Velga

Electronics Time


San Giorgio Ionico: Namasté, inaugurata la mostra fotografica di Beatrice De Rimarrà allestita fino al 12 ottobre

IMG 20191006 WA0005

Di seguito il comunicato:

inaugurazione della mostra fotografica di Beatrice De, che resterà aperta, nei locali dell’ associaizone “Lino Agnini” in piazza San Giorgio a San Giorgio Jonico, fino al prossimo 12 ottobre. Namasté:”saluto il divino dentro di te, saluto il tuo dono dato da Dio. Saluto quello che sai fare meglio. Saluto i tuoi doni naturali. Onoro la tua unicità e il tuo essere speciale”; tutto in un’ unica semplice parola. Pronunciata in ogni suo incontro dal Mahatma Gandhi. A cui si rivolse anche Albert Einstein affascinato dalla semplice gestualità, le palme delle mani unite e il capo chinato, dal grande potere carismatico. Una parola di pace. La mostra di Beatrice De parla del suo viaggio in India. Non un semplice diario di bordo ma un percorso che è prima spirituale: “incontro con l’anima dell’India.” L’incontro con l’unicità dei paesaggi, la bellezza ma anche le contraddizioni di un paese che registra un esponenziale sviluppo economico conservando ampie aree di povertà estrema. L’obiettivo di Beatrice cattura magistralmente le luci e le ombre di un paese, di un popolo, in modo selettivo, puntando a cristallizzare emozioni e valori, quelli, in particolare, della dignità dei più disagiati. Un lungo viaggio, condotto con la “compagna di viaggio” Lucia Caterino, che l’ha vista impegnata in un ampio tour nella regione del Rajasthan; dove ha visitato villaggi, moschee, partecipato a matrimoni, cerimonie, come l’offerta al Gange a Varanasi. “L’india assale, prende alla gola, allo stomaco. L’unica cosa che non permette è di restarle indifferente”. Visitare la mostra fotografica è come partecipare a quel lungo viaggio ricercando nelle immagini non solo i colori, le luci, i volti, ma anche i suoni, gli odori, le gioie e i dolori, i sentimenti di un popolo. Venendo alla cronoca della cerimonia di inaugurazione, dopo i saluti del presidente dell’ associazione “Lino Agnini”, Cataldo Piccoli, si sono succeduti, coordinati da Antonietta Rubino, gli interventi del sindaco di San Giorgio J. Cosimo Fabbiano, dell’assessore alla cultura Luciano Cinieri, del dirigente ENDAS gruppo Fotografi per passione Marcello Dalla Rena.

BEATRICE DE
Beatrice, l’autrice della mostra, nata a Bologna ma tarantina di adozione, vive a S. Giorgio Jonico, paese del tarantino dove per gran parte della sua carriera professionale, ha prestato la sua opera insegnando nelle scuole dell’infanzia del 1° circolo “Maria Pia”, ricoprendo anche l’incarico di vicaria nel plesso di appartenenza. Documentare fotograficamente le attività didattiche svolte, ha rappresentato una costante nella vita professionale dell’autrice che, attraverso lo scatto fotografico, ha sempre cercato di cogliere e trasmettere un dettaglio, un’emozione, una storia, un vissuto. Beatrice De viene alla luce (fotografare è scrivere con la luce) in un periodo di buio legato alla malattia ed alla solitudine personale e sociale. Casualmente conosce Marcello Dalla Rena ed entra a far parte del gruppo Fotografi per Passione Endas. La fotografia diventa un mezzo per uscire dal tunnel e riappropriarsi della luce della vita. Catturare e fissare la luce non è il fine, ma il mezzo per esprimere la gratitudine e l’amore per la vita, la natura, le persone, il mondo intero. Si iscrive ad un corso di fotografia presso l’Endas. Con i “Fotografi per passione Endas” dal 2016 partecipa alle molteplici edizioni della mostra fotografica “Taranto e la sua provincia” al Castello Aragonese di Taranto e al “Maggio Tarantino”- Arco Madonna del Pozzo Taranto Vecchia. Dal 2018 è presente al FRAG FEST di Fragagnano. La città e il territorio circostante però non le bastano più e comincia a viaggiare. Gli spazi emozionali di cui ha bisogno la portano ad esplorare nuovi mondi e altre realtà. Parte per l’India e successivamente per il Giappone.




allegro italia

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *