Velga

Electronics Time


L’esercito dei Trash people invade Matera Cisa Massafra sostenitore della monumentale installazione artistica presente fino al 27 ottobre

IMG 7899

Di seguito un comunicato diffuso da Cisa:

L’esercito dei “Trash People” invade Matera, capitale europea della Cultura 2019. Si tratta di mille soldati alti un metro e ottanta, statue antropomorfe realizzate con materiali di scarto e rifiuti: vecchie lattine, plastiche e bottiglie, contenitori di detersivi, pezzi di automobile, di computer e altri oggetti prodotti in larga scala dall’industria mondiale. E’ il messaggio ambientalista di Ha Schult, artista tedesco che da circa dieci anni porta il suo silenzioso esercito di spazzatura in giro per i luoghi più suggestivi del mondo, dalle Piramidi di Giza alla Grande Muraglia cinese, da Parigi a Roma e presto anche nello spazio. La Cisa spa di Massafra, azienda da sempre impegnata nel settore della ricerca di nuove tecnologie e dello sviluppo per la salvaguardia dell’ambiente nell’ottica dell’economia circolare, è sostenitore della monumentale installazione artistica che è comparsa il 24 agosto e resterà fino al 27 ottobre negli angoli più suggestivi di Matera per portare il forte messaggio di Schult contro l’inquinamento umano che sta invadendo il pianeta. «La presenza dei trash people nella capitale della cultura europea è un monito. Ci ricorda che l’inquinamento ha raggiunto tutti i posti magici del pianeta» spiega il curatore dell’installazione Fabio Di Gioia. «La collaborazione con Schult proseguirà anche dopo l’evento materano», assicura il presidente di Cisa Antonio Albanese. «L’artista tedesco sarà con Cisa a Ecomondo, fiera europea per l’innovazione industriale e tecnologica dell’economia circolare che si terrà a Rimini dal 5 al 8 novembre 2019. In quell’occasione, lo stand Cisa offrirà agli ospiti un’esperienza unica nel suo genere: tra opere d’arte e ologrammi sarà possibile conoscere i temi dell’economia circolare, le nuove tecnologie e i procedimenti utilizzati per trasformare i rifiuti in energia elettrica rispettando l’ambiente e il territorio».




allegro italia

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *