Festa del Cioccolato
20 novembre 2018
Canosa di Puglia: assalto a portavalori in autostrada

Nel primo pomeriggio. Chiuso il tratto per Cerignola est della A14

lavoro


Brindisi: 41enne disoccupato va al Comune e minaccia di darsi fuoco

L'intervento di soccorritori e forze dell'ordine lo fa desistere

Un 41enne senza lavoro ha minacciato di darsi fuoco. Lo ha fatto nel municipio di Brindisi dove aveva raggiunto la zona dell’ufficio del sindaco Riccardo Rossi, non in sede. Allora l’uomo, in una sala del Comune, si è cosparso di benzina. Il disoccupato è padre di tre bambini. Sono intervenuti agenti delle forze dell’ordine e soccorritori, lo hanno fatto desistere dal compiere il gesto.…

Natuzzi, lavorazione di legno e poliuretano negli stabilimenti di Altamura e Ginosa

Piano industriale, confermate le linee strategiche

Di seguito il comunicato diffuso da Natuzzi: Natuzzi comunica di aver preso parte alla Cabina di Regia, tenutasi presso il Ministero dello Sviluppo Economico, alla presenza dei rappresentanti delle Istituzioni, delle Organizzazioni Sindacali Nazionali, Regionali, Territoriali unitamente ad un coordinamento della RSU/RSA aziendali. Durante l’incontro, il Gruppo ha avuto modo di confermare le linee guida strategiche del Piano – approvato da tutte le parti coinvolte in data 28 giungo 2018 – che ha il duplice obiettivo del ritorno alla competitività…


Taranto: incidente sul lavoro, due morti

Giovanni Palmisano, 32 anni, e Angelo D'Aversa, 64. Azienda di Locorotondo. Braccio elevatore rotto, caduta nel vuoto. Accaduto nel quartiere Tamburi

Due morti. Inizialmente riferito trattarsi di padre e figlio. Vittime: Giovanni Palmisano, 32enne di Locorotondo, titolare, e il dipendente Angelo D’Aversa, 64enne di Statte. Incidente sul lavoro a Taranto, quartiere Tamburi. Si è rotto il braccio dell’elevatore a margine della palazzina in ristrutturazione. Azienda Palmisano di Locorotondo, regolarmente censita. I due lavoratori hanno fatto un salto nel vuoto di almeno dieci metri. Inutili i tentativi di rianimazione. Inchieste di magistratura e Spesal. Gru sequestrata. Area sottoposta a sequestro, presidiata dalle…

Un commento

Puglia terza per lavoratori giovani in agricoltura. E tre su dieci sono donne

Coldiretti

Di seguito un comunicato diffuso da Coldiretti Puglia: La Puglia è al secondo posto della classifica nazionale per numero di imprese giovani under 35 in agricoltura, secondo i dati Nomisma -Edagricole, un successo legato alla spinta all’innovazione e alle opportunità offerte dalla Legge di Orientamento in agricoltura, segnala Coldiretti Puglia, con un aumento del 14% rispetto a tre anni fa. “Parlano il linguaggio dell’innovazione i dati relativi al lavoro nei campi pugliesi – commenta il Presidente di Coldiretti Puglia, Savino…

Lavoratori stranieri “componente indispensabile per garantire i primati del Made in Italy alimentare nel mondo”

Coldiretti Brindisi, dossier statistico immigrazione Idos 2018 presentato ad Ostuni

Di seguito un comunicato diffuso da Coldiretti Puglia: “Sono 2.399 gli stranieri residenti a Brindisi e provincia. La comunità straniera più numerosa è quella proveniente dalla Romania con il 19,8% di tutti gli stranieri presenti sul territorio, seguita dall’Albania (14,0%) e dalla Nigeria (5,5%). Il lavoro è sempre una straordinaria fonte di dignità e l’agricoltura offre enormi opportunità di inserimento e integrazione ai migranti che scelgono di restare in Puglia per lavorare nelle campagne”, è quanto ha precisato il Presidente…


Palagiano: mense scolastiche, “esuberi in arrivo”

A rischio dieci posti di lavoro

Di seguito il comunicato: Esuberi in arrivo per gli addetti alle mense scolastiche del Comune di Palagiano. La ditta Siarc Spa, vincitrice del nuovo appalto, contravvenendo a quanto stabilito in sede di gara, ha dichiarato un esubero del 20%, mettendo nelle condizioni dieci concittadini a subire una drastica riduzione dell’orario di lavoro. Contrariamente a quanto previsto dal Codice degli Appalti e dal bando di gara, e soprattutto senza che la stazione appaltante, nelle persone del Vicesindaco e del RUP, siano…

Ilva passa ad Arcelor Mittal, “azienda disponibile a chiarire dettagliatamente le perplessità evidenziate”

Fim Cisl nel corso del vertice al ministero dello Sviluppo economico. Cemitaly, ex Cementir: accordo per cassa integrazione

Di seguito il comunicato Fim-Cisl: Durante l’incontro odierno appena concluso al MiSE, l’azienda ha illustrato ai sindacati le modalità con cui è stata effettuata la selezione del personale destinatario al passaggio in Am Investco, con lettera di distacco. Nello specifico si è discusso: dell’organizzazione del “day one”, del processo di selezione, dello stato di incentivazione all’esodo e dei distacchi/assunzioni. Le proporzioni percentuali del personale impiegato tra esercizio – manutenzioni – staff restano quasi invariate, con scostamenti di pochi punti percentuali…

Corsi di formazione per i cassintegrati Ilva, gli assessori regionali valutano l’ipotesi

Borraccino e Leo: la Regione Puglia non lascerà soli i lavoratori

Di seguito un comunicato congiunto di Cosimo Borraccino e Sebastiano Leo, assessori regionali della Puglia: Corsi di Formazione retribuiti per i lavoratori Ilva posti in Cassa integrazione a zero ore: la Giunta regionale sta esaminando attentamente la richiesta, inviata alla Regione Puglia da parte dei Sindacati. Stiamo valutando tutte le azioni da intraprendere per garantire un percorso in favore dei lavoratori ILVA non ricollocati dalla nuova proprietà. Il nostro impegno in favore dei lavoratori sarà massimo su questa vicenda, al…


Ilva: a Taranto si presenta Arcelor Mittal

Sei milioni di tonnellate annue di acciaio, 8700 lavoratori nel siderurgico pugliese

Cambio di insegna. Il siderurgico di Taranto passa da Ilva ad Arcelor Mittal. Il management si presenta all’interno dello stabilimento: piano industriale, piano ambientale, occupazione. Saranno 8700 i lavoratori nel siderurgico tarantino, per produrre sei milioni di tonnellate di acciaio annue. Matthieu Jehl: “ArcelorMittal ha sempre messo il tema della salute e della sicurezza al cuore della sua performance: non esiste una singola tonnellata di acciaio che valga la pena produrre se chi lavora con noi non può tornare a…

Ilva, “non ci aspettavamo la macchina perfetta”

Fim Cisl dopo il primo giorno della nuova proprietà: "ora riprendere l'accordo e gestirlo"

Di seguito un comunicato Fim-Cisl, dichiarazione di Valerio D’Alò segretario interprovinciale per Taranto e Brindisi: Al “day one” dell’era Mittal, dopo l’invio delle lettere ai 10700 dipendenti da assumere alla partenza, sono emerse criticità che il sindacato ha già provveduto ad evidenziare alla direzione aziendale. Questo non ci stupisce e, in fin dei conti, era prevedibile in uno stabilimento complesso come Ilva. Ad aver acuito le difficoltà sono state le visioni “di comodo” che qualche responsabile può aver fornito ai…


Ilva, assunzioni e lettere ai lavoratori: se ne parlerà nel vertice dell’8 novembre convocato dal ministro?

Per la verifica dello stato di attuazione dei prigrammi

Nell’incontro dell’8 novembre, presumibilmente, sarà fatta chiarezza. Sui criteri di assunzione in AmIvestco anziché di messa in cassa integrazione, sui criteri anche di comunicazione (per chi è assunto “egregio signora”, per gli altri no) e anche per fugare i dubbi sulla scelta operata in base alla “controllabilità” dei lavoratori più che sulla bravura.…

Latiano: arrestato dipendente comunale. Accusa: assenteismo

Il quarantenne è impiegato nell'ufficio attività produttive

Di seguito il comunicato diffuso dai carabinieri: I Carabinieri della Stazione di Latiano hanno tratto in arresto in flagranza di reato DI LEO Sandro classe 1978 di Mesagne, impiegato presso il Comune di Latiano, per il reato di truffa aggravata continuata ai danni dell’Ente pubblico presso il quale era alle dipendenze. Il 40enne impiegato nell’ufficio attività produttive, già in passato era stato oggetto di provvedimenti disciplinari in relazione all’attività espletata quale dipendente del Comune. Attraverso il monitoraggio condotto dai militari…

Martina Franca: 13 anni fa la morte di Angelo Marotta, deceduto sul lavoro

Il partito dei comunisti italiani torna a chiedere l'intitolazione di una strada

Il pomeriggio del 31 ottobre 2005 rimane indimenticabile. Purtroppo. A Martina Franca, quel pomeriggio, Angelo Marotta lavoratore del servizio idrico, venne chiamato a intervenire perché era otturato il tronco di fogna. Andò a ispezionare la tubatura, in viale Stazione, sette metri sotto il livello della strada. E rimase lì sotto, sopraffatto dai miasmi dei liquami e dalla corrente dell’acqua putrida che lo trascinò fino al punto più basso del tratto di rete, un centinaio di metri oltre il tombino in…


Lavoratori del settore gioco, protesta all’esterno del consiglio regionale della Puglia

Nell'aula di via Capruzzi a Bari in discussione la proroga dell'entrata in vigore del provvedimento di contrasto all'azzardo

In consiglio regionale della Puglia, oggi è programmata la discussione della proroga della legge contro l’azzardo. Punto controverso, il distanziometro. Ovvero la distanza minima fra centri di scommesse e luoghi sensibili, ad esempio scuole. Chi lavora nel settore del gioco legale, oggi, protesta: il rischio è la perdita di ventimila posti di lavoro. Un migliaio di persone a manifestare, oggi, all’esterno dell’aula di via Capruzzi, a Bari.  …

Ilva: le lettere ai lavoratori, “un momento surreale”

Borraccino-Baccaro chiedono al governo che "controlli il rispetto dei criteri di massima trasparenza nella gestione di questa fase"

Di seguito un comunicato congiunto Borraccino-Baccaro; In queste ore gli operai Ilva stanno vivendo, purtroppo, un momento surreale, poiché stanno ricevendo le comunicazioni attraverso le quali apprendono quale sarà il percorso lavorativo e la condizione di reddito che la nuova proprietà ha deciso per loro. Ricordiamo che ci saranno circa 3000 lavoratori che, dal 1° novembre 2018, rimarranno in Amministrazione Straordinaria e quindi in Cassa Integrazione, a zero ore. La nostra posizione, molto critica, sulla cessione di Ilva ad ArcelorMittal…


Ilva: il giorno della verità per i lavoratori, 8200 saranno nel siderurgico di Taranto

Oggi è possibile consultare online la situazione. Chi non sarà assunto da AmInvestco rimarrà in cassa integrazione fino al 2023

Consultando online il portale aziendale myIlva, nel primo pomeriggio presumibilmente, ciascun lavoratore Ilva conosce oggi il proprio futuro lavorativo. A parte i circa 500 che hanno scelto l’esodo volontario, saranno assunti circa 10700 lavoratori sui 13422 della gestione condotta finora. Nel siderurgico tarantino saranno 8200 i dipendenti ai quali verrà proposta l’assunzione. Chi non verrà assunto sarà in cassa integrazione fino al 2023, nel novero dell’Ilva in amministrazione straordinaria. Oggi, chissà, presidio di polizia agli k ingressi del siderurgico. Chissà.…