Speleologo 35enne del gruppo del Gargano morto in incidente in una grotta del salernitano

Si è spezzata la corda, Roberto Giacobbe di San Marco in Lamis ha fatto un volo di quaranta metri nel vuoto

Vittima, il 35enne Roberto Giacobbe di San Marco in Lamis. Di seguito uno stralcio della notizia di agenzia:
Nel pomeriggio di sabato 23 settembre, il Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico (CNSAS) della Campania è stato allertato dal 118 per un incidente speleologico, presso la Grotta del Falco, nel comune di Corleto Monforte (Salerno), sui Monti Alburni.

Durante un’uscita speleologica alla Grotta del Falco un componente di un gruppo di speleologi pugliesi ha avuto un incidente nel corso della progressione alla profondità di circa 40 metri. Immediatamente si sono recate sul posto le squadre del CNSAS. Giunti sull’infortunato non si è potuto fare altro che costatarne il decesso. Lo speleologo era un tecnico del CNSAS che si stringe nel cordoglio dei familiari per il decesso del proprio tecnico.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *