Festival del Cabaret
Flashnews: 21 agosto 2018
Puglia: maltempo, allerta. Temporali fino a sera. Taranto, acquazzone all’ora di pranzo. Fumo nero dalla raffineria Eni

Protezione civile, previsioni meteo: codice giallo per l'intera regione

Flashnews: 21 agosto 2018
Terremoto: magnitudo 3,2 in Molise non lontano dalla Puglia. Magnitudo 3,9 in Emilia

Nella notte


Cisternino: sembra una penna, è una pistola. Accusa: ce l’aveva nel comodino un 60enne, arrestato

Mesagne: rapina al centro commerciale e pugno in faccia al vigilante. Con questa accusa, arrestato 27enne

Di seguito alcuni comunicati diffusi dai carabinieri:

I Carabinieri della Stazione di Cisternino, coadiuvati da quelli della Stazione di Ostuni e le unità cinofile del Nucleo CC di Modugno (BA), hanno rinvenuto all’interno del comodino della camera da letto di LOPARCO Pietro, classe 1957 del luogo, una penna–pistola cal. 22 con 20 cartucce dello stesso calibro.

L’arma rinvenuta è estremamente subdola poiché facilmente confondibile con una penna stilografica e soprattutto letale se utilizzata a brevi distanze. La stessa, che ad un primo controllo è apparsa perfettamente funzionante, verrà sottoposta ad accertamenti tecnici balistici per verificarne la perfetta funzionalità e per escludere l’eventuale coinvolgimento in azioni criminose.

L’arresto del 60enne, che dovrà rispondere del possesso clandestino di arma da fuoco, giunge nell’ambito dei controlli che i Carabinieri del Comando Provinciale di Brindisi stanno effettuando al fine di contrastare i recenti episodi criminali e garantire la sicurezza in tutti i centri della provincia.

Su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, dopo le formalità di rito, l’uomo è stato sottoposto agli arresti domiciliari.

—–

I Carabinieri della Stazione di Mesagne hanno tratto in arresto, per rapina impropria e percosse, MUSCOGIURI Michele, classe 1990 di Brindisi.

Il giovane, nella serata del 20 novembre, all’interno del centro commerciale “Leroy Merlin”, ha asportato delle lampade a led nascondendole in una borsa, poi ha tentato di allontanarsi superando le casse ma è stato raggiunto e fermato da un addetto alla sicurezza. Il malvivente, quindi, nel tentativo di guadagnarsi la fuga, ha colpito al volto con un pugno il vigilante, il quale non è tuttavia ricorso alle cure mediche.

Su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, dopo le formalità di rito, il 27enne è stato sottoposto agli arresti domiciliari.

—–

I Carabinieri della Stazione di Mesagne hanno deferito in stato di libertà, per detenzione abusiva di munizionamento, M.B., classe 1980 del posto.

I militari, in seguito a una perquisizione domiciliare, hanno rinvenuto 35 cartucce calibro 6,35 occultate all’interno della caldaia, illegalmente detenute e sottoposte a sequestro.

—–

I Carabinieri della Stazione di Ceglie Messapica, nel corso di controlli in materia di armi, hanno deferito in stato di libertà N.G., classe 1965 del posto, per aver omesso di comunicare all’Ente competente, il trasferimento dei fucili di sua proprietà in luogo diverso da quello indicato in precedenza all’Autorità di Polizia.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Mesagne: rapina al centro commerciale e pugno in faccia al vigilante. Con questa accusa, arrestato 27enne

">