L'arca

Electronics Time


Tuturano: furto di energia elettrica da cinquantamila euro. Un arrestato con questa accusa San Pietro Vernotico e Fasano, provvedimenti restrittivi eseguiti dai carabinieri

contatore

Di seguito alcuni comunicati diffusi dai carabinieri:

I carabinieri del nucleo operativo e radiomobile della compagnia di San Vito dei Normanni, nell’ambito di servizi finalizzati al contrasto del fenomeno dell’uso e spaccio della droga, hanno tratto in arresto in flagranza di reato DENITTO Francesco, classe 1974 del posto, per produzione e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

I militari, nel corso di una perquisizione domiciliare, hanno rinvenuto sul terrazzo dell’abitazione dell’uomo 3 piante di cannabis indica coltivata, di circa 1 metro ognuna, sottoposte a sequestro.

DENITTO Francesco, dopo le formalità di rito, è stato posto agli arresti domiciliari.

—–

I carabinieri del nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Fasano hanno eseguito un ordine di esecuzione per la carcerazione, emesso dall’Ufficio Esecuzione Penale della Procura della Repubblica di Lecce, nei confronti di SCHENA Pietro, classe 1970 del posto.

L’uomo deve espiare la pena cumulativa definitiva di 3 anni, 1 mese e 25 giorni di reclusione, per associazione finalizzata al traffico illecito di sostanze stupefacenti e detenzione in concorso ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

SCHENA Pietro, dopo le formalità di rito, è stato tradotto presso la casa circondariale di Brindisi.

—–

I carabinieri della stazione di Tuturano, nell’ambito di servizi di controllo del territorio, hanno tratto in arresto in flagranza di reato L.V., classe 1975 del posto, per furto aggravato di energia elettrica.

I militari, con l’ausilio del personale Enel, hanno acclarato che l’uomo, a seguito di un allaccio abusivo effettuato sulla rete pubblica dalla propria abitazione, aveva sottratto energia elettrica alla società Enel per un importo totale pari a 50.000 euro circa, per complessivi 200.000 kw circa.

Su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, dopo le formalità di rito, L.V. è stato rimesso in libertà.

contatore

 




endsac noinotizie2

allegro italia

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *