Nuova costruzione
Flashnews: 26 maggio 2019
È morto Vittorio Zucconi

Giornalista e scrittore, aveva 74 anni


Come ottenere un prestito personale

immagine articolo redazionale

Il prestito personale è una forma di credito non finalizzata, quindi può essere richiesto senza dover indicare il motivo per il quale si richiedono i soldi. Solitamente le somme prestate non sono particolarmente alte, proprio per questo è possibile ottenere un prestito in breve tempo.

A chi rivolgersi per un prestito personale


Il prestito personale deve essere chiesto ad una finanziaria o ad un istituto di credito ed è necessario portare un’idonea documentazione volta a dimostrare il proprio reddito corrente. In base a questo è possibile stabilire le somme che possono essere prestate ed il piano di ammortamento. Quando ci si rivolge agli istituti di credito tradizionali, ad esempio la banca, i tempi solitamente più lunghi, mentre le finanziarie, anche tramite web, hanno minori tempi per il disbrigo delle pratiche. Ecco perché è possibile
ottenere un prestito Findomestic velocemente mentre con la banca possono passare anche settimane.


I documenti da presentare


Per ottenere un prestito personale i documenti che servono sono quelli di riconoscimento (codice fiscale, carta d’identità) e la busta paga. È necessario anche dimostrare la tipologia di contratto di lavoro al quale si è sottoposti, ed in particolare è necessario provare di avere un impiego a tempo indeterminato o a tempo determinato. Nel secondo caso è comunque possibile ottenere un prestito personale ma le somme saranno erogate in base alla durata residua del rapporto di lavoro e all’ammontare dello stipendio. 


Prestiti senza busta paga


In alcuni casi è possibile ottenere un prestito personale anche senza avere un contratto di lavoro, ma è comunque necessario dimostrare di avere un reddito. Tra le forme di reddito che permettono di ricevere un prestito vi sono le rendite derivanti da contratto di locazione di immobili di proprietà, oppure una rendita finanziaria. In tutti questi casi è possibile che sia richiesta una garanzia ulteriore, cioè la presenza di un garante. Il garante è un soggetto, parente o semplice amico, che si assume l’onere di pagare le rate eventualmente saltate dal debitore principale. Può anche non essere chiamato a pagare il dovuto, ciò nel caso in cui il debitore principale non sia moroso, ma in caso contrario ci sarà escussione nei confronti di costui. È bene sottolineare che nel caso in cui questo paghi, avrà comunque il diritto di rivalsa nei confronti del debitore principale, ma tale rapporto e tale azione non coinvolge l’istituto finanziario o la banca. Nel caso di erogazione del prestito con garante sarà necessario presentare anche i documenti di riconoscimento di costui e la busta paga o cedolino della pensione.

La cessione del quinto


Un’altra forma di prestito personale molto richiesta è la cessione del quinto. In questo caso la rata da pagare è pari ad un quinto dello stipendio. Sarà il datore di lavoro a dover versare l’importo dovuto all’istituto che ha concesso il prestito. Ovviamente per ottenere questo prestito è necessario mostrare il cedolino della pensione o la
busta paga. La cessione del quinto prevede anche una polizza assicurativa per il rischio vita, in caso di pensionati, e per il rischio di perdita del lavoro in caso di lavoratori.


allegro italia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *