L'arca

vendesib


Contributo di 40 euro a indigente: rinviato a giudizio il sindaco di Melissano Processo dal 4 luglio per Roberto Falconieri, assessori e dirigenti. Un assolto con rito abbreviato

sentenza

Secondo l’accusa quel contributo da quaranta euro alla persona in difficoltà non poteva essere erogato. Così, per decisione del giudice per l’udienza preliminare, è stato rinviato a giudizio (prima udienza il 4 luglio) Roberto Falconieri, sindaco di Melussano. E con lui il suo vice Giovanni Caputo, gli assessori alle Politiche sociali e abitative Giuseppe Macrì e ai Lavori pubblici e alla manutenzione del territorio Cosimo Marino, il responsabile del servizio finanziario Daniele Scarlino e il responsabile del servizio Affari generali istituzionali e legali Luigi Giorgio Caputo. L’ex segretario generale Giancarlo Ria, unico ad avere scelto il rito abbreviato, è stato assolto. La vicenda è raccontata dal Quotidiano.
sentenza




allegro italia

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *