CONFASI
Flashnews: 20 febbraio 2019
Le ruspe a Borgo Mezzanone, esercito e forze dell’ordine: giù la baraccopoli

Nota come "pista", luogo di malaffare e condizioni-limite di vita: sgombero dei circa duemila migranti


Francavilla Fontana: sussidi comunali, chiarimento del sindaco

Risorse aggiuntive nel capitolo dei servizi sociali

Di seguito un comunicato diffuso dal Comune di Francavilla Fontana:

I recenti allarmi social e alcuni articoli giornalistici rendono necessari alcuni chiarimenti in materia di erogazione di contributi comunali a favore delle “famiglie affidatarie e ai figli riconosciuti dalle sole madri”.
L’erogazione del contributo, disciplinata dal Regolamento Comunale di Welfare, ha subito nel 2018 una modifica sostanziale ad opera del Commissario Prefettizio che ha voluto allargare la platea degli aventi diritto a “tutte le donne e gli uomini colpiti da vedovanza con figli minori”, mantenendo inalterata la somma di stanziamento.
La platea di persone aventi diritto è quindi passata da 10 a 17, introducendo un principio di equità non presente nel precedente schema di erogazione.

L’Assessorato ai Servizi Sociali della Città di Francavilla Fontana offre una gamma di servizi ed interventi che rispondono al disagio sociale diffuso e crescente, con risorse comunali, regionali e nazionali. Bonus energia, gas, acquedotto, contributo ai canoni di locazione, contributo alle famiglie sfrattate per morosità incolpevole, sussidi economici emergenziali, market solidale, sussidi alle ragazze madri e alle vedove, rei, Red, assistenza domiciliare ai soggetti non autosufficienti ed educativa, centro famiglia, buoni servizio per anziani, disabili e minori, sono interventi senza i quali la piaga della povertà e del disagio avrebbe dilagato.
“L’Amministrazione Comunale ha investito con specifiche variazioni di bilancio risorse aggiuntive sul capitolo dei servizi sociali. – dichiara il Sindaco Antonello Denuzzo – La cifra esatta della variazione è 49 mila euro ripartita in 10 mila euro a sostegno degli indigenti, 20 mila in favore degli anziani, 12 mila per l’assistenza domiciliare e 7 mila per la creazione di un market solidale”.

“Le politiche sociali sono una priorità per la nostra Amministrazione. – dichiara l’Assessore alle Politiche Sociali e vice Sindaco Maria Passaro – Ci rendiamo conto di alcune gravi situazioni di disagio e cerchiamo di intervenire con la massima celerità. Sul grido d’allarme lanciato dalla mamma, mi preme sottolineare che pochi giorni dopo il nostro insediamento ho personalmente illustrato la questione a tutti i soggetti interessati e abbiamo predisposto, in accordo con l’Assessore al Bilancio Antonella Iurlaro, delle variazioni di bilancio nella direzione di colmare situazioni di disagio. La nostra azione amministrativa non si fermerà qui e nell’immediato, con l’approvazione del nuovo bilancio, predisporremo ulteriori misure di contrasto alla povertà sempre tenendo presente il principio di equità”.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Risorse aggiuntive nel capitolo dei servizi sociali

">