tranincorsa “Tommaso Assi Half Marathon“. 21 chilometri e 97 metri in una cornice d’incanto, quella della città di Trani, in una splendida e assolata giornata d’ottobre. Partenza alle 9,00 da Piazza Trieste, prospicente il mare, preceduta dalla solennità dell’Inno di Mameli suonato dalla Banda dell’Esercito Italiano della Brigata meccanizzata Pinerolo, e arrivo in Piazza Quercia, passando per le vie cittadine, all’ombra della maestosa Cattedrale romanica e degli antichi Palazzi nobiliari. Vince in solitaria la Tranincorsa con un tempo di 01:07:46 il pugliese che corre per l’Esercito italiano Giovanni Auciello, già sul podio di altre edizioni della Tranincorsa. All’atleta trentanovenne di Palo del Colle, categoria seniores 35, che milita nelle scuderie della Casone Noceto di Parma, va il Trofeo Franco Assi e la maglia tricolore di Campione d’Italia di categoria.

Varca il traguardo secondo con il tempo di 01:08:41 il barlettano Domenico Ricatti, categoria seniores 40, della società pompeiana Terra dello Sport ASD. Al terzo posto l’atleta italiano di origini burundesi Joachim Nshimirimana dell’Atletica parmense Casone Noceto con 01:09.28 per la categoria seniores 45.

Prima delle donne in gara, circa 450 in tutto, la laziale Cecilia Flori che corre nelle fila dell’ASD Atletica Villa Guglielmi. Classe 1980, laureata in fisica e filosofia, la Flori ha cominciato a correre 5 anni fa. A lei la maglia tricolore per la classifica di categoria e la coppa di prima assoluta tra le donne per il tempo di 01:21.35. Seconda a più di un minuto di distacco la salentina Stefania Scatigna dell’Atletica Capo di Leuca, con 01:22:39, terza Loretta Bettin dell’Atletica bresciana Paratico con 01:23:46. Un testimonial d’eccezione, poi, regolarmente iscritto alla gara, il maratoneta Ottavio Andriani, responsabile regionale FIDAL per il mezzofondo.

Hanno magistralmente condotto e sottolineato le fasi di questo evento eccezionale, oltre che i nomi dei vincitori e il momento emozionante della premiazione, Paolo Liuzzi e Raffaella Dianora.

Un bel colpo d’occhio per tutti gli atleti e le società impegnate in gara, scandita dal passo fiero degli alabardieri e timpanisti dell’associazione culturale Trani Tradizioni, che orgogliosamente portavano il gonfalone della città.

Una grande giornata di sport quella vissuta dalla Perla dell’Adriatico” – commenta Giovanni Assi, presidente dell’Atletica Tommaso Assi, alla quale era stata affidata l’organizzazione della gara valida come Campionato Italiano Master di Mezza Maratona Individuale e di Società. “Il mio ringraziamento va alla macchina organizzativa, che paragono ad un’orchestra in cui ciascun musicista ha suonato il suo spartito senza stonature, consegnando alla città di Trani e all’Atletica un grande successo. Ringrazio inoltre – conclude Assi – per questa straordinaria due giorni dedicata allo sport, importante dal punto di vista agonistico ma anche foriera di valori aggregativi, ludici e solidali, il nostro braccio operativo Antonio Rutigliano, vicepresidente della Tommaso Assi e delegato provinciale CONI, per aver coordinato in maniera egregia la manifestazione nazionale“.

Un attento sguardo al sociale ha caratterizzato inoltre questo straordinario appuntamento sportivo. Il comitato regionale Fidal (Federazione Italiana Atletica Leggera) Puglia, infatti, patrocinerà il progetto “Beyond the blue”, proposto dalla dott.ssa Raffaella Dianora, responsabile dei progetti sociali Fidal Puglia. La A.S.D. Atletica Tommaso Assi ha scelto inoltre di devolvere una parte del ricavato delle iscrizioni del Campionato Italiano a “Time Aut”, l’associazione di volontariato composta da genitori di bambini e ragazzi autistici di Trani e Bisceglie per l’iniziativa di “acqua psicomotricità”, in linea con la determinazione della città di Trani a diventare Città Blu “Autism friendly”.

La gara nazionale, con i patrocini della Regione Puglia, Comune di Trani, ESERCITO, CONI, FIDAL, UMBRO come main sponsor tecnico che ha fornito circa 5.000 maglie, si è svolta alla presenza del Sindaco di Trani, Amedeo Bottaro, del Presidente della Fidal Puglia, Giacomo Leone, del Presidente Regionale del CONI, Angelo Giliberto, e del rappresentante di UMBRO Italia con l’AD Pino Magno. A loro vanno i ringraziamenti dell’organizzazione assieme a quelli per tutte le forze dell’ordine impegnate, al Comando di Polizia Municipale per il lavoro egregio profuso, all’Amiu, ai medici che hanno seguito gli atleti, agli studenti del settore alberghiero dell’Istituto superiore Aldo Moro di Trani, che hanno curato e servito il ristoro per tutti gli atleti a fine gara, e a tutte le associazioni che hanno collaborato con la “TraniinCorsa Half Marathon”: A.N.P.S (Associazione nazionale polizia di stato), U.N.P.PE (Unione nazionale Polizia Penitenziaria), G.E.P.A (guardie ecozoofile protezione ambientale), OER (Operatori emergenza radio), Trani Soccorso, Misericordia Trani, Avis Trani, Agesci Trani 2 (Scout), Auser Trani, Associazione Nazionale Falchi Pattuglie Sociali, l’ Associazione culturale Trani Tradizioni.

 




allegro italia

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *