Ilva

Ilva: accordo con gli acquirenti, si parte con 180 milioni di euro annui. Almeno diecimila lavoratori impiegati

Prima l'affitto per due anni, poi il pagamento di un miliardo 800 milioni da parte della cordata capeggiata da Arcelor Mittal. Produzione a minore impatto ambientale, centro ricerche a Taranto

Centottanta milioni l’anno per due anni, poi un miliardo 800 milioni. Almeno diecimila lavoratori. Produzione di acciaio a minore impatto ambientale. Realizzazione di un centro ricerche a Taranto. Questo l’accordo fra Arcelor Mittal con la cordata acquirente, e la gestione…

Ilva: il rilancio di Acciaitalia

Possibilità esclusa dall'avvocatura dello Stato ma richiesta da parti sociali, istituzioni locali e Regione Puglia soprattutto per evitare gli esuberi

Il rilancio riguarda anche il numero di lavoratori. Subito 9800 sui 14mila circa attuali. Poi, con tecniche produttive innovative, portare a dieci milioni di tonnellate annue di acciaio l’attività, cosa che farebbe rientrare altra forza lavoro ancora. E investimenti iniziali…

Ilva: oggi il secondo round al ministero dello Sviluppo economico. Sciopero al siderurgico di Taranto

Agitazione indetta dal consiglio di fabbrica. La prospettiva di circa seimila esuberi in caso di cessione

Oggi, al ministero dello Sviluppo economico, nuovo incontro. O forse nuovo round. Dopo essere stati colti di sorpresa avendo dovuto ascoltare le prospettive di esubero per circa seimila lavoratori, i sindacalisti che si occupano dell’Ilva andranno a ribadire che la…

Ilva: fra i cinquemila e i seimila esuberi, “inaccettabile” per i sindacati

Prospettiva riguardante entrambe le cordate in lizza, emersa nell'incontro al ministero dello Sviluppo economico

Essendo lo stabilimento più grande, le conseguenze più pesanti sarebbero inevitabilmente per il siderurgico di Taranto. Il vertice odierno, al ministero dello Sviluppo economico, presenti il titolare Carlo Calenda e le parti interessate, ha fatto emergere per l’Ilva del futuro…

Ilva: problemi con l’Unione europea e l’antitrust, rinvio della vendita all’anno prossimo

Due colossi siderurgici si contendono l'acquisto del gruppo comprendente il siderurgico di Taranto

Problemi procedurali. L’Unione europea avanza delle criticità in tema di antitrust, rispetto all’asta che porterà alla vendita dell’Ilva. Così, i commissari hanno inviato una lettera ai contendenti: rinviare di nove mesi la conclusione del procedimento. Tutto sarà rinviato all’anno prossimo,…