Taras
20 settembre 2018
Sarte pagate un euro all’ora. In Puglia. La denuncia del New York Times che accusa colossi italiani della moda

"Made in Italy, ma a che prezzo?" e condizioni di lavoro paragonate a quelle in India, Bangladesh, Cina e Vietnam

Ilva

Al via l’Ilva di Arcelor Mittal

Formalmente da sabato, di fatto da oggi

Subito 10700 assunzioni. Le altre via via, fino a completare l’intera forza lavoro, salvo esodi volontari che si prospettano nell’ordine dei duemila. Per chi lascia,  centomila euro. L’Ilva di Arcelor Mittal è formalmente tale dall’altro ieri e di fatto, sul piano operativo, parte oggi. Per il colosso siderurgico che ha nello stabilimento di Taranto il più grande d’Europa è, dopo gli anni Sessanta dell’insediamento Italsider e dopo il ventennio abbondante di Ilva, il terzo momento di storia aziendale. Che deve…


Taranto: il consigliere comunale Massimo Battista lascia il movimento 5 stelle, “ha tradito la città”

Conseguenza dell'accordo Ilva

Lascia il gruppo M5S e il consiglio comunale aderisce al gruppo misto. Massimo Battista, riferimento dei Cittadini e lavoratori liberi e pensanti e dei grillini di Taranto, abbandona il movimento. “Ha tradito la città”. Non lascia il consiglio comunale, per rispetto degli elettori. In quanto a Di Maio e a un’eventuale visita alla città ionica, “non credo che sarebbe accolto bene”. L’accordo Ilva è un contrasto inaccettabile con i seicentomila volantini distribuiti l’anno scorso per dire, e prospettare, chiusura e…

Ilva: assemblee da oggi per il referendum sull’accordo

Si dà per scontato il via libera da parte dei lavoratori. Il 15 settembre l'ingresso di Arcelor Mittal

Dalle 7 le assemblee dei lavoratori indette da Fiom-Cgil, Fim-Cisl, Uilm-Uil e Usb. I sindacati firmatari dell’accordo con Arcelor Mittal che da sabato sarà proprietario dell’Ilva in caso di prevalenza di “sì” nel referendum dei lavoratori. Proprio al referendum sono finalizzate le assemblee e la procedura della consultazione terminerà giovedì 13.…


Ilva: “mi ha aiutato”, dice Di Maio di Emiliano. E su Taranto: è un deserto, porterò investitori

Bisceglie, il ministro è intervenuto a Digithon. Sul gasdotto Tap, "restiamo contrari"

Alla Fiera del Levante, Di Maio ha definito Taranto “un deserto” e promesso che porterà investitori. “In questi tre mesi uno dei presidi istituzionali con cui ho collaborato in maniera efficace e in sintonia è il presidente della Regione Puglia. Mi ha aiutato a ricostruire tante questioni come quella di Ilva. E ricordo che il primo parere dell’Anac fu sollecitato proprio dal governatore Emiliano”.  Questa, riportata da Repubblica, è una parte delle dichiarazioni (pubblicate da quel giornale) attribuite a Luigi…

Ilva: Di Maio chiude la procedura. È ufficiale, niente annullamento dell’assegnazione ad Arcelor Mittal

Evidenziato l'accordo con i sindacati a corredo del parere dell'Avvocatura dello Stato. Aveva ragione Calenda

Il parere dell’Avvocatura dello Stato è tale da non ravvisarsi elementi per l’annullamento. Il ministro dello Sviluppo economico, Luigi Di Maio, ha chiuso la procedura: non si annulla l’assegnazione dell’Ilva ad Arcelor Mittal. Il ministro evidenzia fra l’altro, per il suo provvedimento, l’accordo dell’altro ieri fra Arcelor Mittal e sindacati. Tweet di Carlo Calenda: Chiaro ora perché Di Maio ha tenuto segreto il parere! L’Avvocatura conferma in pieno parere precedente su rilanci. Eccesso di potere ci sarebbe stato se non…

Calenda: mia moglie ha una ricaduta della leucemia, devo starle vicino

Il predecessore di Di Maio e principale protagonista del bando Ilva lo rivela per spiegare la sua distanza dalle manifestazioni pubbliche

Tweet di Carlo Calenda: Devo una spiegazione, ora che ILVA è chiusa, ai tanti che chiedono perché non vado alle feste dell’unità o a incontri sul territorio. Mia moglie ha avuto una recidiva della Leucemia ed è in ospedale per trapianto. Seguo i tre bimbi e lei e non posso allontanarmi da Roma.…


Taranto: dopo il sit-in di 24 ore “non è finita”

Cittadini contro l'accordo Ilva

Di seguito il comunicato diffuso dai membri del gruppo Help us: Sono state 24 ore intense, con ampia partecipazione  dei cittadini tarantini. Una fase iniziale di un percorso che ci auguriamo possa portarci verso una condivisione di azioni atte a realizzare un cambiamento radicale di una città voluta a forte vocazione industriale fin troppo martoriata dall’inquinamento. Rabbia e delusione sono stati i sentimenti mostrati dai presenti alla manifestazione, per le mancate promesse di un governo che aveva come obiettivo, riportato…

Accordo Ilva: assemblee da lunedì, poi referendum

La consultazione fra i lavoratori sarà fondamentale per il definitivo via libera. Legge per Taranto: Liviano scrive a Di Maio, si parta dal provvedimento regionale

Da lunedì 10 settembre negli stabilimenti Ilva le assemblee dei lavoratori. Poi, in tempi ristrettissimi, il referendum con cui i lavoratori dovranno dirsi favorevoli o meno all’intesa siglata ieri. L’esito della consultazione sarà di fondamentale importanza per il definitivo via libera che, appunto, non si avrebbe in caso di prevalenza dei no al referendum. Le urne, spiegano le rappresentanze sindacali unitarie e le segreterie provinciali tarantine di Fim, Fiom, Uilm e Usb nella comunicazione ai lavoratori, saranno predisposte in modo…

Accordo Ilva: Confindustria Taranto, solidarietà alla parlamentare De Giorgi

Ma un duro commento arriva dal giornalista Giovanni Valentini: chi semina vento raccoglie tempesta. Zullo su M5S: tanti voti promettendo la chiusura e Di Maio fa la stessa cosa di Calenda

Di seguito la comunicazione di Confindustria Taranto: Solidarietà di Confindustria Taranto all’on. Rosalba De Giorgi per quanto accaduto nel corso del sit-in di ieri. L’auspicio è che d’ora in poi la città, in tutte le sue espressioni ed articolazioni, si ritrovi unita a lavorare per un comune obiettivo, che è la salvaguardia ambientale ed il rilancio economico e sociale del suo territorio. Di seguito un comunicato diffuso da Ignazio Zullo, capogruppo Noi con l’Italia in consiglio regionale della Puglia: Sull’Ilva…


Giuseppe Conte stasera a Ceglie Messapica

Intervista in piazza. Prevista la presenza di manifestanti contro l'accordo Ilva

Il presidente del Consiglio sarà stasera a Ceglie Messapica. Intervista in piazza per Giuseppe Conte, nell’ambito di una rassegna di talk-show politici. Conte si presenta nel brindisino alla vigilia di un’altra partecipazione in Puglia, l’inaugurazione domani appunto, dell’82/ma edizione della Fiera del Levante, a Bari. Manifestanti contro l’accordo Ilva, ieri a Taranto, hanno preannunciato la loro presenza a Ceglie Messapica.…

Ilva, firmato l’accordo. Di Maio: ora pensiamo a Taranto e ai tarantini

Intesa fra Arcelor Mittal e sindacati. Al ministro i complimenti del predecessore Calenda. I Verdi: governo, delitto perfetto

Gli assunti subito sono 10700. Per gli altri, che nel frattempo andranno a lavorare per le bonifiche nel novero dell’amministrazione straordinaria, assunzioni dal 23 agosto 2023 (sempre che non abbiano fruito di incentivi all’esodo). Assunzioni con l’articolo 18 e non con ol Jobs Act, sottolinea il ministro Di Maio. Accordo fra sindacati e Arcelor Mittal, l’Ilva è praticamente passata di mano. Del resto il ministro Di Maio ha detto: con la firma il bando non si annulla. Immediatamente dopo la…

Un commento


“Tutti colpevoli di avere assassinato il territorio tarantino”

Manifestazione di protesta dopo l'accordo Ilva. Duramente contestata la deputata De Giorgi, andata via scortata dalla polizia

A Taranto, in piazza della Vittoria, il sit-in di protesta. I rappresentanti dk associazioni e vari cittadini intervengono, per una dura contestazione dopo l’accordo Ilva. Tanto per citare una parte dell’intervento di apertura: “tutti colpevoli di avere assassinato il territorio tarantino”, rivolo a esponenti politici, istituzionali e sindacali. Alla manifestazione si è presentata la deputata tarantina Rosalba De Giorgi che ha, fra l’altro, annunciato la presenza prossima di Luigi Di Maio nella città ionica per spiegare l’accaduto. A margine, una…

Ilva: Conte, eccellente lavoro di Di Maio

I complimenti del presidente del Consiglio

“Di Maio ha fatto un lavoro veramente egregio, è stato molto sapiente il percorso che abbiamo costruito, abbiamo acquisito il parere dell’Anac e dell’Avvocatura dello Stato, sono emerse irregolarità evidenti, ma l’annullamento della gara non è cosi’ semplice. Non basta un vizio formale occorre dimostrare che attraverso quell’annullamento si realizza meglio l’interesse pubblico. I dati che sono stati resi noti sono di assoluta eccellenza”. Dichiarazione del presidente del Consiglio, Giuseppe Conte.…

Ilva: Di Maio, con accordo non si annulla la gara. E cita Trapattoni

La firma attesa nel primo pomeriggio

Dichiarazione rilanciata dal tg La7. Il ministro dello Sviluppo economico, Luigi Di Maio, in tema di Ilva: con l’accordo non si annulla la gara. Intervistato, organi di stampa riportano alcune sue dichiarazioni. Fra queste, “il miglior accordo possibile nelle migliori condizioni”. Ma va sottoscritto ancora e “non dire gatto se non l’hai nel sacco”. E così nella trattativa Ilva entra pure, in qualche modo, Giovanni Trapattoni. Accordo ormai raggiunto da Arcelor Mittal e sindacati. Firma attesa nel primo pomeriggio.…


Ilva, “l’accordo è fatto”. Gli assunti sono tutti, secondo Fiom-Cgil

Inizialmente 10700, nel 2023 gli altri. Firma nel primo pomeriggio

“L’accordo è fatto e per noi per essere valido deve essere approvato dai lavoratori con il referendum”. Francesca Re David, leader Fiom-Cgil, in una dichiarazione riportata da lettera43.it. Spiega Re David: gli assunti sono tutti, si parte dai 10700 per arrivare all’assunzione degli altri (attualmente in forza all’Ilva ci sono 13522 lavoratori) non prima del 23 agosto 2023. Si tratterà di chi non avrà fruito di incentivi all’esodo e che, fino al 2023, avrà lavorato nel novero dell’amministrazione straordinaria per…

Ilva, la notte non ha ancora portato delle soluzioni: Arcelor Mittal propone 10300 assunzioni, i sindacati non vogliono esuberi

La trattativa prosegue alle 13, si va comunque verso l'accordo

La notte non ha ancora portato la soluzione alla vertenza Ilva. Degli avvicinamenti, però, sì. Dunque: Arcelor Mittal propone 10300 assunzioni, duecento in più del previsto inizialmente, rispetto all’attuale forza lavoro di 13500 lavoratori. I sindacati non vogliono esuberi, nel subentro di proprietà del colosso siderurgico. Il ministro Di Maio, che segue a distanza la trattativa ristretta, intende chiudere entro domani. Queste le posizioni di partenza. Alle 13 la ripresa dell’incontro. L’accordo, come ogni accordo, sarà fatto di reciproche concessioni…

Ilva: bozza di accordo, 10300 lavoratori assunti. Subito 10100

La proposta di Arcelor Mittal, sindacati: posizioni lontanissime. Trattativa notturna

Entro il 2018 l’assunzione di 10100 laboratori, altri duecento nei successivi tre anni. Non si aumentano emissioni inquinanti in caso di superamento dei sei milioni di tonnellate di acciaio. Tempi più ristretti per la copertura dei parchi minerali. Questa, secondo indiscrezioni, la bozza di accordo sull’Ilva, con la proposta di Arcelor Mittal al tavolo indetto dal ministro dello Sviluppo economico. Posizioni lontanissime, è quesra la reazione dei sindacati rispetto alla proposta migliorativa del colosso francoindiano in termini occupazionali. Questo tavolo…


Ilva, deve essere il giorno della verità

Tavolo indetto dal ministro dello Sviluppo economico che prova a sventare lo sciopero dell'11 settembre

Di Maio ha paura dello sciopero. Tant’è che la convocazione dell’incontro odierno è arrivata dopo la proclamazione dello sciopero per l’11 settembre. Di Maio può sventare lo sciopero in un solo modo: smettendola con la melina che sta facendo da quando si è insediato, per il solo fatto che non ha il coraggio di dire l’Ilva non si chiude. Ma ormai lo hanno capito tutti, anche i rassegnati (ormai) che in massa, il 4 marzo, da Taranto consegnarono la loro…