Sequestrati tre quintali e mezzo di droga fra Polignano a Mare e Monopoli

Operazione in mare della Guardia di finanza

Di seguito un comunicato della Guardia di finanza:
Il contrasto ai traffici illeciti, specialmente nel settore degli stupefacenti, continua a restare nel vivo nel Sud-Est barese e sul litorale pugliese. Durante la notte precedente la vigilia di Natale, una pattuglia di Finanzieri della Compagnia di Monopoli hanno operato il sequestro di 350 chilogrammi di marijuana, un furgone utilizzato per il trasporto dello stupefacente e di un potente gommone oceanico – spinto da due velocissimi motori fuoribordo da trecento cv l’uno – utilizzato dagli scafisti per raggiungere le coste italiane con l’ingente carico di stupefacente. Le operazioni di polizia sono state eseguite nell’ambito del costante pattugliamento del tratto costiero che comprende le rinomate località turistiche monopolitane. I militari, infatti, hanno proceduto al controllo di un furgone che circolava nel cuore della notte lungo le strade adiacenti al litorale; il conducente del mezzo, alla vista della pattuglia, si dava ad una spericolata fuga prima a bordo del mezzo e poi proseguita a piedi nelle campagne, sino a far perdere le proprie tracce grazie al favore del buio.
Le motivazioni della fuga sono risultate ben chiare nel momento in cui i finanzieri hanno esaminato il contenuto del furgone: 40 imballi di marijuana per un peso complessivo di 350 kg. Il successivo pattugliamento della scogliera faceva rinvenire ai militari il mezzo di trasporto utilizzato dai trafficanti per la traversata notturna, ormai incagliatosi tra gli scogli, forse a causa delle cattive condizioni del mare. A conclusione delle attività i mezzi utilizzati per il traffico di stupefacenti sono stati posti sotto sequestro grazie anche all’ausilio dei mezzi del comparto aeronavale della Guardia di Finanza di Bari, prontamente intervenuti sul posto, e i Vigili del Fuoco che hanno fornito il proprio contributo tecnico per la rimozione del gommone arenato. Sono ancora in corso le indagini per risalire all’identità dei trafficanti ed assicurarli alla giustizia.
tmp_3434-12988_foto1410675519


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *