Velga

Electronics Time


Martina Franca: la Tari con le spese di commissione, “fino a otto euro in più”

Un ex consigliere comunale: "non un grande segnale di attenzione al cittadino". Ci sono anche le spese di spedizione

Il rilievo è di Anania Chiarelli, già consigliere comunale di Martina Franca. Di altre osservazioni al riguardo avevamo già parlato nelle scorse settimane, con un rilievo mosso da una candidata al consiglio comunale, Veronica Fumarola.

La Tari, tassa rifiuti per intendersi, si può pagare in soluzione unica entro il 16 giugno oppure, già con la prima in scadenza a fine aprile, in quattro rate.

Rispetto allo scorso anno quando il pagamento avveniva con il modello F24, senza pagamento delle commissioni, ora si adotta il modello pagoba. O alla posta o nin tabaccheria o in banca si va e si paga (c’è anche il codice QR). Con la commissione, però. Commissione che può variare da uno a due euro per operazione, in aggiunta all’importo della Tari e in aggiunta anche all’euro per la spedizione dell’avviso di pagamento. Cioè, può verificarsi il caso limite di un pagamento in quattro rate con spese di commissione da due euro a rata. Sarebbero otto euro in più (nove, considerando le spese di spedizione) “che non mi sembra un grande segnale di attenzione al cittadino” dice Anania Chiarelli.




allegro italia

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *