Foggia: terrorismo, un fermato

Operazione della Digos, anche un'espulsione. Accusa: i due fratelli inneggiavano all'Isis

Operazione della Digos di Foggia. Nei controlli antiterrorismo coordinati dalla direzione distrt antimafia di Bari, fermato un tunisino che deve anche rispondere dell’accusa di possesso illegale di una pistola. Al fratello dell’arrestato, di ritorno da Padova nel capoluogo dauno, notificato un decreto di espulsione dall’Italia. Secondo l’accusa, i due inneggiavano all’Isis.


Eligio Pizzigallo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *