L'arca

Electronics Time


Bisceglie: tenta rapina in banca, arrestato Gioia del Colle: si sottrae agli obblighi di sorveglianza speciale, rintracciato. Aveva documenti falsi

bisceglie rapina

Di seguito alcuni comunicati diffusi dai carabinieri:

I Carabinieri della Tenenza di Bisceglie hanno arrestato un 20enne tranese, noto alle Forze dell’Ordine, con l’accusa di tentata rapina aggravata. Il giovane, con il volto coperto da un passamontagna, ha fatto irruzione nella sede della locale Banca Popolare di Bari di via Alcide De Gasperi, dove ha minacciato gli impiegati, intimandogli di consegnare il denaro contenuto nelle casse. Il piano criminoso tuttavia non si è concretizzato grazie al meccanismo di chiusura temporizzata delle casse, per cui il malfattore si è dato alla fuga, guadagnando l’uscita da una porta secondaria della banca, ma ad attenderlo c’erano due guardie giurate che lo hanno prontamente bloccato unitamente ai Carabinieri di Bisceglie, nel frattempo sopraggiunti, che gli hanno trovato un coltello negli indumenti. Su disposizione della Procura della Repubblica di Bari il 20eenne è stato associato presso la locale casa circondariale.

—–

I Carabinieri del Comando Compagnia di Gioia Del Colle, presso la Stazione Ferroviaria di Bari Centrale, traevano in arresto A.F., 57enne, noto alle forze dell’ordine, per aver violato gli obblighi derivanti dalla Sorveglianza Speciale di P.S. e per il possesso di documenti falsi.

Il predetto, in particolare, dal 26.11.2013, sebbene sottoposto agli obblighi derivanti la Sorveglianza Speciale di P.S. che gli imponevano di non allontanarsi dal comune di Acquaviva delle Fonti, si era reso irreperibile  dal proprio domicilio facendo perdere le proprie tracce. Successivamente, i familiari avevano presentato presso il Comando Carabinieri di Acquaviva delle Fonti una denuncia di scomparsa, dichiarando di non sapere dove si trovasse il proprio congiunto, temendo anche per la sua incolumità. Pertanto, i militari,  grazie a serrati controlli ed a una serie di pedinamenti riuscivano a rintracciare il 57enne che, nel corso della perquisizione personale,veniva trovato in possesso di una carta d’identità falsa, di numerosi assegni bancari privi del beneficiario, della somma contante di euro 3000,00, di un telefono cellulare con n.2 Sim Card sottoposto a sequestro per i successivi accertamenti finalizzati a capire ove se lo stesso si fosse recato durante il periodo di “assenza” .

L’arrestato, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria procedente, a termine delle formalità di rito, venivano tradotto presso la Casa Circondariale di Bari.

 




endsac noinotizie2

allegro italia

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *