L'arca

vendesib


Salice Salentino, la Cavalleria Rusticana con la chiesa sullo sfondo Ieri la messa in scena proposta dal Circolo delle Quinte

salice salentino cavalleria rusticana

A Salice Salentino, in piazza Plebiscito, la compagnia teatral-musicale de “Il Circolo delle Quinte” ha proposto l’opera lirica “Cavalleria rusticana” di Pietro Mascagni; l’ evento è stato fortemente voluto, promosso ed organizzato dalla Parrocchia “Santa Maria Assunta” e sarà realizzato con la collaborazione del Comune di Salice Salentino, dell’azienda Duriplastic, nonché della Cantina Cooperativa di Salice Salentino e di altre associazioni del territorio. Media Partner, Salic’è.

L’allestimento (che già aveva incantato, coinvolto e suggestionato gli spettatori di altre piazze pugliesi) ha valorizzato il luogo della messa in scena, con particolare riferimento alla Chiesa “Santa Maria Assunta”, che ha fatto da sfondo alle vicende raccontate da Giovanni Verga nell’omonima novella da cui è tratto il libretto.

La storia, ambientata nel giorno di Pasqua, racconta un episodio di vita paesana.

Turiddu, tornato dal militare, trova l’amata Lola sposata con un altro uomo: Alfio, il carrettiere.

Per provare a dimenticare la delusione, allora, corteggia Santuzza, ma l’amore per Lola, corrisposto, è troppo forte e i due continuano a incontrarsi segretamente, approfittando dei frequenti spostamenti che Alfio è costretto a fare a causa del suoa Salice Salentino, in piazza Plebiscito, la compagnia teatral-musicale de “Il Circolo delle Quinte” proporrà l’opera lirica “Cavalleria rusticana” di Pietro Mascagni; l’ evento è stato fortemente voluto, promosso ed organizzato dalla Parrocchia “Santa Maria Assunta” e sarà realizzato con la collaborazione del Comune di Salice Salentino, dell’azienda Duriplastic, nonché della Cantina Cooperativa di Salice Salentino e di altre associazioni del territorio. Media Partner, Salic’è.

lavoro. lavoro.

Ma proprio il giorno di Pasqua, nella piazza del paese, il tradimento verrà alla luce.

Nonostante si componga di un solo atto, l’opera contiene passaggi musicali celeberrimi che ne hanno reso un capolavoro (l’intermezzo sinfonico, “Voi lo sapete o mamma”, commovente confessione di Santuzza alla madre di Turiddu, “Il cavallo scalpita”, che segna l’arrivo in piazza di Alfio, il brindisi “Viva il vino spumeggiante”, lo struggente addio alla madre di Turiddu, solo per citare i più popolari).

Una produzione complessa, che coinvolge circa centocinquanta persone tra orchestrali, interpreti, coristi, comparse e tecnici, che regalerà forti emozioni sia agli appassionati del genere, sia a chi per la prima volta si approccerà con la magia del melodramma.

 

CAST

SANTUZZA: Nevila Matja Hasa – LOLA: Marinella Rizzo – TURIDDU: Pantaleo Metta – ALFIO: Gerardo Spinelli – LUCIA: Loredana Agostinacchio

Orchestra “Il Circolo delle Quinte”

Coro lirico “VOX MARIS” di Santa Cesarea Terme

Direttore: Marco Bossi

Regia: Luigi Palazzo e Mimino Perrone

Media partner: Salic’è

(foto: fonte la rete)

salice salentino cavalleria rusticana




sforno

allegro italia

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *