Taras
13 dicembre 2018
Puglia: maltempo, allerta. Possibili temporali

Protezione civile, previsioni meteo: codice giallo per le zone centromeridionali della regione

violenza

Foggia: minacce e molestie a moglie e figlia. Con questa accusa arrestato 46enne

All'origine la decisione della donna di separarsi

Di seguito uno stralcio del comunicato della polizia: Dopo che la moglie decise di intraprendere un percorso di separazione dal marito, in seguito a ripetuti maltrattamenti, l’indagato iniziò a richiedere insistentemente di riallacciare la relazione mettendo in atto minacce e molestie anche nei confronti della figlia. Le richieste divennero sempre più forti, presentandosi sino sotto l’abitazione dell’anziana signora presso la quale la vittima lavora come badante, suonando ripetutamente al citofono e minacciandola di morte. L’indagato è stato quindi accompagnato presso…


Fasano: donna picchiata selvaggiamente, arrestato il marito

Accusa: il 58enne ha aggredito la moglie in presenza del figlio 17enne che ha tentato di difendere la mamma

Di seguito un comunicato diffuso dai carabinieri: Brindisi: Servizio straordinario di controllo del territorio ad “alto impatto” sui luoghi della “movida” brindisina, per la prevenzione delle “stragi del sabato sera” effettuato dai Carabinieri del Comando Compagnia di Brindisi con l’ausilio di ambulanza ed operatori del 118, dalla serata di venerdì fino all’alba di stamane. 25 militari impegnati nel particolare servizio 97 persone controllate, di cui 21 di particolare interesse operativo. Questo è il bilancio del servizio straordinario di controllo del…

Taranto: maltrattamenti in famiglia, divieto di avvicinamento per due uomini

Provvedimenti a carico di un 62enne e un 49enne

Di seguito un comunicato diffuso dalla polizia: La Squadra Mobile ha notificato due ordinanze di divieto di avvicinarsi ai luoghi frequentati dalla parte offesa emesse dal G.I.P. dr. Giuseppe Tommasino (su proposta rispettivamente dei P.M. dr.ssa Antonella De Luca e dr. Enrico Bruschi) a carico di due tarantini responsabili del reato di maltrattamenti in famiglia. In particolare, il primo, tarantino di 62 anni, si è reso responsabile di continue vessazioni nei confronti della propria moglie, provocando la totale soggezione della…


San Giovanni Rotondo, paziente violentata: con questa accusa arrestato un infermiere

Casa sollievo della sofferenza, per l'uomo (che si dice innocente) l'avvio della procedura di licenziamento

Violenza sessuale aggravata. Con questa accusa è stato arrestato un infermiere della Casa sollievo della sofferenza, a San Giovanni Rotondo. Stando all’indagine dei carabinieri è il paramedico, responsabile degli abusi denunciati da una paziente. Pratiche non di sua competenza perché non medico e pratiche invasive, secondo l’accusa. L’infermiere è stato sospeso. Avviata la procedura del licenziamento. L’uomo si dichiara innocente.…

Andria: Insieme per dire no

Contro la violenza sulle donne

Di Stefano Inchingolo: Il 23 novembre “Insieme per dire NO” all”Ipercoop – Mongolfiera di Andria, è stato organizzato un meeting a cui hanno partecipato attivamente in tanti. Donne e Uomini si sono alternati nel dibattito evidenziando le varie circostanze del vissuto quotidiano, avvenimenti, comportamenti e frasi tanto declamate quotidianamente. L’incontro è stato organizzato dal movimento “Centro Antiviolenza Riscoprirsi di Andria”, rappresentato nell’occasione dalla volontaria Francesca Liso Fortunato. Lo spazio destinato al dibattito, all’interno della galleria commerciale, per gentile concessione della…


Sprangate a tifosi della Virtus Francavilla Fontana: arrestati sei supporters del Monopoli

Polizia, contestazione dell'accaduto il 30 ottobre

Sei sostenitori della squadra di calcio del Monopoli sono stati arrestati dalla polizia. Secondo l’accusa sono i responsabili di un’aggressione a tifosi della Virtus Francavilla Fontana, a margine della partita di coppa Italia dello scorso 30 ottobre. Stando all’accusa, dopo la gara i presunti aggressori simularono in territorio di Ostuni un posto di blocvo per fermare l’auto con a bordo i tifosi avversari. Quindi, colpi di mazza da baseball alle persone e alla vettura, la pretesa di farsi consegnare la…

Un commento

Molfetta: “Insieme per dire no” alla violenza sulle donne

Dibattito all'istituto Bello

Di Stefano Inchingolo: Anche all’Istituto Mons. Antonio Bello di Molfetta, è stato organizzato dal movimento “La forza delle Donne”, un incontro-dibattito, nell’Auditorium in occasione della giornata “No alla Violenza di genere”, giunto alla terza edizione. Ha introdotto il seminario la Prof.ssa Maria Rosaria Pugliese, Dirigente scolastico, con il supporto di altre docenti, la Prof.ssa Margherita de Gennaro e la Prof.ssa Irene Amato. Gli allievi hanno partecipato attivamente all’incontro-dibattito, portando con se pannelli su cui vi erano impresse le frasi da…


San Severo: 40enne stava strangolando l’ex compagna, femminicidio sventato dai carabinieri

L'aggressione in un androne. L'uomo è stato arrestato

La donna è stata salvata dai carabinieri che sono intervenuti in tempo. Nell’androne di un palazzo il quarantenne di origine bulgaro residente ad Eboli stava strangolando l’ex compagna, liberata dai militari dopo una colluttazione con l’uomo. La donna era ormai priva di sensi. Insomma per un pelo è stato sventato un femminicidio, a San Severo. La donna deve la vita alla sorella che, preoccupatissima per quanto si prospettava accadere, aveva allertato ì militari. L’uomo è stato arrestato ed è in…

Brindisi: 48enne segregata in casa. Reagisce e fa arrestare il compagno

Proprio nelle ore in cui si celebra la giornata contro violenza sulle donne e femminicidi. Molte iniziative anche in Puglia: in particolare nel ricordo della tarantina Federica e del figlioletto Andrea

Una donna di 48 anni era completamente segregata in cada, a Brindisi. Approfittando di un momento di assenza del compagno-aguzzino ha chiesto disperatamente aiuto, le urla sono state tali da far allertare i carabinieri. I quali hanno liberato la donna, arrestato l’uomo e sequestrato anche quattro katana, di lunghezza anche prossima al metro. La liberazione di una donna vittima di soprusi arriva nelle ore in cui si celebra la giornata per dire no alla violenza di genere e ai femminicidi.…

Ragazza del tarantino: violentata da carabiniere e parroco. Inchiesta: accusata di calunnia

La 22enne rischia il processo. Secondo la contestazione, presentandosi in caserma a Sannicola, voleva coprire una fuga d'amore

La procura di Taranto ha chiesto il processo a carico di una 22enne. La ragazza, residente in provincia con la famiglia, si era presentata ai carabinieri di Sannicola, nel leccese, accusando di averla stuprata un prete e un carabiniere del suo paese di residenza. I militari salentini, indagando, hanno verificato che proprio nella località di residenza la 22enne aveva denunciato, in passato, di avere subìto una violenza sessuale di gruppo. Non corrispondente al vero. Stavolta, secondo la contestazione, all’origine dell’accaduto…


Taranto: violenza sessuale su allieva minorenne, allenatore 47enne arrestato con questa accusa

Dalla polizia

Non è citato di chi si tratti. Di seguito un comunicato diffuso dalla polizia: A seguito di indagini dirette dalla Procura della Repubblica di Taranto (titolari del fascicolo il Proc. Agg. Dr Maurizio CARBONE ed il Sost. Proc. Dr.ssa Marzia CASTIGLIA), personale della Polizia di Stato (Squadra Mobile – Sezione “Reati contro la persona, in danno dei minori e reati sessuali”) ha dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Gip presso il Tribunale di Taranto (Dr.ssa…

Brindisi: bullismo nei confronti di un 17enne, denunciati un 18enne e un ventenne

Indagine dei carabinieri

Di seguito un comunicato diffuso dai carabinieri: I Carabinieri della Stazione di Brindisi Centro, a conclusione dei primi accertamenti, relativi ad alcuni  episodi di bullismo e di marginalizzazione perpetrati nei riguardi di uno studente 17enne del luogo, fatti accaduti nel tardo pomeriggio del 5 novembre scorso, hanno deferito in stato di libertà un 18enne e un 20enne entrambi di Brindisi. La ricostruzione dettagliata dell’evento, resa possibile dalla disamina delle immagini di un video, nonché dall’escussione testimoniale di alcune persone, ha…


Maglie, la paura nel giorno di festa: 40enne devasta la casa dei genitori poi minaccia il suicidio

Picchiata anche la nonna di 90 anni, minacciati con le forbici i sanitari. Intervento dei carabinieri

Nella mattina di festa il quarantenne è andato a casa dei genitori, a Maglie. Voleva degli oggetti da portare a casa sua. Al diniego ha aggredito i genitori e la nonna novantenne e ha devastato l’appartamento. Poi è andato via. I congiunti sono stati medicati al pronto soccorso. L’uomo, rintracciato a casa sua dai carabinieri nel pomeriggio, si è barricato in casa minacciando il suicidio. Lunga trattativa per dissuaderlo, è stato trasportato all’ospedale di Scorrano per curarne lo stato di…

Copertino: 28enne accoltellata. Arrestato il compagno 41enne

La giovane donna è giunta all'ospedale in pericolo di vita

Ha sferrato una violenta coltellata alla compagna dopo una lite: è stato arrestato dai carabinieri Luca Politi, 41enne di Copertino, accusato di tentato omicidio, mentre la vittima, una donna di 28 anni, Anna Gatto, è stata ricoverata all’ospedale cittadino in gravi condizioni, venendo immediatamente sottoposta ad un delicatissimo intervento chirurgico necessario a salvarle la vita. La giovane sarebbe stata colpita alla parte superiore dell’addome, in una zona vicinissima al cuore, con un coltello da cucina. I fatti si sarebbero consumati…

Brindisi: ronde razziste, due arresti

Il 35enne e il 42enne, brindisini, secondo l'accusa sono responsabili di pestaggi contro migranti, anche con mazze da baseball. Due feriti nei giorni scorsi

Due brindisini, di 35 e 42 anni, sono stati fermati dalla polizia. Sono ritenuti responsabili di brutali aggressioni nei confronti di migranti, uno dei quali picchiato anche con mazze da baseball. Finirono all’ospedale, a causa di due distinte aggressioni, il presidente della comunità ghanese a Brindisi, stimato lavora tore, e un giovane senegalese che stava camminando verso la Caritas.…


Desirée, arrestato a Borgo Mezzanone (Foggia) il quarto presunto assassino

Era in possesso di dieci chili di marijuana. La sedicenne di Cisterna di Latina è morta a Roma dopo essere stata drogata e violentata in gruppo

Yusif Salia, 32enne gambiano, è stato trovato in possesso di dieci chili di marijuana. Secondo l’accusa ra nella baraccopoli foggiana di Borgo Mezzanone per nascondersi. Tweet della polizia di Stato: Preso a Foggia da agenti della Polizia di Stato il quarto presunto responsabile dell’omicidio di Desirée Mariottini, anche per lui l’accusa è di omicidio, violenza sessuale di gruppo e cessione di stupefacenti.…