Flashnews: 26 marzo 2017
Emanuele Morganti, venti anni: ammazzato di botte dal branco

Accaduto ad Alatri. Voleva difendere la fidanzata dalle molestie di un ubriaco, è morto in serata

Dario Stefàno, interrogazione sulla “vergogna web” e sul ruolo di un giovane esponente della ‘ndrangheta

Il senatore salentino chiede ai ministri dell'Interno e della Giustizia di verificare la pagina facebook che "prende di mira le forze dell'ordine"

Di seguito un comunicato diffuso dal senatore Dario Stefàno:

“Ho presentato una interrogazione ai ministri della giustizia e dell’interno a seguito della notizia relativa ad un gruppo su Facebook che prende di mira le forze dell’ordine e che risulta gestito da un giovane esponente di una delle più potenti famiglie della ‘Ndrangheta calabrese” è quanto afferma il senatore Dario Stefàno.

“Ho appreso infatti che tale Emanuele Mancuso, già noto alla forze dell’ordine e figlio del boss Pantaleone, attualmente irreperibile, ha dato vita a un gruppo FB dal titolo “Al di sopra della Legge – Intoccabili autorizzati a delinquere”. Uno spazio nel web, aperto e visibile a tutti, in cui si riscontrano insulti alle forze dell’ordine, espressioni di dileggio nei confronti dello Stato, della Chiesa Cattolica e delle associazioni antimafia, ma anche veri e propri dialoghi tra gli appartenenti basati su un lessico tipico della malavita” continua Stefàno.

“Ho chiesto quindi ai due ministri, ciascuno per la propria competenza, se fossero a conoscenza di questo vergognoso fatto e se non ritengano necessario valutare l’introduzione di misure legislative particolari avverso gli attori digitali di quelli che sono comportamenti denigratori, aberranti, offensivi o di disprezzo nei confronti delle forze dell’ordine”.

dario-stefàno

 

 

 

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *